Papa: lo sfruttamento del lavoro nero è peccato mortale

(ANSA) – CITTA’ DEL VATICANO, 19 MAG – “Chi accumula ricchezze con sfruttamento, lavoro in nero, contratti ingiusti, è una sanguisuga che rende schiava la gente. Il sangue di chi è sfruttato nel lavoro è un grido di giustizia al Signore. Lo sfruttamento del lavoro nero, nuova schiavitù, è peccato mortale”. Lo ha detto il Papa nella messa a Santa Marta, secondo quanto si legge sulla pagina twitter dell’Osservatore romano.

Condividi: