Doping: Bach, ‘se accuse Sochi vere Russia al bando’

(ANSA-AP) – LONDRA, 18 MAG – Se le accuse di doping di Stato riguardo le Olimpiadi invernali di Sochi dovessero essere provate, le federazioni russe coinvolte dovrebbero essere bandite dalle Olimpiadi: lo ha detto il presidente del Cio, Tomas Bach. Secondo il massimo dirigente dello sport mondiale, le accuse di manipolazione dei test da parte di funzionari russi “rappresentano una choccante nuova dimensione del doping e un inimmaginabile livello di criminalità”. Le sanzioni, ha aggiunto Bach, potrebbero includere squalifiche olimpiche a vita per i singoli, dure sanzioni finanzarie e “sospensioni o esclusioni di interne federazioni nazionali, come quella gia’ imposta dalla Iaaf all’atletica russa. La dura presa di posizione di Bach arriva all’indomani dell’annuncio che 31 atleti potrebbero essere banditi da Rio 2016 dopo che un nuovo test ha scoperto positivita’ sulle provette delle loro prestazioni a Pechino 2008.

Condividi: