Uccise la moglie a coltellate, disposto giudizio immediato

(ANSA) – ASTI, 20 MAG – Giudizio immediato, davanti alla Corte d’Assise di Asti, per Luigi Caramello, 46 anni, l’uomo che nel novembre 2015, a Canelli (Asti), uccise a coltellate la moglie, Barbara Natale. Lo ha disposto il giudice del tribunale di Asti, Giacomo Marson. “Valuteremo gli atti – ha detto il suo legale, Roberto Ponzio – e valuteremo se richiedere l’abbreviato”. Caramello, attualmente detenuto al carcere Le Vallette di Torino, “aveva tentato il suicidio – ha spiegato Ponzio – e per questo era stato ricoverato, fino a un mese fa, al Cto di Torino”. L’uomo aveva atteso sotto casa la moglie, dalla quale era separato, e nei pressi della stazione ferroviaria di Canelli, la colpì alle spalle con numerosi fendenti. Poi la fuga. Ricercato dai carabinieri, era stato trovato nelle campagne di Mombaruzzo. Aveva tentato il suicidio tagliandosi le vene dei polsi con lo stesso coltello con cui aveva colpito a morte la moglie. (ANSA).

Condividi: