Anziana uccisa nel 2000, figlio condannato all’ergastolo

(ANSA) – BOLOGNA, 25 MAG – Condanna all’ergastolo. E’ la decisione della Corte di assise di Bologna nel processo a Nicola Nanni, accusato dell’omicidio della madre Tommasina Olina, pensionata 78enne morta con il cranio fracassato più di 16 anni fa. L’anziana fu trovata il 6 gennaio 2000 all’ingresso del casolare dove viveva a Badolo di Sasso Marconi, Appennino bolognese. La Corte presieduta dal giudice Michele Leoni è uscita col verdetto dopo nemmeno due ore di camera di consiglio e ha accolto la richiesta dell’accusa, Pm Stefano Orsi. L’indagine dei carabinieri, inizialmente archiviata senza colpevoli, fu riaperta nel 2008 con l’analisi di alcuni oggetti. Tracce collegate a Nanni furono repertate sul manico di un’accetta, trovata ripulita nella legnaia vicino al casolare; sulla lama c’erano tracce riconducibili alla vittima. Nanni, presente alla lettura della sentenza, è assistito dagli avvocati Pietro Giampaolo e Andrea Speranzoni. (ANSA).

Condividi: