Renzi annuncia, il G7 italiano si terrà in Sicilia

Pubblicato il 25 maggio 2016 da redazione

Renzi annuncia, il G7 italiano si terrà in Sicilia

Renzi annuncia, il G7 italiano si terrà in Sicilia

ROMA. – Lampedusa o Taormina. Quel che è certo è che il G7 del prossimo anno, a guida italiana, sarà in Sicilia. L’ufficialità è arrivata dallo stesso premier Matteo Renzi, che in realtà lavora da tempo al progetto di portare i grandi della terra dove il dramma dei migranti è più sentito e dove sono state salvate migliaia di vite. Per dare così anche respiro ad un’isola che sta pagando moltissimo in termini economici e turistici e rilanciare il sud del paese.

“Vi scrivo mentre sono in volo verso il Giappone per il G7 – è stato il messaggio di Renzi -. Molti gli argomenti che la presidenza nipponica ha messo in agenda, in attesa di passare il testimone all’Italia che organizzerà l’appuntamento nel 2017 in Sicilia”.

Il premier vorrebbe in realtà far sbarcare i leader di Stati Uniti, Giappone, Germania, Francia, Gran Bretagna e Canada a Lampedusa, isola simbolo del dramma dei migranti. Un’ipotesi della quale aveva parlato con il sindaco Giusi Nicolini il 25 marzo scorso, durante la sua visita sull’isola.

L’idea era la stessa che ha indicato nella newsletter di oggi: “Vorrei che ci fosse posto, al tavolo dei potenti, anche e soprattutto per chi non ha voce”. I migranti, appunto. E chi ogni giorno va in loro soccorso.

La piccola isola che si affaccia sull’Africa però non avrebbe le strutture necessarie per ospitare i capi di Stato e di governo con i loro staff. E lo stesso aeroporto non sarebbe adatto: la pista non è abbastanza grande per accogliere gli aerei di stato.

Renzi non avrebbe abbandonato completamente l’idea di Lampedusa, dove si è consumata l’ennesima tragedia con lo sbarco di una bimba di nove mesi la cui mamma è morta nella traversata, ma avrebbe preparato comunque il ‘piano B’.

Un’ipotesi della quale il premier ha parlato di recente con il sindaco di Taormina, una cittadina più facilmente raggiungibile, abituata ai grandi eventi, con alberghi prestigiosi adatti ad accogliere i leader mondiali. E di indiscutibile bellezza.

In entrambi i casi gli obiettivi rimangono due: tenere alta politicamente, anche attraverso l’annuncio, l’attenzione su uno dei dossier ai quali l’Italia tiene di più proprio mentre a Bruxelles si esamina il ‘migration compact’ voluto dal premier.

E portare avanti la campagna per il mezzogiorno – è di pochi giorni fa la firma del patto per il Sud – mettendolo al centro di uno dei più importanti eventi di politica internazionale, grande occasione di rilancio economico. Considerazioni che hanno portato il premier a rinunciare alla sua Firenze, la prima delle ipotesi messe in campo per il G7.

E il sud ha risposto. Con il sindaco di Taormina Eligio Giardina: sarebbe “per noi una sfida da far tremare i polsi – ha detto – ma siamo pronti per strutture alberghiere, storia, tradizione e sicurezza”. E gli hanno fatto eco gli albergatori: “Magari! Siamo pronti per tradizione e cultura”, ha detto il presidente dell’associazione, Italo Mennella. Soddisfatto anche il presidente della Regione, Rosario Crocetta, al quale Renzi aveva già parlato dell’ipotesi. “E’ un riconoscimento – ha detto il governatore – alla centralità mediterranea della Sicilia, da sempre terra di incontro, dialogo e collaborazione con il Sud del mondo”.

Di tenore opposto alcune reazioni dalla Sardegna. L’annuncio del premier ha scatenato ad esempio le ire degli indipendentisti per l’uscita di scena definitiva di La Maddalena, candidata dall’isola per ospitare l’incontro dei grandi dopo lo smacco del G8 del 2009, trasferito all’ultimo momento a L’Aquila.

L’assessore ai Lavori Pubblici e leader del Partito dei Sardi, Paolo Maninchedda, non usa mezzi termini: “Come avevo detto a suo tempo, censurato da molti, è un dovere dei sardi diffidare delle istituzioni italiane, che ormai non hanno neanche il buon gusto di spiegare le loro ragioni in incontri istituzionali, ma le fanno sovranamente dall’aereo regio”, ha attaccato l’esponente della giunta Pigliaru.

Decisamente più soft la reazione del governatore: “Come abbiamo detto più volte, a noi interessa che il cantiere di La Maddalena sia tra i primissimi da sbloccare in Italia. Il G7 era stato presentato come un’opportunità per raggiungere l’obiettivo, ma non è certo l’unica”, ha detto Pigliaru.

(di Paola Tamborlini/ANSA)

Ultima ora

00:24Atletica: Tamberi ha problemi, venerdì 27 consulto medico

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Su richiesta di Gianmarco Tamberi e del padre allenatore Marco, il medico della Fidal Andrea Billi ha disposto un consulto per definire la natura dei problemi alla caviglia di stacco (operata nel luglio scorso) ancora avvertiti dall'azzurro. Il consulto si terrà venerdì 27 gennaio a Roma, presso l'Istituto di Medicina dello sport, alla presenza degli specialisti in chirurgia artroscopica della caviglia Francesco Allegra, Francesco Lioi, e Raul Zini, oltre che del Direttore dell'Istituto, prof. Antonio Spataro. Tamberi, che ha affrontato un primo periodo di preparazione in Sudafrica, a Stellebosch, a cavallo dei mesi di dicembre e gennaio, è rientrato in Italia da una settimana. L'obiettivo del campione del mondo indoor dell'alto, grande assente dell'Olimpiade di Rio de Janeiro a causa dell'infortunio patito al meeting Diamond League di Montecarlo del 15 luglio scorso, è quello di rientrare alle gare nel corso della stagione estiva. "Ma potrei tornare di nuovo in sala operatoria", commentato l'azzurro.

00:21Calcio: Coppa Africa, Marocco-Togo 3-1

(ANSA) - LIBREVILLE, 20 GEN - Il Marocco ha battuto il Togo per 3-1 in una partita del gruppo C della Coppa d'Africa. Togolesi in vantaggio al 5' pt con Dossevi, poi le reti dei marocchini di capitan Benatia con Bouhaddouz (15' pt) Saiss (21' pt) ed En Nesyri (27' st). Quest'ultimo era entrato al 15' st al posto del napoletano El Kaddouri. Questa del Marocco è una vittoria molto importante, visto che riapre il discorso qualificazione: ora la nazionale del ct Renard se la giocherà contro la Costa d'Avorio. Il Togo, invece, è praticamente fuori dal torneo continentale.

23:01Rigopiano:estratti vivi ultimi 3 bambini

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Tra gli ultimi tre bambini estratti vivi dalle macerie dell'hotel Rigopiano c'é anche Ludovica Parete, figlia del cuoco, Giampiero, sopravvissuto fin dal primo momento alla tragedia e che aveva dato l'allarme del crollo dell'albergo. Questa mattina erano stati estratti vivi la moglie di Parete Adriana e l'altro figlio, Gianfilippo: la famiglia si è così ricomposta. Ci sono ancora superstiti sotto le macerie dell'hotel Rigopiano spazzato via da una slavina. Tre bambini, su quattro salvati, sono stati estratti vivi dai vigili del Fuoco nel tardo pomeriggio dopo oltre 40 ore. L'ultimo salvato è Edoardo Di Carlo, che era nell'albergo con i genitori Sebastiano e Nadia (finora dispersi).

22:53Sci: Miller ipotizza ancora un ritorno alle competizioni

(ANSA) - KITZBUEHEL (AUSTRIA), 20 GEN - Bode Miller continua ancora a giocare con l'ipotesi di un suo ritorno alle competizioni, magari nella prossima stagione e comunque con ai piedi i suoi nuovi sci di marca Bomber nella cui produzione - in Italia - ha investito parecchio. "Ma se non dovessi tornare a gareggiare - ha spiegato a Kitzbuehel il campione americano di 39 anni, assente dopo un infortunio nella passata stagione ai Mondiali di Beaver Creek - non ci saranno annunci, semplicemente non tornerò". Per gareggiare con la nuova marca di sci, Bode deve comunque aspettare la fine del 2017, quando scadra' il suo contratto che lo vincola alla Head.

22:34Appalti truccati a Pistoia: condannati i 16 imputati

(ANSA) - PISTOIA, 20 GEN - E' caduta per tutti l'accusa dell'associazione per delinquere e questo ha comportato pene più lievi di quelle richieste per i 16 imputati, tra imprenditori, dirigenti pubblici e politici, a processo per gli appalti truccati a Pistoia. Tra le condanne decise oggi, quella più alta riguarda Marcello Evangelisti (ex dirigente dell'ufficio lavori pubblici del Comune di Pistoia), 6 anni e 9 mesi di reclusione.

22:30Coniugi uccisi in casa, ipotesi omicidio-suicidio

(ANSA) - ALESSANDRIA, 20 GEN - I cadaveri di due anziane persone, marito e moglie, sono stati trovati all'interno del loro appartamento a Valenza, in provincia di Alessandria. A dare l'allarme sarebbe stato il figlio della coppia. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri si tratterebbe di un caso di omicidio-suicidio: l'uomo avrebbe sparato alla moglie e poi avrebbe rivolto l'arma contro se stesso. Inutili i soccorsi del 118. Il cadavere della donna, secondo le prime informazioni, era riverso a terra in cucina. Quello dell'uomo, invece, sarebbe stato trovato nella vasca da bagno con la pistola sulla pancia. Sempre secondo le prime informazioni, sembra che l'uomo fosse malato.(ANSA).

22:12Calcio: Gerrard torna al Liverpool, si occuperà dei giovani

(ANSA) - LIVERPOOL, 20 GEN - Steven Gerrard torna al Liverpool. Da febbraio si prenderà cura del settore giovanile ed il club ha fatto sapere che avrà un "ruolo ad ampio raggio nella fase di sviluppo professionale dei giovani giocatori". Gerrard, 36 anni, ha collezionato 710 presenze con la maglia dei Reds ed è uno dei più grandi giocatori nella storia della squadra. Dopo un periodo di 18 mesi nella Major League Soccer con i Los Angeles Galaxy, il nuovo incarico segna il rientro nella società dove ha trascorso 17 anni come professionista. L'ex capitano del Liverpool e dell'Inghilterra, che si è ritirato dal calcio nel mese di novembre, ha commentato: "E' il completamento di un cerchio".

Archivio Ultima ora