Mattarella, migliorare le condizioni di vita nei paesi da cui i flussi hanno origine

Pubblicato il 30 maggio 2016 da redazione

Migrants after a night in the train station of Ventimiglia, on the Italian border with France, Ventimiglia (Italy), 18 June 2015. ANSA/LUCA ZENNARO

Migrants after a night in the train station of Ventimiglia, on the Italian border with France, Ventimiglia (Italy), 18 June 2015. ANSA/LUCA ZENNARO

SARAJEVO. – “Pensare di deviare i flussi di immigrazione da un Paese all’altro? Risposta singolarmente ingenua. Risolvere il problema dei migranti chiudendo frontiere e con iniziative singole? Azione effimera ed inutile”.

Mentre nel Mediterraneo le stime variano dai 600 ai mille morti in mare negli ultimi tre giorni e le storie raccontano di bimbi annegati, genitori disperati e neonati miracolosamente recuperati vivi, Sergio Mattarella continua la sua campagna di sensibilizzazione sui diritti dei migranti ed i doveri dell’Europa.

E lo ha fatto anche da Sarajevo durante un meeting dei Paesi balcanici, ben più sensibili dei Paesi del nord Europa al tema dei flussi. Quello dell’immigrazione è “un fenomeno epocale e destinato a durare nel tempo” e “atteggiamenti solitari e di chiusura sono effimeri e inefficaci. Occorrono al contrario – ha detto il presidente della Repubblica ai rappresentanti di Bosnia, Serbia, Croazia, Slovenia, Montenegro, Kosovo, Albania e Macedonia – politiche unitarie e coerenti, azioni coordinate a livello planetario nel campo della solidarietà e dell’accoglienza”.

Serve innanzitutto “lucidità” per affrontare una sfida di queste proporzioni e servono anche “politiche credibili in tema di attivazione di canali legali di migrazioni e rimpatri”. Insomma, ha spiegato Mattarella, il problema non si può tamponare con muri e barriere ma si deve aggredire con una visione etica e di lungo periodo, per esempio migliorando “le condizioni di vita nei paesi da cui i flussi hanno origine”.

La distanza dell’Europa dal problema dei flussi, tra l’altro sottolineata dalla Macedonia che ha parlato di “abbandono da parte di Bruxelles, è stata stigmatizzata anche dalla presidente della Camera, Laura Boldrini.

“E’ con amaro realismo che affermo che i flussi di rifugiati e di migranti sono divenuti un problema comune europeo soltanto quando, la scorsa estate, decine di migliaia di persone hanno cominciato a raggiungere, a piedi, il cuore del nostro continente.

Ricorderemo il 2015 come l’anno del flusso lungo la ‘rotta balcanica’”, ha ricordato la presidente della Camera nel suo intervento al vertice dei Parlamenti dell’Unione per il Mediterraneo in corso a Tangeri.

Per questo è arrivata l’ora di parlare di una sorta di “Piano Marshall” per il Mediterraneo del sud: “è il tempo che l’Europa vari un grande piano strategico che sappia coniugare visione di medio e lungo termine, risorse economiche importanti ed impegno politico.

E’ il tempo di un’piano Marshall’ per l’area euromediterranea e per l’Africa”, ha spiegato la Boldrini sottolineando che questo è un interesse anche dell’Unione europea.

Di tutt’altro avviso Matteo Salvini che parla addirittura di “genocidio di italiani”: “è’ stato raggiunto il limite, pensate che abbiamo 1 milione e 400 mila bambini sotto la soglia della povertà che tirano a campare; bisogna trovare una soluzione a casa loro perchè quella che è in corso è una immigrazione organizzata finanziata da chi sta facendo una marea di soldi.

C’è una “sostituzione etnica” in corso per portare masse di stranieri in Italia e cancellare gli italiani, è un tentativo di genocidio”, ha assicurato in Tv.

E’ solo uno sciacallo. L’unico genocidio a cui stiamo assistendo è quello di cui ogni giorno sono vittime i migranti che scappano da guerra e fame e trovano la morte in mare”, gli ha replicato Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana.

(dell’inviato Fabrizio Finzi/ANSA)

Ultima ora

11:09Ciclismo: Tour down under, Porte vince la penultima tappa

(ANSA) - ADELAIDE (AUSTRALIA), 20 GEN - Richie Porte ha vinto la 5/a e penultima tappa del Tour down under, gara d'apertura della stagione ciclistica internazionale, che si concluderà domani. L'australiano, vero e proprio beniamino di casa, con il tempo di 3h42'22", si è aggiudicato la McLaren Vale-Willunga Hill, lunga 151,5 chilometri, precedendo nell'ordine il sudafricano Daryl Impey di 8" e l'olandese Tom-Jelte Slagter di 10". Quest'ultimo guidava un gruppetto di corridori giunti sul traguardo con lo stesso tempo e del quale faceva parte anche l'italiano Diego Ulissi, che si è piazzato al settimo posto. In classifica generale al comando c'è sempre Impey, in 18h02'15", davanti a Porte (stesso tempo) e Slagter (a 16"), mentre Ulissi è quarto, con 20" di ritardo. Domani gran finale con la Adelaide-Adelaide (king William street) lunga 90 chilometri. (ANSA).

10:46Tennis: Australia, Fognini vola negli ottavi dopo cinque set

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Fabio Fognini segue l'esempio dell'altro azzurro Andreas Seppi e si qualifica per gli ottavi degli Australian open, in corso sui campi di Melbourne. Il tennista nato a Sanremo, 25/a testa di serie del torneo, ha battuto il 36enne francese Julien Benneteau, numero 59 del ranking Atp, dopo cinque set: di 3-6, 6-2, 6-1, 4-6, 6-3, il punteggio maturato in tre ore di gioco. Dal 1976, anno del successo in Coppa Davis in Cile, l'Italia non riusciva a presentare due atleti negli ottavi del tabellone maschile di un torneo valido per lo Slam: l'ultima volta accadde al Roland Garros, con Adriano Panatta - che poi avrebbe vinto - e Corrado Barazzutti.

10:22Usa: Pence partito per Medio oriente

(ANSA) - WASHINGTON, 20 GEN - Il vicepresidente degli Stati Uniti, Mike Pence, e' appena partito per il suo annunciato tour in Medio Oriente, che lo vedrà in Egitto, Giordania e Israele. Il volo effettuerà una tappa di rifornimento in Irlanda in nottata, per poi proseguire verso il Cairo.

09:51Usa: Twitter, 700mila utenti incappati in propaganda Mosca

(ANSA) - WASHINGTON, 20 GEN - Twitter notificherà a quasi 700.000 utenti che hanno interagito con profili identificati quali potenziali veicoli di propaganda ad opera del governo russo durante le elezioni presidenziali americane del 2016. Lo ha reso noto il servizio di microblogging, che ha inoltre indicato migliaia di profili associati alla cosiddetta 'fabbrica dei troll', la societa' tecnologica russa 'Internet Research Agency' (Ira) di San Pietroburgo, che e' accusata di aver usato i social media per diffondere fake news nelle elezioni americane, profili che vanno ad aggiungersi a quelli gia' riportati al Congresso lo scorso ottobre. In particolare Twitter ha riferito di aver identificato 3.814 profili legati ad Ira, che hanno postato circa 176mila tweet nelle dieci settimane prima del voto, e altri 50.258 profili automatizzati considerati legati al governo russo che hanno twittato oltre un milione di volte.

09:17Pakistan: terrorismo,capo esercito conferma condanne a morte

(ANSA) - ISLAMABAD, 20 GEN - Il comandante dell'esercito pachistano, generale Qamar Javed Bajwa, ha confermato la condanna a morte sentenziata per dieci "terroristi irriducibili" da speciali tribunali militari. Lo ha reso noto l'Ufficio stampa dell'esercito (Ispr). In un comunicato l'Ispr ha precisato che i condannati sono stati coinvolti in "attività terroristiche, uccisione di civili innocenti, attacchi a istituzioni educative, brutale uccisione di soldati e in attacchi alle forze dell'ordine e alle forze armate del Pakistan". Secondo la Commissione per i diritti umani del Pakistan (Hrcp), dopo la revoca nel 2014 della moratoria sulle esecuzioni delle condanne a morte, ne sono state eseguite 471 mediante impiccagione.

09:04Coree: Sud chiede a Nord motivi cancellazione missione

(ANSA) - PECHINO, 20 GEN - La Corea del Sud ha chiesto al Nord in via formale le ragioni della sospensione comunicata ieri sera della missione che avrebbe dovuto inviare oggi per i sopralluoghi a Seul e a Gangnueng dove si esibiranno i suoi gruppi artistici di 240 persone, parte degli accordi sulla partecipazione alle Olimpiadi invernali di PyeongChang (9-25 febbraio). "Abbiamo inviato un documento al Nord alle 11:20 (le 3:20 in Italia) attraverso il canale di comunicazione di Panmunjom chiedendo una spiegazione sulla cancellazione della missione del team", ha riferito il ministro dell'Unificazione Cho Myung-gyon. La visita di due giorni, anticipata rispetto alla data del 25 gennaio concordata per i primi arrivi al Sud della delegazione nordcoreana, avrebbe visto impegnato un gruppo di 7 persone guidato da Hyon Song-wol, leader della Moranbong Band, gruppo pop femminile creato a luglio 2012 su volontà del leader Kim Jong-un.

07:46Usa, amministrazione federale in shutdown

(ANSA) - WASHINGTON, 20 GEN - E' scattato alla mezzanotte ora di Washington (le 6 in Italia) il temuto 'shutdown', ovvero la chiusura degli uffici amministrativi federali negli Stati Uniti in seguito al voto al Senato contro il provvedimento per finanziare il bilancio di governo. In una corsa contro il tempo si sono tentati negoziati in aula che non hanno tuttavia portato ad alcun accordo prima della scadenza fissata. La Casa Bianca, nella prima reazione allo shutdown, punta il dito contro i democratici. La portavoce Sarah Sanders in un comunicato sottolinea: "Non negozieremo lo status di cittadini illegali mentre (i democratici) tengono i nostri cittadini ostaggio di richieste incoscienti". E continua: "Questo e' comportamento da ostruzionisti, non da legislatori".

Archivio Ultima ora