G7, la priorità è la crescita. Migranti sfida globale

Pubblicato il 27 maggio 2016 da redazione

g727

ISE-SHIMA. – Il fantasma di una nuova crisi economica va scongiurato: bisogna sostenere la ripresa, con ogni mezzo – monetario, fiscale e strutturale – perché la “crescita è e resta la priorità urgente”. Il G7, preoccupato per una domanda che resta al palo e per lo spettro della Brexit (“un serio rischio”, uno “shock” che invertirebbe il trend), lancia un nuovo forte messaggio invitando i partner, senza perdere la bussola sul controllo del debito, a spingere su politiche espansive, usando la leva degli investimenti pubblici, anche in chiave occupazione.

Con un occhio ai timori di una deriva populista, rinfocolata anche dal risultato del recente voto austriaco, i leader invitano così a “politiche appropriate”, superando lo schema della sola austerity.

Parole messe nero su bianco che segnano un punto a favore dell’Italia, che della flessibilità ha fatto da tempo il suo cavallo di battaglia rinviando al mittente – Germania in prima linea – ogni richiesta di proseguire solo sul fronte del rigore.

La sola “politica monetaria” non basta, ribadisce il premier Matteo Renzi. Soddisfatto di aver incassato non solo da molti leader del G7 ma anche e soprattutto da Obama una promozione piena alla sua ricetta. E di aver visto il G7 impegnarsi a condividere anche l’emergenza migranti.

“I migranti e i rifugiati sono una sfida globale che richiede una risposta globale”, sottolineano infatti i Grandi, pronti ad “aumentare l’assistenza globale per sostenere i rifugiati, coloro che li ospitano”, e cooperare con “i partner, soprattutto quelli africani e mediorientali, e con i paesi confinanti di origine e transito”.

Facendo anche un ulteriore passo, in risposta all’appello, il G7 incoraggia poi “l’ammissione temporanea” e i ricollocamenti “per alleviare la pressione dei Paesi che ospitano il maggior numero di rifugiati”.

Musica per Renzi, che però non si sbilancia nell’ottimismo. Soddisfatto che il suo Migrant Compact abbia ricevuto anche l’appoggio del G7, il premier guarda avanti e chiede dopo “la condivisione, la concretezza”.

Ridimensionando allo stesso tempo l’emergenza con numeri – sottolinea – inferiori a quelli degli anni scorsi. Sul tavolo c’è anche la minaccia del terrorismo, con i leader determinati a tagliare i finanziamenti dei network jihadisti e a lanciare un appello a “non pagare riscatti” per non rimpinguare le casse del terrore, auspicando maggiore coordinamento nello scambio di informazioni, nella sicurezza dei voli e contro i foreign fighters.

Tra Mosca, esclusa dal formato G8 proprio per la crisi Ucraina, e Ise-Shima si gioca poi una battaglia a distanza sulle sanzioni: i leader le confermano – pronti a rinnovarle a giugno, dice il britannico Cameron – ribadendo che la linea rossa resta il rispetto gli accordi di Minsk.

La Russia bolla l’affermazione come ‘assurda’, riaprendo un fronte di tensione tra G7 e un player strategico nelle grandi crisi. Libia e Siria in primo piano, di cui i Grandi ovviamente parlano, riconfermando il pieno appoggio a Serraj e l’invito alle parti a riconoscerne la legittimità.

Sulla questione siriana viene ribadita invece l’esigenza della tenuta del cessate il fuoco, in particolare ad Aleppo. E si affrontano anche le crisi asiatiche, lanciando un monito alla Corea del Nord affinché cessino test nucleari e lanci di missili balistici.

Senza dimenticare di esprimere preoccupazioni per le tensioni nel mar della Cina, dove si invita ad una soluzione pacifica delle dispute. S

ul G7 di Ise-shima, seguito dalla storica visita di Obama a Hiroshima, cala il sipario. Il vertice tornerà a riunirsi tra un anno in Sicilia, probabilmente a Taormina, per un’edizione in cui Renzi ha in mente di imprimere un ‘segno italiano’ fatto di “sogno e concretezza”.

All’insegna della coesione, è l’auspicio del premier: “Spero che le piccole polemiche di politica interna cedano il passo a una discussione serrata e accesa sulle grandi sfide. L’Italia ha recuperato forza e credibilità e ora che prenderemo la presidenza del G7 dobbiamo fare uno sforzo unitario, tutti insieme, per rilanciare le nostre proposte”.

(dell’inviato Marina Perna/ANSA)

Ultima ora

00:23Calcio: Douglas Costa, vittoria difficile ma importante

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Sono contento del gol e di aver aiutato la squadra. Nel secondo tempo siamo un po' calati fisicamente, è stata difficile ma non abbiamo subito gol con grande sacrificio a parte di tutti: abbiamo portato a termine la partita in vantaggio e quello è l'importante". Le parole a caldo del giocatore juventino Douglas Costa dopo l'1-0 sul Genoa che ha riportato i bianconeri a -1 dal Napoli. "Mettere pressione al Napoli? Noi dobbiamo pensare solo a noi stessi e andare avanti senza guardare gli altri", ha aggiunto il centrocampista.

