Champions: la finale in SuperHD, collegate 200 tv

finale-champions-league

MILANO. – Una finale in UltraHd, trasmessa da 200 tv in tutto il mondo e prodotta da Mediaset Premium: è una Champions grandi numeri anche sotto l’aspetto tv, la partitissima tra Real e Atletico. Sessanta ore complessive di diretta fino al day after di domenica 29 maggio, più di diciassette ore al giorno, 12 edizioni dei tg ‘Premium Sport News’, ai quali si affiancheranno nuovi contenitori come ‘Casa Premium’, ‘You Champions’ e ‘Sognando la Champions’: Premium Sport ha avviato la marcia di avvicinamento alla finale della Champions che si disputerà sabato sera a San Siro tra le due squadre di Madrid.

Un bouquet particolarmente ricco che Premium ha presentato con un sopralluogo prima in piazza Duomo negli studi allestiti per l’occasione e poi a San Siro nell’area riservata al tv compound. Premium detiene i diritti di trasmissione in esclusiva della competizione anche per le prossime due edizioni, e fornirà il segnale a oltre 200 Paesi per la grande serata di sabato:

“È una produzione tutta italiana”, ha spiegato con orgoglio Yves Confalonieri, direttore dei contenuti di Premium. La produzione prevede 43 telecamere, una spider cam, 9 regie, 80 postazioni di commento, 35 chilometri di cavi e un’area per la produzione televisiva di 13mila metri quadrati capace di ospitare 100 mezzi tv e 1400 addetti. A disposizione anche un elicottero e due moto.

Per la prima volta in Italia, una partita di calcio verrà trasmessa in ultradefinizione con la tecnologia 4k (canale 391). Le immagini saranno visibili in una qualità 4 volte superiore al Full HD. Solo per la finale saranno accreditate da Mediaset oltre 400 persone, tra giornalisti e tecnici.

Due studi, uno a San Siro e uno negli studi di Cologno Monzese, due telecronache: Piccinini-Di Gennaro racconteranno il match su Canale 5 e Premium Sport HD, Pardo-Serena sarà la coppia per il 4k. “Siamo molto soddisfatti del prodotto e degli ascolti avuti con la Champions League in questo primo anno di esclusiva – ha osservato Alberto Brandi, direttore di Premium Sport -.

La formula si può migliorare: si potrebbero inserire le teste di serie in base alla nazione anche ai playoff. Sarebbe un peccato avere Roma contro Manchester City al preliminare”. Un pensiero in linea con quello di Yves Confalonieri.

Poco prima del calcio d’inizio verranno mostrati in diretta gli spettacoli della cerimonia di apertura di Alicia Keys e di Andrea Bocelli, reduce dall’esibizione al fianco di Ranieri per la vittoria della Premier League del Leicester.