Messico: El Chapo vuole negoziare con la giustizia Usa

(ANSA) – CITTA’ DEL MESSICO, 24 MAG – Joaquin “El Chapo” Guzman è disposto a non presentare un ricorso contro la sua estradizione verso gli Stati Uniti se riesce a definire un accordo con la giustizia americana. Lo ha detto il suo avvocato in Messico, José Refugio Rodriguez. “Se sarà estradato è sicuro che si dichiarerà colpevole delle accuse che ha ricevuto”, ha detto Rodriguez, confermando una mossa già prevista dagli analisti: negli USA le pene sono ben più pesanti al termine di un processo che in base ad un accordo con l’imputato che ammette la sua responsabilità. Il boss del cartello di Sinaloa è accusato di associazione a delinquere per l’importazione di cocaina in California e di omicidio, associazione a delinquere, narcotraffico e possesso illegale di armi in Texas. Le richieste di estradizione presentate da questi due stati americani sono state accettate dalla giustizia messicana che ha dato il suo via libera alla procedura. Resta ora da vedere se gli avvocati del Chapo presenteranno o no un ricorso

Condividi: