García-Margallo: L’Ue non puó restare indifferente di fronte alla crisi venezuelana

García-Magallo: “L’Ue non puó restare indifferente di fronte alla crisi venezuelana”
García-Magallo: “L’Ue non puó restare indifferente di fronte alla crisi venezuelana”
García-Magallo: “L’Ue non puó restare indifferente di fronte alla crisi venezuelana”

CARACAS – “L’Ue non può restare indifferente di fronte a quanto accade in Venezuela”. E’ questo, in sintesi, quanto affermato da José Manuel García-Margallo, ministro degli Esteri spagnolo, nel corso di una conferenza stampa svoltasi inmediatamente dopo il Consiglio dei Ministri degli Esteri dell’Unione Europea.

– La minaccia di una esplosione sociale in Venezuela – ha sottolineato il capo della diplomazia spagnola – esige una nostra partecipazione attiva nella ricerca di una soluzione alla crisi política e sociale.

García Margallo ha anche affermato che il dialogo político è utile se costruito sulla fiducia.

– E questo – ha commentato – è un requisito che mancherà se in Venezuela continuano ad esserci prigionieri politici.

Ha quindi sottolineato che tutte le le alternative costituzionali per uscire dalla crisi in Venezuela sono valide, “anche la realizzazione del referendum revocatorio”

Condividi: