Usa2016: Sanders tra migranti al muro tra S.Diego e Tijuana

(ANSA) – WASHINGTON, 22 MAG – “Gli Usa devono varare una riforma migratoria: abbiamo 11 milioni di persone nel Paese che sono senza documenti e credo meritino un cammino verso la cittadinanza: non sono a favore delle attuali politiche di deportazione”: lo ha detto il candidato presidenziale democratico Bernie Sanders in un messaggio pronunciato alla frontiera tra San Diego (Usa) e Tijuana (Messico), davanti alla barriera-simbolo della separazione tra i due mondi, dove si è pronunciato a favore di una riforma del sistema migratorio che riunifichi le famiglie. Il senatore, ascoltato da numerose persone sui due lati della frontiera, ha visitato il Parco dell’Amicizia che si estende tra entrambe le città, accompagnato da Maria Puga, vedova dell’immigrante messicano Anastasio Hernandez, morto sei anni fa perché picchiato selvaggiamente dagli agenti di frontiera.(ANSA).

Condividi: