Scintille tra Usa e Russia su Assad al vertice sulla Siria

Pubblicato il 17 maggio 2016 da redazione

siria

VIENNA. – Cessazione immediata delle ostilità, accessi umanitari alle città assediate, impegno per la transizione politica: sono i punti salienti del vertice di Vienna sulla Siria, che tra mille difficoltà ha cercato di rilanciare il negoziato e di ripristinare un concreto cessate il fuoco alla luce delle numerose violazioni delle ultime settimane.

“La sfida è ora tradurre in atti concreti questa intesa”, ha sottolineato il segretario di Stato Usa, John Kerry, in conferenza stampa congiunta con il ministro degli Esteri russo, Serghiei Lavrov, e l’inviato speciale dell’Onu, Staffan de Mistura.

“Occorre ridare slancio ai negoziati siriani, questa è la crisi più drammatica degli ultimi anni”: ha incalzato il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni a margine dei lavori.

Il documento finale, dove spicca l’impegno per avviare la transizione politica e la riforma costituzionale, invita le parti a tornare al negoziato. Il monitoraggio del cessate il fuoco verrà effettuato dall’Onu con cadenza settimanale. Le violazioni finiranno sul tavolo del Consiglio di sicurezza, pronto ad ampliare le pressioni sui belligeranti.

C’è poi il sostegno all’inviato speciale Staffan de Mistura a ragionare con Iran e l’Arabia Saudita e a riavviare i negoziati. La responsabile della politica estera dell’Ue Federica Mogherini, in questo quadro e su richiesta Onu, ha incontrato la delegazione di Damasco, il primo faccia a faccia tra l’Ue e il governo di Assad dall’inizio del conflitto.

Sul fronte umanitario, le grandi potenze riunite a Vienna si sono dette d’accordo sulla ripresa dell’accesso degli aiuti umanitari nelle città assediate, strette in una morsa che per de Mistura “ricorda le tecniche del Medio Evo”. Ovvero privare gli assediati di acqua, cibo, medicine.

Se non verrà consentito l’accesso degli aiuti, il Programma Mondiale Alimentare interromperà le forniture via terra e metterà in campo ponti aerei e aiuti paracadutati. Gli analisti sottolineano tuttavia che si tratta di una extrema ratio, perché le organizzazioni sul campo privilegiano la via terrestre, anche per controllare con maggiore efficacia i destinatari degli aiuti stessi.

Al Vertice non sono mancate le scintille tra Stati Uniti e Russia. Il presidente siriano Bashar al Assad e i “suoi sostenitori” non saranno “mai al sicuro” se non ci sarà la pace in Siria”, ha tuonato Kerry. Se Assad pensa di non ottemperare all’impegno per la transizione politica “si mette in una situazione pericolosa”.

Lavrov ha risposto ribadendo la linea di Mosca: le sanzioni decise dagli Usa e dall’Ue “hanno aggravato la crisi umanitaria”. La Russia sostiene “la lotta al terrorismo non il presidente Assad, non difendiamo nessuno personalmente”.

L’accordo di Vienna ora dovrà fare i conti con i campi di battaglia, dove le fazioni in lotta sembrano sempre più schegge impazzite e il sangue continua a scorrere a fiumi.

(dell’inviato Claudio Accogli/ANSA)

Ultima ora

19:16Calcio: nuove maglie Inter, design asimmetrico

(ANSA) - MILANO, 23 MAG - Rivoluzione Inter anche per le maglie della prossima stagione: non più strisce nere e azzurre di egual misura, il nuovo design sarà asimmetrico. Le divise 2017-2018, già in prevendita sul sito della Nike così come quelle della Roma 2017-18, saranno presentate giovedì nello store ufficiale del centro di Milano. Le strisce azzurre saranno più larghe, mentre quelle nere saranno di diversa dimensione, da sottili a più spesse. Le nuove maglie potrebbero debuttare già nell'ultima partita di campionato, domenica sera contro l'Udinese a San Siro. I primi cento tifosi, fa sapere l'Inter, che si presenteranno giovedì mattina nello store di Milano per acquistare la nuova divisa, potranno chiedere foto e autografi a Ivan Perisic e Danilo D'Ambrosio.

19:11Corea sud: Park in aula in manette

(ANSA) - PECHINO, 23 MAG - L'ex presidente sudcoreana Park Geun-hye è comparsa oggi dinanzi alla Corte centrale distrettuale di Seul nel processo a suo carico dove deve rispondere di 18 capi d'accusa, tra cui corruzione, abuso di potere e divulgazione di segreti di stato, cinque di più di quelli che le furono contestati a fine marzo quando fu arrestata, appena due settimane dopo il via libera all' impeachment convalidato dalla Corte costituzionale. Park è giunta in mattinata in aula, scortata dalla polizia e con le manette ai polsi, indossando la divisa blu carceraria su cui si leggeva chiaramente il numero 503. L'ex presidente si è trovata in aula per la prima volta faccia a faccia con Choi Soon-sil, la 'sciamana', come è stata rinominata dai media, l'amica di vecchia data che aveva accesso a informazioni riservate e da cui è scoppiato lo scandalo fino all'impeachment e alla decadenza di due mesi fa. Park e Choi hanno respinto ogni addebito.

19:06Calcio: Raggi e Zingaretti invitati a Roma-Genoa

(ANSA) - ROMA, 23 MAG - La Roma ha formalmente invitato la sindaca della capitale, Virginia Raggi e il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, alla partita di domenica col Genoa, probabile addio di Francesco Totti alla squadra giallorossa. Intanto, nonostante il sold out annunciato, continuano ad arrivare alla Roma richieste di acquisto biglietti e di accredito da tutto il mondo. Tutto esaurito anche in tribuna stampa. E in occasione della partita con il Genoa, la squadra giallorossa vestirà la maglia che indosserà il prossimo anno.

18:39Manchester: Conte, rabbia e dolore

(ANSA) - ROMA, 23 MAG - "Un concerto, come una partita, è un' occasione di festa e di gioia e non mi rassegno ad accettare che possa diventare un simbolo di odio". Sono un misto di dolore e rabbia le parole di Antonio Conte sull'attentato di Manchester. Il tecnico del Chelsea, neo vincitore del titolo in Premier League, ha sottolineato in un post sul suo profilo social che "le vite di tanti giovani non possono essere spezzate dal gesto di un terrorista. Da padre - continua Conte - mi stringo forte alle famiglie delle vittime e ai tanti feriti di Manchester". Il Chelsea, durante l'allenamento in vista della finale della Coppa d'Inghilterra, si è stretto in cerchio in campo osservando un minuto di silenzio.

18:38Ciclista morto nel vicentino, indagini per omicidio stradale

(ANSA) - VICENZA, 23 MAG - I carabinieri di Bassano (Vicenza) configurano l'ipotesi di reato di omicidio stradale e fuga a seguito del sinistro per la morte di Roberto Brotto, 54 anni, dirigente dell'Ulss di Cittadella (Padova), di cui non si avevano più notizie da ieri. L'uomo è stato trovato morto questa mattina, a fianco della sua bicicletta, in una scarpata dell'Altopiano di Asiago (Vicenza) nel territorio di Conco. "Gli indizi a carico del soggetto, in fase di rapida identificazione - scrivono in una nota i militari -, sono gravi e concordanti nell'individuarlo quale materiale autore del decesso" del ciclista. I militari nel corso di una rapida indagine hanno trovato sui resti della bicicletta segni riconducibili ad un tamponamento mentre altri elementi, secondo quanto si è appreso, sarebbero stati dati da dei segni sul guard-rail e dal ritrovamento dei resti di uno specchietto d'auto. Il corpo del ciclista è stato recuperato dagli uomini del soccorso alpino ed è già stata disposta l'autopsia.

18:37Falcone: Sangiorgi dei Negramaro canta davanti all’Albero

(ANSA) - PALERMO, 23 MAG - Giuliano Sangiorgi dei Negramaro ha voluto ricordare Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e i ragazzi della scorta morti nella strage di Capaci con la canzone "Lo sai da qui", intonata davanti all'Albero Falcone, il ficus davanti all'abitazione del magistrato, in via Notarbartolo, a Palermo. "E' una grande emozione essere qui oggi - ha detto Sangiorgi - Voglio onorare la memoria di Falcone e delle vittime di Capaci e via D'Amelio con questa canzone dedicata a mio padre".

18:29Manchester: Viminale, attenzione alta, minaccia non cambia

(ANSA) - ROMA, 23 MAG - "L'attenzione rimane altissima ma il livello della minaccia non cambia per l'Italia". Così il Viminale al termine della riunione del Comitato di analisti strategica antiterrorismo, presieduta dal ministro dell'Interno, Marco Minniti, che ha analizzato la situazione dell'Italia dopo l'attentato di Manchester. Presenti col ministro i vertici nazionali delle forze di polizia, dei servizi di intelligence e il rappresentante della sicurezza del Regno Unito a Roma. Minniti ha chiesto di "tenere elevato il livello di vigilanza, rafforzando le misure di sicurezza a protezione degli obiettivi ritenuti più a rischio, nonché verso i luoghi che registrano particolare affluenza e aggregazione di persone".

Archivio Ultima ora