F.1: la famiglia di Bianchi farà causa a Fia, Fom e Marussia

(ANSA) – ROMA, 26 MAG – I familiari di Jules Bianchi, il pilota francese morto lo scorso luglio in seguito all’incidente in cui era rimasto coinvolto nel Gp del Giappone dell’ottobre 2014, faranno causa ai management della Formula 1 (Fom), della Federazione automobilistica internazionale (Fia) e della Marussia, team per cui il giovane correva. L’indagine della Fia stabilì che all’incidente di Suzuka avevano contribuito vari fattori: dalle cattive condizioni meteo alla presenza della gru che stava rimuovendo la vettura di Adrian Sutil, ma anche l’eccessiva velocità con cui procedeva Bianchi. “La morte di Jules era evitabile – ha detto il legale dei Bianchi – Il rapporto della Fia propone una serie di raccomandazioni su come implementare la sicurezza, ma non individua gli errori che furono commessi in quel frangente e che portarono alla morte del pilota. Vengono elencati gli elementi che hanno contribuito al drammatico esito, ma alla fine viene anche indicato Jules come responsabile. La sua famiglia invece vuole risposte precise”.

Condividi: