Sexto Encuentro de los Italianistas Venezolanos

Pubblicato il 30 maggio 2016 da redazione

italicos

La Asociación de los Italianistas Venezolanos (ADIVE) se funda en el año 2003 por un grupo de académicos de las universidades Simón Bolívar y Central de Venezuela, preocupados por la difusión del idioma italiano y su cultura dentro del marco de los programas de enseñanza de lenguas extranjeras en el país.

De este modo, se crea un polo de atracción para aquellos interesados en tópicos relacionados con la italicidad y, sobre todo, un espacio para el encuentro y la reflexión sobre la didáctica y la lingüística aplicada asociadas a la lengua italiana, habida cuenta del gran interés que este idioma suscita en Venezuela.

Una de las actividades que ha tenido mayor éxito ha sido la organización de encuentros entre especialistas nacionales e invitados extranjeros de Italia lo que ha permitido actualizar los conocimientos y establecer contactos entre profesionales y estudiantes de lengua y cultura italianas.

A lo largo de los años, los encuentros se han celebrado no solamente en Caracas sino en Mérida, Maracaibo y Cumaná creando asociaciones hermanadas con ADIVE puesto que el interés por el italiano abarca todos los rincones del país. Ahora, el 3 y 4 de junio se celebrará el “Sexto Encuentro de Los Italianistas Venezolanos” nuevamente en la ciudad capital y como una de las actividades dentro del marco del “Festival Itálico” que permeará Chacao de eventos culturales y gastronómicos por cuatro días consecutivos.

El Instituto Italiano de Cultura en Venezuela, la Sociedad Dante Alighieri de Maracay y ADIVE son los promotores de este encuentro el cual se centrará en la presentación de la situación actual del italiano en Venezuela y sus perspectivas futuras. Para ello, se han invitados exponentes de las principales casas de estudio, escuelas italo venezolanas e institutos privados para que expongan en mesas redondas sus respectivas situaciones y necesidades.

Estas mesas de trabajo serán acompañadas por un ciclo de conferencias realizadas por especialistas del área y cuyos temas versarán sobre aspectos de evolución de la lengua italiana de fuera de Italia, producción de la misma por hispano hablantes y descendientes de italianos en el país y formación para profesores de italiano.

Las actividades tomarán lugar el viernes 3 de junio en el IIC y el sábado 4 de junio en la Sala Cabrujas en Chacao.

(Giancarla Marchi/Voce)

Ultima ora

23:54Calcio: Spalletti, vera fortuna è allenare questi ragazzi

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - "A questi calciatori vanno fatti i complimenti: continuate a dirci che siamo fortunati, ma la mia vera fortuna è allenare questi ragazzi. Sanno fare il loro mestiere, sanno dove vogliono andare e oggi sono venuti qui a giocare una buonissima partita''. Ai microfoni di Premium Sport, l'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti, risponde così a chi continua a definire la sua squadra fortunata. ''Che poteva anche essere giocata anche meglio. A volte i giocatori del Napoli sembrano i figli di Goldrake, per le cose quasi incredibili che fanno, e giocare contro di loro non è facile. Dobbiamo ancora imparare tanto, perché in alcune situazioni potevamo anche fare gol, ma abbiamo anche fatto dei passi in avanti importanti''. ''Ci vuole del tempo - aggiunge Spalletti -e noi dobbiamo essere bravi ad accorciarlo. Se poi mi continuate a chiedere se lotteremo per lo Scudetto, vi rispondo di sì, lo vinceremo (ironico, ndr)".

23:45Basket: Serie A, Venezia-Cremona 92-81

(ANSA) - VENEZIA, 21 OTT - I Campioni d'Italia dell'Umana Reyer Venezia mantengono l'imbattibilità in campionato, piegando nell'anticipo della quarta giornata la Vanoli Cremona 92-81 e allungando così in testa alla classifica in solitaria per almeno 24 ore. Gli ospiti, guidati dal CT della Nazionale Sacchetti, affrontano l'incontro a viso aperto, partendo meglio degli avversari (12-20 al 5') e riuscendo poi più volte a rientrare in partita dopo il sorpasso veneziano. Decisivo il terzo quarto, in cui l'Umana Reyer serra le fila in difesa, prendendo il largo dopo il 56-52 al 23'. Venezia sfrutta la maggior profondità, trovando proprio dalla panchina le cose migliori (50 punti dei giocatori non partiti in quintetto sui 92 totali, mentre Cremona trova solo 13 punti dalle riserve), con Watt mvp (20 punti in 13', con 27 di valutazione) e Orelik ancora una volta micidiale nel tiro da 3. Nelle file cremonesi, il migliore è ancora una volta Johnson-Odom, autore di 27 punti, ma non basta, così come l'apporto sotto le plance di Sims

23:23Calcio: Inter, Vecino “stasera un punto importante”

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - "Abbiamo fatto una partita importante, sapevamo che sarebbe stato difficile contro quella che al momento è la squadra più forte. Nel secondo tempo abbiamo sofferto un po', ma questo punto è importante per la classifica e per il morale". Queste le parole del centrocampista dell'Inter Matias Vecino dopo il pareggio senza reti al San Paolo di Napoli. "Inter da scudetto? Noi ci sentiamo forti, ma abbiamo ancora molto da crescere: dobbiamo guardare partita dopo partita", ha concluso Vecino.

