Antinori: ginecologo,dispiaciuto per carcere ma mi difenderò

(ANSA) – MILANO, 19 MAG – “Sono molto dispiaciuto per essere finito in carcere, ma ne prendo atto e mi difenderò già da domani davanti al gip”. E’ quanto ha detto, in sostanza, Severino Antinori a uno dei suoi legali, che è andato a trovarlo stamani nel carcere romano di Regina Coeli, dove è rinchiuso per aver violato le disposizioni degli arresti domiciliari. Il medico era stato arrestato sei giorni fa con le accuse di rapina e lesioni per un presunto prelievo forzato di ovuli ad una giovane infermiera nella sua clinica milanese. “E’ sereno e sta bene – ha spiegato il legale – ed è pronto a difendersi domani nell’interrogatorio di garanzia”. Sarà interrogato in mattinata per rogatoria a Roma. Stamattina il medico è stato trasferito nell’infermeria del carcere romano, dopo che ieri sera, quando gli era stata notificata l’ordinanza di custodia in carcere per la violazione degli obblighi imposti dai domiciliari (per una serie di interviste), aveva avuto un malore ed era stato trasportato all’ospedale Santo Spirito.

Condividi: