Pjanic, Icardi, Andrè Gomes i pezzi forti del calciomercato

Pubblicato il 19 maggio 2016 da redazione

Valencia CF's Portuguese midfielder Andre Gomes (R) duels for the ball with Eibar's defender Ion Ansotegi (L) during the Spanish Liga Primera Division soccer match played at the Mestalla stadium, in Valencia, eastern Spain, 20 April 2016. ANSA/Juan Carlos Cardenas

Valencia CF’s Portuguese midfielder Andre Gomes (R) duels for the ball with Eibar’s defender Ion Ansotegi (L) during the Spanish Liga Primera Division soccer match played at the Mestalla stadium, in Valencia, eastern Spain, 20 April 2016.
ANSA/Juan Carlos Cardenas

ROMA. – PJANIC, NAINGGOLAN, ICARDI, ANDRE’ GOMES, CAVANI. Il mercato è una girandola di nomi, e di pezzi forti, che già sono al centro dell’attenzione e ancor più monopolizzeranno l’attenzione in estate. Da Roma il d.s romanista Walter Sabatini assicura che “Pjanic potrà lasciare la Roma solo se qualcuno pagherà la clausola. Siamo testimoni passivi”.

La cifra prevista da una scrittura privata è 38 milioni di euro, e la Juventus assicura che non intende fare uno sgarbo al club del presidente James Pallotta. Il giocatore, da parte sua, preferirebbe andare all’estero, se proprio deve lasciare Trigoria.

I dirigenti juventini continuano invece a lavorare sulla pista di Andrè Gomes, con il quale c’è già l’accordo: rimane da convincere il Valencia. Quanto a Cavani, arriverà se parte uno fra ZAZA e MORATA, ma per l’ex del Napoli c’è ora la concorrenza del l’Atletico Madrid.

Per ICARDI qualcuno ha ventilato un possibile approdo alla Roma in cambio di DZEKO (che continua a piacere a Mancini, che lo ha avuto con sè al City), ma da casa Inter piovono smentite. I nerazzurri hanno già preso lo svincolato BANEGA, in uscita dal Siviglia, mentre a proposito di parametri zero la Lazio sta chiudendo per ADRIANO, terzino del Barcellona cercato a lungo dai ‘cugini’ della Roma.

Il discorso sulla Lazio introduce il valzer delle panchine, perchè la società di Lotito non è così convinta di confermare Simone Inzaghi. L’opzione principale è sempre quella dell’argentino Jorge SAMPAOLI, ex ct del Cile, che però avrebbe fatto richieste economiche molto elevate. Ma il vero problema è che vorrebbe portare con sè tutto il suo staff e questo la Lazio non è disposta a concederglielo. In alternativa ci sono Rolando MARAN e Gian Piero GASPERINI.

Il Torino è già in parola con Sinisa MIHAJLOVIC se davvero Giampiero VENTURA diventerà il successore di Antonio Conte sulla panchina della Nazionale, mentre Vincenzo MONTELLA sembra destinato a rimanere alla Sampdoria.

Edy REJA ha avuto un colloquio con i dirigenti dell’Atalanta e ora potrebbe rimanere, anche se per i bergamaschi rimane forte la candidatura di Cesare PRANDELLI. All’Udinese è in arrivo Beppe IACHINI, mentre per il Milan spuntano i nomi di Marco GIAMPAOLO e Rudi GARCIA.

Tornando ai giocatori, fa passi avanti il discorso tra Roma e Bologna per Amadou DIAWARA, 18enne talento dei rossoblù. In parziale contropartita potrebbe andare in Emilia Federico RICCI. La Juventus ha in mano Gianluca CAPRARI del Pescara, che dovrebbe essere ‘appoggiato’ in serie A in qualche società amica.

Ultima ora

18:45Usa: accordo al Congresso per nuove sanzioni Russia

(ANSA) - WASHINGTON, 22 LUG - Il Congresso ha raggiunto un accordo bipartisan su un pacchetto di nuove sanzioni nei confronti della Russia da adottare come punizione per le presunte interferenze nelle elezioni americane del 2016 e per le sue aggressioni militari in Ucraina e Siria. Una circostanza che prefigura uno showdown tra Capitol Hill e il presidente Donald Trump, contrario a procedere in questa direzione. La decisione giunge inoltre in un momento di particolare tensione per gli sviluppi sul cosiddetto 'Russiagate'.

18:44Incendi: carabinieri arrestano piromane nell’avellinese

(ANSA) - AVELLINO, 22 LUG - Un uomo di 30 anni è stato arrestato dai carabinieri ad Atripalda (Avellino) per aver dato fuoco a delle sterpaglie all'interno di un'area boschiva demaniale. I militari lo hanno colto in flagranza di reato nel corso dei controlli sul territorio, intensificati dopo l'emergenza incendi. Le fiamme hanno interessato una zona di Atripalda che costeggia il raccordo autostradale per Salerno e la linea ferroviaria. Negli ultimi giorni, i carabinieri hanno denunciato 8 persone alla Procura di Avellino per aver acceso roghi di sterpaglie e rifiuti vegetali.

18:42Iraq: Ap, 26 stranieri arrestati a Mosul, c’è anche Linda W.

(ANSA) - BEIRUT, 22 LUG - C'è anche la giovane ragazza tedesca, Linda W., tra ventisei stranieri arrestati a Mosul, ex roccaforte Isis nel nord dell'Iraq, durante l'offensiva governativa irachena. Lo riferisce l'Associated Press che cita fonti dell'intelligence irachena. Le fonti precisano che dei 26 stranieri, 16 sono donne, otto sono minori e due sono uomini. Sono stati tutti trasferiti a Baghdad. Le stesse fonti riferiscono che alcuni dei fermati sono ceceni, e che tra le donne ci sono russe, iraniane, siriane, francesi, belghe e tedesche. Alcune di queste donne, come Linda W., sembra che lavorassero nella polizia dell'Isis. La storia di Linda è venuta alla ribalta nei giorni scorsi dopo la diffusione della notizia sull'arresto di alcune donne tedesche a Mosul. Convertita all'Islam a 16 anni quando era ancora a scuola in Germania, era partita dalla Sassonia verso la Turchia e da lì era entrata in Siria, unendosi all'Isis. Per riuscire nell'impresa, l'anno scorso Linda aveva falsificato una procura dei genitori.

18:37Incendi: Balcani, proseguono roghi lungo costa adriatica

(ANSA) - BELGRADO, 22 LUG - In Montenegro continuano gli incendi lungo e a ridosso della costa adriatica, che sono tuttavia stati posti sotto controllo. Come riferiscono i media locali, le regioni più colpite dalle fiamme, alimentate dal caldo torrido e dal vento, sono intorno a Podgorica, Danilovgrad, Cetinje, Herceg Novi, Bar. Nonostante continuino a bruciare ettari di boschi e macchia mediterranea, non sembrano esserci minacce per i centri abitati. Determinante si e' rivelato l'intervento di diversi aerei antincendio inviati da Croazia, Bulgaria e altri Paesi. Non destano preoccupazioni gli incendi residui che restano sulla costa dalmata della Croazia, mentre nella vicina Bosnia-Erzegovina la zona più colpita dai roghi e' quella di Mostar, nel sud del Paese. Nelle ultime 24 ore, hanno riferito i media, intorno alla città sono stati registrati almeno 13 focolai di vaste dimensioni.

18:31Tour: Aru “soddisfatto, ho lottato contro ogni avversità”

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - "Considerando com'è andata l'ultima settimana, oggi posso solo essere soddisfatto. In relazione a quello che è accaduto negli ultimi mesi, in questa corsa ho lottato sempre con i migliori, ho fatto un passo in avanti rispetto all'anno scorso". Così, ai microfoni di Raisport, Fabio Aru commenta il 5/o posto ottenuto al 104/o Tour de France che si concluderà domani a Parigi. "Tutti hanno visto che noi dell'Astana abbiamo perso uomini importanti, da Fuglsang a Cataldo, per via delle cadute. Anche al Giro avevamo avuto delle perdite, è difficile essere in tanti e io ringrazio i miei compagni per quello che sono riusciti a fare - aggiunge il sardo -. Le polemiche non devono esistere".

18:30Incendio su tratto A1 vicino a Roma, spento da vigili fuoco

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - E' stato spento l'incendio che ha interessato un ampio tratto dell'A1 tra Roma e Orte. A causa del denso fumo presente in carreggiata, sull'autostrada Milano-Napoli è stato necessario disporre la chiusura del tratto tra Orte e la Diramazione Roma nord verso Roma e tra il bivio per la A24 Roma-Teramo e Ponzano Romano in direzione Firenze. Sul posto sono intervenute, oltre alle squadre di terra dei vigili del fuoco, due elicotteri e un Canadair.

18:27Mondiali: Scherma, sciabola, bronzo amaro per Irene Vecchi

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - Irene Vecchi ha vinto il bronzo nella sciabola femminile ai Mondiali di scherma in corso a Lipsia. Ma è un podio amaro per la livornese, sconfitta in semifinale dalla tunisina Azza Besbes. Vecchi è partita fortissimo, concludendo il primo parziale con un netto 8-0. Alla ripresa, la tunisina ha iniziato una lenta rimonta che si è conclusa sul 14-14. A portare la stoccata decisiva è stata Azza Besbes. Per Irene Vecchi si tratta del secondo bronzo mondiale in carriera, dopo quello conquistato ai Campionati del Mondo di Budapest nel 2013.

Archivio Ultima ora