Cappellani militari, possibili risparmi 3-4 mln

(ANSA) – ROMA, 25 MAG – Rinunciare ad una quarantina di cappellani militari con un risparmio di 3-4 milioni di euro su una spesa complessiva che attualmente si aggira attorno ai 9 milioni. Sarà questa la proposta dell’Ordinariato militare. Lo riferisce mons. Angelo Frigerio, vicario generale dell’Ordinariato. I lavori della Commissione paritetica, che comprende rappresentanti del governo, della Cei e della Santa Sede, sono in corso ma il testo di riforma, che punta a risparmi per la Difesa, è quasi pronto. Ora i cappellani sono 158, su un organico di 200. L’ordinario miliare mons. Santo Marcianò proporrà di tagliare i cappellani a questo tetto. “Di questi 42 sacerdoti cappellani militari, 12 sono dirigenti: questo vuol dire che la spesa non scenderà di un quinto, ma scenderà più di un terzo, perché lo stipendio lordo di un colonnello è quattro volte o tre volte quello di un tenente. Questa spesa, intorno ai 9 milioni di euro, scenderà a poco più di 5 milioni di euro, forse massimo 6 milioni di euro”, spiega mons. Frigerio.

Condividi: