Pjanic, Icardi, Andrè Gomes i pezzi forti del calciomercato

Pubblicato il 19 maggio 2016 da redazione

Valencia CF's Portuguese midfielder Andre Gomes (R) duels for the ball with Eibar's defender Ion Ansotegi (L) during the Spanish Liga Primera Division soccer match played at the Mestalla stadium, in Valencia, eastern Spain, 20 April 2016. ANSA/Juan Carlos Cardenas

Valencia CF’s Portuguese midfielder Andre Gomes (R) duels for the ball with Eibar’s defender Ion Ansotegi (L) during the Spanish Liga Primera Division soccer match played at the Mestalla stadium, in Valencia, eastern Spain, 20 April 2016.
ANSA/Juan Carlos Cardenas

ROMA. – PJANIC, NAINGGOLAN, ICARDI, ANDRE’ GOMES, CAVANI. Il mercato è una girandola di nomi, e di pezzi forti, che già sono al centro dell’attenzione e ancor più monopolizzeranno l’attenzione in estate. Da Roma il d.s romanista Walter Sabatini assicura che “Pjanic potrà lasciare la Roma solo se qualcuno pagherà la clausola. Siamo testimoni passivi”.

La cifra prevista da una scrittura privata è 38 milioni di euro, e la Juventus assicura che non intende fare uno sgarbo al club del presidente James Pallotta. Il giocatore, da parte sua, preferirebbe andare all’estero, se proprio deve lasciare Trigoria.

I dirigenti juventini continuano invece a lavorare sulla pista di Andrè Gomes, con il quale c’è già l’accordo: rimane da convincere il Valencia. Quanto a Cavani, arriverà se parte uno fra ZAZA e MORATA, ma per l’ex del Napoli c’è ora la concorrenza del l’Atletico Madrid.

Per ICARDI qualcuno ha ventilato un possibile approdo alla Roma in cambio di DZEKO (che continua a piacere a Mancini, che lo ha avuto con sè al City), ma da casa Inter piovono smentite. I nerazzurri hanno già preso lo svincolato BANEGA, in uscita dal Siviglia, mentre a proposito di parametri zero la Lazio sta chiudendo per ADRIANO, terzino del Barcellona cercato a lungo dai ‘cugini’ della Roma.

Il discorso sulla Lazio introduce il valzer delle panchine, perchè la società di Lotito non è così convinta di confermare Simone Inzaghi. L’opzione principale è sempre quella dell’argentino Jorge SAMPAOLI, ex ct del Cile, che però avrebbe fatto richieste economiche molto elevate. Ma il vero problema è che vorrebbe portare con sè tutto il suo staff e questo la Lazio non è disposta a concederglielo. In alternativa ci sono Rolando MARAN e Gian Piero GASPERINI.

Il Torino è già in parola con Sinisa MIHAJLOVIC se davvero Giampiero VENTURA diventerà il successore di Antonio Conte sulla panchina della Nazionale, mentre Vincenzo MONTELLA sembra destinato a rimanere alla Sampdoria.

Edy REJA ha avuto un colloquio con i dirigenti dell’Atalanta e ora potrebbe rimanere, anche se per i bergamaschi rimane forte la candidatura di Cesare PRANDELLI. All’Udinese è in arrivo Beppe IACHINI, mentre per il Milan spuntano i nomi di Marco GIAMPAOLO e Rudi GARCIA.

Tornando ai giocatori, fa passi avanti il discorso tra Roma e Bologna per Amadou DIAWARA, 18enne talento dei rossoblù. In parziale contropartita potrebbe andare in Emilia Federico RICCI. La Juventus ha in mano Gianluca CAPRARI del Pescara, che dovrebbe essere ‘appoggiato’ in serie A in qualche società amica.

Ultima ora

13:15Basket: Nba, Rockets si inchinano ai Warriors

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - Golden State ha vinto il match clou della notte in Nba, battendo 125-108 gli Houston Rockets di Mike D'Antoni. La squadra più forte della Western Conference ha confermato il suo primato tenendo a bada una delle avversarie più pericolose e conquistando la sesta vittoria di fila. James Harden ha potuto fare poco (17 punti e 11 assist), contro il reparto difensivo dei Warriors, mentre in attacco i suoi rivali hanno spadroneggiato, Kevin Durant con 32 punti e Stephen Curry con 24. La sfida è finita nel terzo quarto, quando i Warriors hanno preso 20 punti di vantaggio che sono rimasti più o meno costanti fino al termine. Negli altri incontri, hanno vinto gli Hornets di Marco Belinelli, autore di sei punti negli ultimi minuti nel 113-78 inflitto ai Toronto Raptors.

13:12Rigopiano: si cercano tracce cellulari, è corsa contro tempo

(ANSA) - RIGOPIANO (PESCARA), 21 GEN - Nella corsa contro il tempo per salvare le persone intrappolate dalla slavina nell'albergo Rigopiano a Farindola giocano un ruolo-chiave anche le sofisticate tecnologie in uso alla Polizia Scientifica. Analoghe sofisticate apparecchiature vengono utilizzate dalla Guardia di Finanza. Ieri sera il gatto delle nevi è riuscito a portare sul posto le strumentazioni elettroniche che vengono abitualmente utilizzate dalla Polizia per la geolocalizzazione dei cellulari e che sono state posizionate nella mansarda dell'albergo per catturare i segnali provenienti da una lista di undici cellulari forniti dalla squadra mobile di Pescara e appartenenti ai dispersi. Le strumentazioni, nonostante il buio, il freddo e la neve, hanno consentito di individuare il punto preciso in cui scavare, dando una traccia preziosa ai soccorsi.

13:02May, Trump riconoscerà importanza e significato Nato

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - La premier britannica Theresa May è convinta che il neo presidente degli Stati Uniti Donald Trump "riconosce l'importanza ed il significato della Nato" e "della cooperazione che abbiamo in Europa per garantire la nostra difesa e sicurezza collettiva". In una intervista al Financial Times, May, attesa il mese prossimo a Washington per un incontro con Trump, conferma di puntare ad un ampio accordo commerciale Gb-Usa per il dopo Brexit, ma non condivide con il tycoon l'ipotesi che l'Ue possa in futuro disintegrarsi.

13:00Bus ungherese: Alfano, profondo dolore, vicinanza a vittime

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - "Ho appreso con profondo dolore la notizia del terribile incidente di un pullman ungherese sulla A4, a causa del quale hanno perso la vita sedici giovani studenti". Lo ha dichiarato in una nota il ministro degli Esteri, Angelino Alfano. "Esprimo solidarietà e forte vicinanza del governo italiano alle autorità ungheresi, ai familiari delle vittime, ai feriti, confidando per questi ultimi in una pronta guarigione", ha aggiunto il ministro.

13:00Bus ungherese: Alfano, profondo dolore, vicinanza a vittime

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - "Ho appreso con profondo dolore la notizia del terribile incidente di un pullman ungherese sulla A4, a causa del quale hanno perso la vita sedici giovani studenti". Lo ha dichiarato in una nota il ministro degli Esteri, Angelino Alfano. "Esprimo solidarietà e forte vicinanza del governo italiano alle autorità ungheresi, ai familiari delle vittime, ai feriti, confidando per questi ultimi in una pronta guarigione", ha aggiunto il ministro.

12:56Morto Renato Buzzonetti, per 30 anni medico dei Papi

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 21 GEN - E' morto questa notte a Roma all'età di 92 anni il dottor Renato Buzzonetti, che dal 1978 era stato medico di san Giovanni Paolo II e di Benedetto XVI. Lo rendono noto l'Osservatore Romano su Twitter e la Radio Vaticana sul suo sito. Nato a Roma il 23 agosto 1924, Buzzonetti era andato in pensione nel giugno 2009. Per ventisei anni medico principale di Karol Wojtyla, per quattro di Joseph Ratzinger e, prima, del beato Paolo VI, come secondo del dottor Mario Fontana, e di Albino Luciani. Benedetto XVI gli aveva concesso il titolo onorifico di archiatra pontificio emerito.

12:54Sci: cdm, Lindsey Vonn vince discesa Garmisch-Partenkirchen

(ANSA) - GARMISCH-PARTENKIRCHEN (GERMANIA), 21 GEN - La statunitense Lindsey Vonn ha vinto la discesa di coppa del mondo di Garmisch-Partenkirchen, cogliendo la sua vittoria n.77 in coppa del mondo: mai una donna era riuscita a tanto. Inoltre, la campionessa Usa era solo alla seconda gara dopo il suo rientro alle competizioni a causa di un paio di incidenti che l'hanno tenuta bloccata per quasi un anno. Vonn - 32 anni, tre titoli mondiali, un oro olimpico e quattro coppe del mondo - ha chiuso con il tempo di 1.43.41, precedendo la svizzera Lara Gut in 1.43.56 e la tedesca VIktoria Rebensburg in 1.43.89. Miglior azzurra e' stata Sofia Goggia, quinta in 1.44.29.

Archivio Ultima ora