00:18Donna uccisa in agguato a Napoli, tre colpi al volto

(ANSA) - NAPOLI, 22 GEN - Una donna di 54 anni, Annamaria Palmieri, è stata uccisa in un agguato ed è stata trovata riversa in via del'Alveo Artificiale nel quartiere periferico di San Giovani a Teduccio a Napoli. Lo si apprende da fonti della Questura. Dai primi rilievi emerge che la donna è stata raggiunta da tre colpi di pistola al volto. La donna, rilevano le stesse fonti, aveva precedenti per reati contro il patrimonio, per droga e per associazione per delinquere. Agenti della Scientifica stanno operando nell'area del rinvenimento del corpo.

00:08Calcio: serie A, Juventus-Genoa 1-0

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - La Juventus con il minimo sforzo batte il Genoa nel posticipo della 21/a giornata si serie A e tiene il passo del Napoli, vittorioso ieri a Bergamo. Di Douglas Costa, al 16', l'unica rete della partita, alla quale il Genoa non ha saputo replicare. I bianconeri, alla quarta vittoria di fila, seguono ad una lunghezza il Napoli, che comanda a quota 54, e hanno 10 lunghezze di vantaggio sulla terza, la Lazio. Il Genoa, reduce da tre risultati utili consecutivi, è fermo a 21 punti, +5 dalla zona retrocessione.

22:32Calcio: Marotta, quella su Balotelli è una bufala

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Le voci su Balotelli? C'è affetto e stima per questo ragazzo, ma è una notizia da fantacalcio, una bufala. Quello di Balotelli è un profilo che non occorre alla Juventus". L'ad della Juventus, Giuseppe Marotta, prima di Juve-Genoa nega ogni interesse per l'attaccante del Nizza e anche per il giocatore della Lazio De Vrij: "non è un nostro obiettivo". Confermata invece la pista Emre Can. "L'interesse è chiaro - dice il dirigente a Premium Sport - vogliamo tentare di portarlo con noi, ma non è detto che ci riusciremo perché al momento ha un contratto con il Liverpool. Potrebbe rinnovarlo e oltretutto ci sono altre squadre su di lui".

22:21Calcio: Verona, presidente conferma la panchina a Pecchia

(ANSA) - VERONA, 22 GEN - Niente cambi sulla panchina del Verona. Fabio Pecchia resta in sella, e guiderà la squadra gialloblù anche nel prossimo impegno di campionato, in trasferta al Franchi, contro la Fiorentina. Lo ha deciso il presidente del club, Maurizio Setti. La squadra andrà intanto in ritiro. "Al termine di una giornata di riflessioni e confronti - spiega il Verona in una nota - il presidente dell'Hellas Verona, Maurizio Setti, ha deciso che la squadra andrà in ritiro fino a data da destinarsi. Il gruppo, in vista del match contro la Fiorentina, si allenerà ad Imola agli ordini di Fabio Pecchia e del suo staff, con il primo allenamento in programma per mercoledì 24 gennaio". La proprietà comunica inoltre di aver indetto il silenzio stampa, esteso "a tutti i propri tesserati".

22:15Calcio: Rafinha, voglio vincere dei titoli con l’Inter

(ANSA) - MILANO, 22 GEN - "Sono davvero molto felice, è una grande soddisfazione arrivare qui. E' una tappa importante della mia vita e ho tanta voglia di affrontare questa nuova fase della mia carriera. All'Inter sono passati tanti giocatori importanti, che hanno fatto la storia. Voglio fare del mio meglio e dare tutto per arrivare il più in alto possibile e vincere titoli con questi colori". Sono le prime parole di Rafinha da giocatore, rilasciate a Inter TV. "Cerco sempre di ottenere il massimo, voglio vincere più partite possibili e aiutare la squadra a raggiungere il nostro obiettivo, la Champions League", ha aggiunto. Rafinha, che vestirà la maglia numero 8, ritrova anche Mauro Icardi, compagno ai tempi della Cantera del Barcellona: "È sempre bello avere nel gruppo chi parla la tua lingua, conosco anche Mauro, ho giocato con lui. Mi ha dato subito una mano facendomi visitare il Centro Sportivo di Appiano Gentile".

22:12Calcio: 40 anni Buffon, France Football gli dedica copertina

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Un regalo per i 40 anni di Gianluigi Buffon, che li compirà domenica prossima. France Football, nel suo numero in edicola domani, dedica la copertina e uno speciale di 16 pagine al portiere juventino e della Nazionale, definito, tra l'altro, un monumento del calcio. Lo speciale rievoca la lunga carriera del giocatore "fenomeno di longevità e di successo", che "pur ancora in piena attività è già diventato una leggenda del football mondiale" e un "modello per i colleghi, per le prestazioni e il comportamento". Non manca nello speciale una carrellata di auguri, a volte sorprendenti, di colleghi di tutto il mondo e l'interrogativo se il portiere azzurro sia da inserite tra i cinque più forti della storia.

Archivio Ultima ora