23:20Calcio: serie A, Napoli-Inter 0-0

(ANSA) - NAPOLI, 21 OTT - L'Inter blocca il Napoli, finisce 0-0 il secondo anticipo della nona giornata di serie A. Al San Paolo i partenopei ci provano subito con Hamsik, l'Inter risponde con un cross di Perisic fermato da Koulibaly. La squadra di Sarri va vicina al gol al 20': tiro di Callejon respinto da Handanovic che ribatte anche la successiva conclusione di Mertens. Fiammata Inter al 41' con un destro di Borja Valero deviato in calcio d'angolo da Reina. Nerazzurri vicinissimi al vantaggio al 47' con Vecino che dopo aver scambiato con Icardi salta Reina e prova il tiro, Albiol salva sulla linea. Al 56' Callejon serve Hamsik la cui conclusione finisce a lato di un soffio. Al 76' Insigne, la cui presenza è stata in dubbio fino all'ultimo, tenta il tiro a giro da fuori area, palla di poco fuori. Handanovic ancora protagonista all'84' quando respinge un tiro da fuori di Zielinski e al 90' quando evita l'autogol di Miranda. Napoli sempre primo in classifica con 25 punti, l'Inter insegue a quota 23.

22:33Rep.Ceca ha scelto il populista Babis

(ANSA) - PRAGA, 21 OTT - Le elezioni parlamentari nella Repubblica Ceca sono finite con il trionfo di Andrej Babis, il magnate populista leader del movimento Ano 2011, che si è affermato con un grande distacco dagli altri otto partiti entrati in Parlamento. In una tornata elettorale che segna la debacle per i socialdemocratici, che potrebbero uscire dal governo per andare all'opposizione, definendo un nuovo flop della sinistra europea. Volano, piazzandosi al secondo posto, i populisti di un partito anti-islam ed euroscettico. Babis, controverso imprenditore messo alla porta dal governo uscente per le accuse di frode che lo hanno travolto mentre occupava il dicastero alle finanze, è affidabile per il 30% dei cechi e adesso può diventare premier. E' contro i migranti islamici, contro l'adozione dell'euro, contro il diktat di Bruxelles. Come il capo di Stato, Milos Zeman. E lo stesso Zeman ha più volte dichiarato di volergli dare la possibilità di formare il governo.

22:33Calcio: Giampaolo ‘squadra matura, bravi a gestire gara’

(ANSA) - GENOVA, 21 OTT - Non soffre di vertigini la Sampdoria che con il successo sul Crotone vola in classifica. La quarta vittoria consecutiva casalinga da inizio campionato permette alla Samp attuale di eguagliare il record di un'altra Sampdoria, quella dello scudetto. "Ci fa piacere - ha detto Giampaolo -e rende merito alla squadra e a quello che ha saputo fare in queste prime partite in casa. Però manca quella contro la Roma (rinviata per maltempo) e non possiamo sapere in realtà come sarebbe finita, diciamo che è andata bene così". Record a parte, il 5-0 finale è una dimostrazione di forza innegabile. "Andando subito in vantaggio la partita si è messa bene e il secondo gol è arrivato poco dopo - ha spiegato il tecnico blucerchiato -. Il Crotone da par suo ha fatto fatica ad abbozzare una reazione e nell'intervallo ho detto alla squadra che il salto di qualità sarebbe stato nel non concedere niente e nel non abbassare il livello della tensione''.

22:17Turista morto in S.Croce, c’è un quarto indagato

(ANSA) - FIRENZE, 21 OTT - C'è un quarto indagato nell'inchiesta della procura di Firenze sulla morte del turista spagnolo Daniel Testor Schnell nella basilica di Santa Croce: si tratta della titolare della ditta specializzata che ha operato per ultima nella manutenzione dell'area interessata dalla caduta del capitello, architetto Laura Mannucci. L'intervento risalirebbe parecchio indietro nel tempo, sembra a diversi anni fa. Anche in questo caso si tratta di un avviso di garanzia per omicidio colposo. Gli altri tre indagati sono i dirigenti dell'Opera di Santa Croce, il presidente Irene Sanesi, il segretario generale Giuseppe De Micheli e il tecnico responsabile, geometra Marco Pancani. La basilica di Santa Croce, intanto, resta ancora chiusa al pubblico per sopralluoghi e verifiche.

Archivio Ultima ora