17enne sgozzato: colpo di scena, imputato ha ‘nuova verità’

(ANSA) – URBINO, 27 MAG – Colpo di scena a Urbino nell’udienza preliminare per l’omicidio di Ismaele Lulli, il 17enne trovato sgozzato nel luglio 2015 nelle campagne di Sant’Angelo in Vado. I difensori di Igli Meta, 21 anni, omicida confesso, gli avv. Carlo Taormina e Salvatore Asole, hanno chiesto al Gup Vito Savino di interrogare Meta con la formula dell’incidente probatorio. ”Ci sono elementi nuovi che potrebbero ribaltare il quadro indiziario” ha annunciato Taormina, ma alla domanda se Igli chiami ora direttamente in causa l’altro indagato e amico, Marjo Mema, il legale non ha risposto. A quel punto il pm Irene Lilliu ha chiesto di ascoltare con la formula dell’incidente probatorio anche Marjo Mema, 20 anni. Richieste cui il difensore, l’avv. Umberto Levi, ha già preannunciato opposizione. Il Gup ha aggiornato l’udienza al 7 giugno, giorno in cui renderà note la sua decisione sulle istanze di difese e pm.

Condividi: