Terrorismo: condannato torna libero e sarà espulso da Italia

(ANSA) – BRESCIA, 19 MAG – Ha scontato la pena, ma nelle prossime ore sarà espulso. Questo il destino di Mohamed Jarmoune, marocchino di origine, residente a Niardo, nel Bresciano, arrestato nel marzo del 2012 per addestramento all’uso di armi e di esplosivi per finalità di terrorismo. Ieri è uscito dal carcere di Benevento dopo quattro anni di detenzione. In primo grado era stato condannato a 5 anni e quattro mesi, pena poi ridotta in via definitiva a 4 anni e otto mesi. Venne arrestato dalla Digos di Brescia dopo mesi di pedinamenti. Nel suo computer venne trovato un dettagliato sopralluogo della sinagoga di via della Guastalla a Milano. Secondo gli inquirenti il viaggio virtuale era stato fatto per colpire il tempio ebraico. Nell’appartamento dove viveva con i genitori trovarono anche un listino dei prezzi relativi a materiali necessari per la fabbricazione di esplosivi. Da ieri è libero ma, come previsto dalla sentenza, sarà espulso dall’Italia. Tornerà in Marocco, terra che aveva lasciato con la famiglia a 6 anni.

Condividi: