Unioni civili: a Viareggio rito anche in spiaggia

(ANSA) – VIAREGGIO (LUCCA), 23 MAG – Matrimoni e unioni civili celebrati anche in spiaggia a Viareggio (Lucca), se i titolari di stabilimenti balneari si faranno avanti. Il Comune versiliese ha pubblicato sull’albo pretorio l’avviso per la manifestazione di interesse per “l’istituzione di separati uffici di stato civile”, rivolto a “proprietari o coloro che possono disporre legittimamente di stabilimenti o strutture con accesso al mare o vista mare, presenti sul litorale, oppure di altre strutture (discoteche, hotel…)”. Trenta i giorni di tempo, da oggi, per diventare ‘Casa Comunale’. “Un regalo che Viareggio ha inteso fare a tutte le coppie che vogliono sposarsi in riva al mare – spiega il sindaco Giorgio Del Ghingaro -. Magari nel bagno del primo bacio o dove è stata fatta la promessa d’amore”. “So che alcuni locali si stanno già attrezzando, anche con siti dedicati: il tramonto sulla spiaggia di Viareggio o di Torre del Lago, potrebbe essere lo sfondo ideale per la prima unione civile d’Italia. Noi siamo pronti, la città pure”. Una scelta dell’amministrazione comunale (delibera di giunta del 24 febbraio) per promuovere il turismo legato ai matrimoni e alle unioni civili, che sempre più vede impegnati una larga fetta di imprenditori della ricezione. Unico limite la possibilità di poter riservare al rito spazi e arredi adeguati, con accessi al pubblico, e requisiti di legge di idoneità, agibilità e sicurezza. Il rito si potrà celebrare anche nelle pertinenza dei locali come parchi, giardini e anche nei tratti di arenile, previo ok dell’ufficio demaniale competente. Non saranno poi consentite, in occasione della celebrazione del rito “attività incongruenti o lesive del decoro anche nelle pertinenze tali da disturbare la celebrazione. Il calendario degli eventi sarà gestito dal Comune: potranno essere tenuti non più di due matrimoni al mattino e non più di quattro al pomeriggio/sera, salvo deroghe eccezionalmente concesse dal sindaco”.(ANSA).

Condividi: