Sisma: richieste risarcimento sospette, decine al vaglio Pm

(ANSA) – BOLOGNA, 21 MAG – Alcune decine di fascicoli per tentata indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato sono aperti in Procura a Bologna e derivano dalla trasmissione da parte della Regione Emilia-Romagna di richieste di risarcimento danni da terremoto, ritenute sospette o non veritiere. A quattro anni dal Sisma in Emilia continuano infatti ad arrivare non poche istanze di cittadini che denunciano di aver subito danni e vorrebbero accedere agli indennizzi pubblici. Alcune vengono trattate e liquidate, altre invece sono giudicate dalla Regione non veritiere e quindi sono inviate ai Pm, per valutare se sussiste un illecito penale. Del coordinamento dei fascicoli di indagine se ne occupa il procuratore aggiunto Valter Giovannini, responsabile ‘pubblica amministrazione’. (ANSA).

Condividi: