Scuola Marescialli: giudici,Verdini sapeva natura corruttiva

(ANSA) – ROMA, 18 MAG – “Le prove acquisite depongono per la piena conoscenza” del senatore Denis Verdini “dell’intera vicenda della Scuola dei Marescialli e della natura corruttiva dei rapporti intercorsi tra gli imprenditori Riccardo Fusi e Francesco De Vito Piscicelli da un lato e il presidente del consiglio nazionali lavori pubblici Angelo Balducci e Fabio De Santis, provveditore interregionale delle opere pubbliche per la Toscana, dall’altra”. E’ quanto scrivono i giudici della VII sezione penale di Roma nelle motivazioni della sentenza con cui il 17 marzo scorso hanno condannato il senatore a due anni di reclusione per l’accusa di corruzione per la vicenda degli appalti del 2008.

Condividi: