Spagna: Castilla y Leon vieta uccisione toro a festa Vega

(ANSA) – ROMA, 18 MAG – La regione autonoma spagnola Castilla y Leon ha deciso di vietare l’uccisione dei tori durante il Toro de la Vega, festival di origine medievale che si svolge ogni autunno a Tordesillas. Lo riportano i media spagnoli. La ‘festa dei tori’ più famosa al mondo prevede che uomini a cavallo inseguano il toro per le strade della città e alla fine lo trafiggano a morte con una lancia. La maggiore crudeltà di questa pratica rispetto alla Corrida consiste nel fatto che lo scontro, se pur impari, non è tra il torero e l’animale. Sono centinaia gli uomini che inseguono il toro armati di lancia. Ma le pressioni degli animalisti di tutto il mondo sul governo regionale, guidato dal Partito popolare, hanno avuto la meglio. Il leader dei socialisti Pedro Sanchez aveva annunciato che in caso fosse diventato primo ministro avrebbe vietato la tradizionale festa. Anche Pablo Iglesias aveva attaccato il Festival definendolo su Twitter “un oltraggio alla dignità della Spagna”.

Condividi: