Tuttofare in salotto e chat segreta, la nuova sfida di Google

Pubblicato il 19 maggio 2016 da redazione

google

ROMA. – Un assistente virtuale da salotto che cambia canale e accende le luci di casa, una chat intelligente e segreta e una piattaforma per la realtà virtuale. Ecco le nuove sfide di Google dalla Conferenza degli sviluppatori, che si è aperta a Mountain View, un appuntamento al suo decimo anno che mostra le novità tecnologiche a venire.

Le sfide sono dirette a big della tecnologia come Amazon, pioniera nella domotica da salotto con il dispositivo Echo, ma anche a popolari servizi di messaggistica come WhatsApp e Snapchat, la preferita dai giovanissimi. E alla realtà virtuale messa in campo da Facebook e Samsung.

Google Home, il tuttofare da salotto, è un semplice cilindro: non ha tasti, si controlla con la voce e si possono fare tante richieste come accendere le luci o far partire la musica in casa, richiedere dei programmi tv particolari.

Ma serve soprattutto per “interrogare Google” e per portare a termine attività quotidiane, dall’acquisto di biglietti alle liste della spesa, dalla sveglia alla prenotazione di un’auto, dalle informazioni sul volo alla prenotazione del ristorante.

Sarà disponile a fine anno e si basa su Google Assistant, la nuova piattaforma annunciata dal Ceo di Big G, Sundar Pichai. “A Google si potranno chiedere domande complesse, sarà in grado di capire cosa volete e terrà conto del contesto per le domande successive”, ha detto Pichai davanti a una platea di 7 mila persone all’Anfiteatro Shoreline di Mountain View e a coloro che seguono l’evento in streaming, “un milione solo dalla Cina”.

Google Assistant, per altro, sarà onnipresente: sarà integrato negli smartphone, negli smartwatch, nelle auto, e appunto nei salotti con Home.

L’altro terreno sui cui si muove l’azienda californiana è quello delle chat con Allo che integra le videochiamate grazie anche all’altra app abbinata, che si chiama Duo. Entrambe arriveranno nel corso dell’estate sia su piattaforma Android sia su iOS.

Allo prevede anche la modalità ‘Incognito’ che rende le chat criptate, ma offre pure notifiche private e la possibilità di chat “usa e getta”, in stile Snapchat.

“Più si usa Allo e più le risposte saranno personalizzate”, sottolinea Big G per far capire il sistema delle risposte ‘smart’ che funzionano anche con le foto.

Un po’ di delusione sul fronte realtà virtuale. Non c’è un visore sul palco è solo in uno schizzo mostrato sullo schermo, ma c’è una piattaforma che si chiama Daydream e sarà disponibile su smartphone, visori, controller e applicazioni.

L’ecosistema delle applicazioni si prospetta ricco: Wall Street Journal, CNN, Nyt, USA Today stanno lavorando ad app per Daydream. Anche il negozio Google Play avrà le sue app compatibili: Street View, Foto e YouTube che è stata “completamente riprogettata” per la realtà virtuale.

Infine, spiega Google, “il sistema operativo Android, il più diffuso al mondo, è su oltre 600 smartphone lanciati nell’ultimo anno”. La nuova versione arriverà entro l’estate e al momento ha solo un nome in codice, ‘Android N’. Per questo Big lancia un ‘contest’ tra gli utenti: devono aiutarla a cercare un nome.

Ultima ora

10:53‘Ndrangheta: traffico cocaina da Sud America, 18 fermi

(ANSA) - CATANZARO, 23 MAR - Operazione del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza di Catanzaro, sotto la direzione della Dda di Reggio Calabria, tra Calabria, Sicilia e Toscana, per disarticolare un'organizzazione criminale dedita all'importazione di cocaina dal Sud America, con esecuzione di 18 fermi. Nel corso delle indagini sono stati sequestrati complessivamente 300 chili di droga. La sostanza stupefacente arrivava in Italia da Costarica e Repubblica Domenicana grazie anche ad elementi colombiani. L'organizzazione è collegata alle cosche del reggino dei Bellocco e dei Paviglianiti.(ANSA).

10:33Attacco Londra: Bbc, sette arresti in diversi raid

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - Sono almeno sette, secondo quanto riporta il sito della BBc, i fermi effettuati dalla polizia nei raid legati all'attacco di ieri a Westminster. Secondo la Cnn, i sette arresti sarebbero stati compiuti in almeno sei diversi indirizzi in varie località del Paese.

09:59Attacco Londra: premier Cina, insieme contro il terrorismo

(ANSA) - PECHINO, 23 MAR - Il premier cinese Li Keqiang ha detto che l'attacco avvenuto a Londra davanti a Westminster, con vittime e feriti, è stato il primo tema di discussone nell' incontro avuto questa mattina col premier australiano Malcolm Turnbull. "Insieme inviamo le condoglianze al premier britannico, insieme condanniamo il terrorismo e insieme ci schieriamo contro tutte le forme di terrorismo", ha detto Li, a Canberra in visita ufficiale. "Non ci può essere un'instabilità continua nel mondo, ma dobbiamo apprezzare pace e stabilità", ha aggiunto.

09:52Corea Sud: riportato in superficie scafo traghetto Sewol

(ANSA) - PECHINO, 23 MAR - Lo scafo del traghetto sudcoreano Sewol, affondato ad aprile 2014 al largo dell'isola di Jindo, è riaffiorato questa mattina in superficie, come primo passo delle attività di sollevamento e stabilizzazione dello scafo di 6.825 tonnellate, finito sul fondale a 44 metri di profondità. Il governo di Seul ha reso noto che le operazioni finiranno con ogni probabilità nella notte: il relitto sarà trasportato nel porto di Mokpo per permettere il riconoscimento degli ultimi dispersi (ufficialmente 9) e ricostruire le cause della tragedia, la peggiore del suo genere nella storia della Corea del Sud, in cui morirono 295 persone, quasi tutti studenti in gita. L'operazione ha un costo di 85,1 miliardi di won (72 milioni di dollari) ed è guidata da un consorzio cinese capeggiato da Shanghai Salvage, un'azienda statale. I sommozzatori hanno finora lavorato all'iniezione di aria nello scafo e alla sistemazione di grandi boe di galleggiamento.

09:47Attacco Londra: media, raid polizia a Birmingham

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - Reparti della polizia britannica hanno condotto nella notte un raid in un appartamento al piano di sopra di un negozio poco ad ovest del centro della città di Birmingham, attorno al quale le strade sono rimaste chiuse per diverse ore. Lo riferisce il quotidiano the Guardian nel suo sito online, notando che ieri sera la Bbc aveva reso noto che il suv usato per l'attacco, un Hyundai i40, potrebbe essere stato noleggiato a Birmingham. Secondo altre fonti, almeno una persona sarebbe stata arrestata.

01:25Accoltella e investe immigrato, indagini su matrice razziale

(ANSA) - RIMINI, 22 MAR - Un riminese è stato fermato questa sera dalla polizia di Stato per il tentato omicidio di un immigrato. Il fatto sarebbe accaduto davanti ad un supermercato: l'italiano lo ha prima preso a pugni, poi l'ha accoltellato e infine, quando lo straniero ha tentato la fuga, lo ha investito con l'auto. Il giovane è in prognosi riservata all'ospedale, mentre il riminese è stato rintracciato poco dopo dalla polizia di Stato e portato in Questura, dove è stato sottoposto a fermo per tentato omicidio. Accertamenti sono in corso per appurare se il gesto violento abbia una matrice razziale.

00:28Slovenia: decapita nonna e fratello, poi brucia le teste

(ANSA) - LUBIANA, 22 MAR - Uccide la nonna di 80 anni e il fratello di 31, poi li decapita, brucia le teste e si autodenuncia alla polizia. Si è consumato così nel villaggio di Lukovec, piccolo paesino di una quindicina di case a Nord-Ovest di San Daniele del Carso, nel Comune di Komen, nel cuore del Carso sloveno, un delitto familiare che - secondo gli investigatori - assume i contorni dell'atto di follia. Il protagonista è un uomo di 35 anni, Marko Abram, che nella serata di lunedì ha ucciso i due familiari. Ancora da capire il movente del delitto, così come ancora poco chiare sono gli strumenti utilizzati per il delitto, che secondo alcune ricostruzioni, potrebbero essere due coltelli e un'accetta, al momento in possesso della Polizia scientifica che li sta esaminando ed esprimerà le proprie valutazioni nei prossimi giorni. L'avvocato dell'assassino, Gorazd Gabri, oggi, all'uscita dal Tribunale dove Abram è stato interrogato per sei ore, ha detto ai giornalisti che il suo cliente ha riconosciuto la propria colpevolezza.

Archivio Ultima ora