G7, la priorità è la crescita. Migranti sfida globale

Pubblicato il 27 maggio 2016 da redazione

g727

ISE-SHIMA. – Il fantasma di una nuova crisi economica va scongiurato: bisogna sostenere la ripresa, con ogni mezzo – monetario, fiscale e strutturale – perché la “crescita è e resta la priorità urgente”. Il G7, preoccupato per una domanda che resta al palo e per lo spettro della Brexit (“un serio rischio”, uno “shock” che invertirebbe il trend), lancia un nuovo forte messaggio invitando i partner, senza perdere la bussola sul controllo del debito, a spingere su politiche espansive, usando la leva degli investimenti pubblici, anche in chiave occupazione.

Con un occhio ai timori di una deriva populista, rinfocolata anche dal risultato del recente voto austriaco, i leader invitano così a “politiche appropriate”, superando lo schema della sola austerity.

Parole messe nero su bianco che segnano un punto a favore dell’Italia, che della flessibilità ha fatto da tempo il suo cavallo di battaglia rinviando al mittente – Germania in prima linea – ogni richiesta di proseguire solo sul fronte del rigore.

La sola “politica monetaria” non basta, ribadisce il premier Matteo Renzi. Soddisfatto di aver incassato non solo da molti leader del G7 ma anche e soprattutto da Obama una promozione piena alla sua ricetta. E di aver visto il G7 impegnarsi a condividere anche l’emergenza migranti.

“I migranti e i rifugiati sono una sfida globale che richiede una risposta globale”, sottolineano infatti i Grandi, pronti ad “aumentare l’assistenza globale per sostenere i rifugiati, coloro che li ospitano”, e cooperare con “i partner, soprattutto quelli africani e mediorientali, e con i paesi confinanti di origine e transito”.

Facendo anche un ulteriore passo, in risposta all’appello, il G7 incoraggia poi “l’ammissione temporanea” e i ricollocamenti “per alleviare la pressione dei Paesi che ospitano il maggior numero di rifugiati”.

Musica per Renzi, che però non si sbilancia nell’ottimismo. Soddisfatto che il suo Migrant Compact abbia ricevuto anche l’appoggio del G7, il premier guarda avanti e chiede dopo “la condivisione, la concretezza”.

Ridimensionando allo stesso tempo l’emergenza con numeri – sottolinea – inferiori a quelli degli anni scorsi. Sul tavolo c’è anche la minaccia del terrorismo, con i leader determinati a tagliare i finanziamenti dei network jihadisti e a lanciare un appello a “non pagare riscatti” per non rimpinguare le casse del terrore, auspicando maggiore coordinamento nello scambio di informazioni, nella sicurezza dei voli e contro i foreign fighters.

Tra Mosca, esclusa dal formato G8 proprio per la crisi Ucraina, e Ise-Shima si gioca poi una battaglia a distanza sulle sanzioni: i leader le confermano – pronti a rinnovarle a giugno, dice il britannico Cameron – ribadendo che la linea rossa resta il rispetto gli accordi di Minsk.

La Russia bolla l’affermazione come ‘assurda’, riaprendo un fronte di tensione tra G7 e un player strategico nelle grandi crisi. Libia e Siria in primo piano, di cui i Grandi ovviamente parlano, riconfermando il pieno appoggio a Serraj e l’invito alle parti a riconoscerne la legittimità.

Sulla questione siriana viene ribadita invece l’esigenza della tenuta del cessate il fuoco, in particolare ad Aleppo. E si affrontano anche le crisi asiatiche, lanciando un monito alla Corea del Nord affinché cessino test nucleari e lanci di missili balistici.

Senza dimenticare di esprimere preoccupazioni per le tensioni nel mar della Cina, dove si invita ad una soluzione pacifica delle dispute. S

ul G7 di Ise-shima, seguito dalla storica visita di Obama a Hiroshima, cala il sipario. Il vertice tornerà a riunirsi tra un anno in Sicilia, probabilmente a Taormina, per un’edizione in cui Renzi ha in mente di imprimere un ‘segno italiano’ fatto di “sogno e concretezza”.

All’insegna della coesione, è l’auspicio del premier: “Spero che le piccole polemiche di politica interna cedano il passo a una discussione serrata e accesa sulle grandi sfide. L’Italia ha recuperato forza e credibilità e ora che prenderemo la presidenza del G7 dobbiamo fare uno sforzo unitario, tutti insieme, per rilanciare le nostre proposte”.

(dell’inviato Marina Perna/ANSA)

Ultima ora

00:38Calcio: Mondiali 2018, Argentina sconfitta in Bolivia

(ANSA) - LA PAZ, 29 MAR - La Bolivia ha battuto 2-0 l'Argentina in una partita valida per le eliminatorie mondiali del Sudamerica. L'Albiceleste ha giocato senza Lio Messi, squalificato qualche ora prima dell'incontro per quattro gare dalla Fifa. Le due reti sono state segnate ai 31' da Juan Carlos Arce e al 52' da Marcelo Moreno Martins.

00:16Calcio: Ventura, “campionato dal 13/8? Bisogna fare scelta”

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Siamo di fronte ad una scelta: o prendiamo la strada della costruzione, per rendere la nazionale più competitiva, o ci affidiamo solo alla buona sorte e alla casualità". Lo ha detto il ct azzurro, Gian Piero Ventura, in merito alla possibilità di cominciare il campionato a metà agosto in vista dell'importantissima sfida a settembre con la Spagna. "Non conta una data, il discorso è più ampio - ha aggiunto -. Tanto per fare un esempio, nell'anno dopo il Mondiale la Germania comincia il campionato a fine agosto, mentre l'anno prima inizia il 10 agosto e l'anno dell'Europeo il 12. Perché? Perché vogliono vincere. E' un segnale di quanto la federazione sia forte".

00:10Calcio: Spagna batte 2-0 la Francia, anche grazie alla Var

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - La Spagna batte 2-0 la Francia in un'amichevole disputata allo Stade de France, un monito per gli Azzurri che a settembre dovranno affrontare la Roja per le qualificazioni Mondiali. Risultato di rilievo, soprattutto perché ha inciso l'utilizzo della Var (Video assistance referee). Il sistema ha consentito di annullare, per fuorigioco, una rete di Griezmann all'inizio della ripresa. Scampato il pericolo, la Spagna è andato in vantaggio al 23' su rigore per un fallo su Deulofeu trasformato da David Silva. Al 32', il raddoppio delle Furie Rosse è stato messo a segno dal milanista e ancora la Var è stata decisiva, annullando la segnalazione di fuorigioco fatta dal guardalinee.

23:51Calcio: Pjaca si infortuna con la nazionale croata

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Infortunio per Marko Pjaca durante il secondo tempo dell'amichevole tra Estonia e Croazia. Il giocatore della Juventus è uscito in barella, in lacrime, a causa di un problema ad un ginocchio che, al 20', ha subito una brutta torsione. Pjaca è rimasto a terra portandosi le mani al volto, visibilmente sofferente. Ora si attende l'esito degli esami, ma sono state pessimiste le prime parole del Ct della Croazia, Ante Cacic, nel dopo partita: "L'infortunio sembra qualcosa di serio". La partita è terminata con la vittoria per 3-0 dell'Estonia.

23:35Calcio: Bonucci, in Spagna difficile ma non battuti

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Sono contento perché sta nascendo un bel gruppo con i giovani che stanno portando entusiasmo e spensieratezza, alle quali si aggiunge l'esperienza dei 'vecchi'". Leonardo Bonucci, autore del gol vittoria contro l'Olanda, vede una crescita dell'Italia ed - ai microfoni di Raiuno - afferma "tutto è utile per la crescita della squadra. Ci credevamo ed ora bisogna acquisire personalità". Il 2 settembre in Spagna l'Italia si giocherà la qualificazione al Mondiale in Russia: "Sarà difficile - afferma il difensore bianconero - ma non partiamo certo battuti". Ultima battuta sul caso Barzagli: "Ha già risposto il mister, lui si è sempre comportato da grande professionista".

23:32Calcio: Ventura “se andremo in Russia saremo sorpresa”

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Stiamo cercando di esportare un'immagine e di costruirci una certa mentalità. Contava il risultato, ma la duplice posta in palio era quella e credo che l'abbiamo centrata". Così il ct dell'Italia, Gian Piero Ventura, dopo la vittoria sull'Olanda ad Amsterdam. "Sarebbe bello andare in Russia, ma ci si va solo attraverso il lavoro e un gruppo che sta nascendo. Sono convinto che lì saremo la sorpresa del Mondiale", ha aggiunto il tecnico ai microfoni Rai. "Verratti? ha fatto una partita di spessore".

23:31Calcio: l’Italia vince 2-1 in Olanda

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Successo per 2-1 dell'Italia nell'amichevole contro l'Olanda giocata ad Amsterdam. La formazione schierata dal Ct Ventura, con ben quattro esordienti (compreso il 18enne Donnarumma tra i pali), si è ben comportata, soprattutto nel primo tempo, nel quale si sono concentrate tutte le reti. L'inizio è sfortunato con l'autorete di Romagnoli al 10'. Ma appena un minuto dopo arriva il pareggio grazie al diagonale di Eder, bravo a sfruttare un errore di rinvio degli avversari. Ed al 32' Bonucci realizza il gol vittoria, ribadendo in rete una deviazione del portiere olandese su un colpo di testa di Parolo. Nella ripresa tante sostituzioni ed un paio di interventi importanti del giovane portiere del Milan che ha 'blindato' il risultato fino al fischio finale.

Archivio Ultima ora