Si accende la campagna elettorale per i Comuni

Pubblicato il 30 maggio 2016 da redazione

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi a Trieste per la firma di un protocollo d'intesa tra Presidenza del Consiglio dei ministri, Ministero dei Beni culturali, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Comune e Autorità portuale per la valorizzazione delle aree già facenti parte del compendio del Porto Vecchio di Trieste, Trieste, 28 maggio 2016. ANSA/TIBERIO BARCHIELLI/UFFICIO STAMPA PALAZZO CHIGI

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi a Trieste per la firma di un protocollo d’intesa tra Presidenza del Consiglio dei ministri, Ministero dei Beni culturali, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Comune e Autorità portuale per la valorizzazione delle aree già facenti parte del compendio del Porto Vecchio di Trieste, Trieste, 28 maggio 2016. ANSA/TIBERIO BARCHIELLI/UFFICIO STAMPA PALAZZO CHIGI

ROMA. – Con un duro attacco alla sinistra che “gode a perdere” e ai pentastellati che sono eterodiretti da “mail anonime”, Matteo Renzi surriscalda l’ultima settimana di campagna elettorale. Il premier è a Torino e poi Varese, domani sarà a Milano, mercoledì Roma, venerdì Bologna, Rimini e Ravenna. Perché, ricorda il “veterano” Piero Fassino, “il 20% degli elettori decide se e come votare in questa settimana”. Sembrano perciò abbassarsi – anche se l’atmosfera è tesissima – anche i toni dello scontro interno al Pd sul referendum costituzionale.

Perché domenica si vota e intanto gli avversari non stanno a guardare. E se Silvio Berlusconi suona la carica da Milano per provare a far vincere Stefano Parisi, il M5S incalza a Roma. Renzi non si stanca di insistere “sull’incredibile valore che avrà il referendum di ottobre, anche per la credibilità del Paese all’estero”. Ma a sei giorni dal voto, il premier scende sul ring delle comunali.

E al fianco di Fassino lancia la volata finale. “Gli juventini vadano dai granata, i granata vadano dagli juventini”, è la provocazione che lancia ai Dem torinesi, perché non si risparmino nella “propaganda”. “Fuori da noi c’è l’elenco delle sfighe. Gli altri cercano di gufare perché l’Italia non ce la faccia. Noi la stiamo portando fuori dalla palude, gli altri sperano nell’autodistruzione del Paese”, è l’invito di Renzi.

Ma le opposizioni replicano attaccando sul bonus degli 80 euro: oltre un milione di italiani, denunciano Fi, Fdi e Sel, hanno dovuto restituirlo. Ma il governo precisa che il numero è più limitato e la restituzione riguarda solo chi, a conti fatti, ha superato il reddito previsto per aver diritto al bonus.

Intanto da Torino il premier attacca a muso duro la sinistra extra-dem che, con la candidatura di Airaudo, ostacola la vittoria di Fassino al primo turno: “Se i compagni Airaudo e Landini avessero avuto ragione oggi la Fiat Chrysler non sarebbe più a Torino. Abbiamo avuto ragione noi a rifiutare la cultura del no. C’è una parte della sinistra che gode nel perdere e lamentarsi e una sinistra che invece prova a vincere”.

L’altro fronte di attacco è al M5s, che conduce nei sondaggi a Roma. Il Pd incalza sull’annuncio degli assessori (uno “a termine”) anticipato da Luigi Di Maio e ufficializzato da Virginia Raggi. “Mandano mail anonime a dirti ciò che devi fare e ciò che non devi, a indicare gli assessori. Più che pentastellati sembrano un pentapartito”, ha buon gioco ad attaccare Renzi, negli stessi minuti in cui da Parma il sindaco M5s Federico Pizzarotti, sospeso dal Movimento, denuncia il “limbo insopportabile” e “paradossale” in cui è tenuto.

Ma Alessandro Di Battista rivendica la ‘diversità’ grillina dal ‘sistema’ che “butta fango ogni giorno”. Il deputato sostiene che proprio “la violenza inaudita degli attacchi contro M5S dovrebbe convincere gli italiani a darci una possibilità”. E fa un esempio: “Se Grillo non viene a Piazza del Popolo il 3 dicono che ‘ha mollato Raggi’, se verrà diranno che è eterodiretta”.

Da Milano, intanto, Berlusconi scommette sulla vittoria di Stefano Parisi come primo passo per la sconfitta della sinistra anche al referendum costituzionale. “Se io avessi fatto un decimo di quanto fa Renzi sarebbe venuta la rivoluzione”, lamenta tornando a denunciare il “regime”. Se a ottobre vincesse il ‘no’, si è a più riprese detto convinto Berlusconi, si aprirebbe la strada di un governo di unità nazionale.

Ma Stefano Fassina, candidato di SI, bolla l’ipotesi come “fantapolitica”. Sul referendum si abbassano per un giorno i toni nel Pd. Anche perché Renzi, pur rivendicando la “rottamazione” di chi prima di lui ha portato alla “palude”, assicura che il Pd “non butta fuori chi dissente”.

Proprio un tentativo di mettere alla porta la sinistra del partito è stato denunciato da Gianni Cuperlo: a questo si arriverà se non “c’è ascolto e dialogo”. Ma sia il vicesegretario Lorenzo Guerini, che rassicura sul punto dolente della legge elettorale per il Senato, sia il presidente Matteo Orfini, secondo il quale nessuno deve andarsene, provano a svelenire i toni: “Basta litigare, siamo in campagna elettorale”, dice Orfini.

E la minoranza, replica Roberto Speranza, è in prima linea: “I nodi politici ci sono, sono tanti e sono molto seri, ma ne discuteremo soltanto dopo”.

(di Serenella Mattera)

Ultima ora

15:04Ladro a processo per direttissima fugge dal tribunale

(ANSA) - GENOVA, 23 MAG - Evasione dal tribunale di Genova questa mattina. Un marocchino di 26 anni è scappato mentre stava per essere processato per direttissima per una serie di furti in auto. L'uomo era appena stato chiamato dal giudice per il suo turno ma invece di entrare in aula, con una azione fulminea, ha iniziato a correre ed è evaso. Sul posto sono arrivate sei pattuglie della polizia che lo stanno ancora cercando.(ANSA).

14:55Terremoto: Marini, nuova scuola media Norcia è un simbolo

(ANSA) - NORCIA (PERUGIA), 23 MAG - "Come pensava Giovanni Falcone, di cui oggi ricorre l'anniversario della morte, è possibile realizzare un'Italia diversa affidandosi soprattutto ai più giovani. Questa inaugurazione assume quindi un significato ancora più simbolico": lo ha detto stamani la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, durante l'inaugurazione (cui è intervenuta anche la sottosegretaria Maria Elena Boschi) della nuova scuola media di Norcia, realizzata dalla fondazione Rava e grazie alla raccolta fondi di Corriere della Sera, La7 e Tim. "Insieme al commissario Errani - ha aggiunto Marini - abbiamo approvato il piano scuole che prevede di restituire con il prossimo anno scolastico l'edificio che ospita le secondarie superiori di Norcia mentre attiveremo insieme al Comune la realizzazione condivisa di quelle definitive". "Inoltre - ha aggiunto Marini - la scorsa settimana con Anas abbiamo preso atto del piano di emergenza sulla viabilità che permetterà gli interventi di riparazione e consolidamento del sistema viario dell'Appennino. Quindi speriamo che la scadenza prevista per consentire il transito agevole per Castelluccio possa avvenire - ha concluso - secondo il cronoprogramma che ci hanno presentato, quindi entro i primi di luglio". (ANSA).

14:39Manchester: Firenze, in mano al David bandiera Regno Unito

(ANSA) - FIRENZE, 23 MAG - In segno di solidarietà con il popolo inglese una bandiera del Regno Unito è stata messa in mano al David di piazza della Signoria mentre una banda nera in segno di lutto è stata legata al suo braccio. "Grande tristezza e dolore per i tragici fatti di Manchester" è stata espressa dal sindaco di Firenze, Dario Nardella che su Instagram ha anche scritto: "Firenze abbraccia il popolo britannico".

14:19Venezuela: altri due morti nelle proteste a Barinas

(ANSA) - CARACAS, 23 MAG - La Procura Nazionale venezuelana ha informato oggi sulla morte di altre due persone durante le proteste, scontri e saccheggi che si sono registrati ieri a nello stato di Barinas, nell'ovest del paese. In questo modo, il bilancio di vittime dall'inizio delle manifestazioni antigovernative sale a 56 morti.

14:11Bahrein: fuoco polizia su manifestanti sciiti

(ANSA) - TEHERAN, 23 MAG - Una persona è morta e altre sono rimaste ferite a Diraz, in Bahrein, dopo che la polizia ha aperto il fuoco contro alcuni manifestanti sciiti che protestavano contro la condanna inflitta nei giorni scorsi al leader sciita Sceicco Isa Qassim. Lo riferisce l'agenzia iraniana Tasnim, citando anche l'Istituto britannico per i diritti e la democrazia in Bahrein (Bird). Secondo quanto riferito dal ministero dell'Interno di Manama, la polizia ha arrestato diverse persone "su disposizione delle autorità", aggiungendo che oggi è stato "messo in atto un intervento nel villaggio di Diraz per preservare la sicurezza e l'ordine civile, poiché la città è un rifugio sicuro per i fuggiaschi".

14:10Manchester: Mattarella, anche oggi flagello violenza e male

(ANSA) - PALERMO, 23 MAG - In un passaggio del suo discorso alla cerimonia di commemorazione del 25esimo anniversario della strage di Capaci il capo dello Stato Sergio Mattarella ha ricordato l'attentato a Manchester. "Anche questa epoca - ha detto - è flagellata dalla violenza e dal male".

14:09Chiede andare in carcere perché madre partita per Messico

(ANSA) - VENEZIA, 23 MAG - Un uomo di Chieti si è presentato presso il Corpo di Guardia della Questura in Santa Croce, raccontando di essere sottoposto agli arresti domiciliari, ma di volere essere collocato in carcere in quanto la madre era partita per lavoro per il Messico e a casa non c'era più nessuno che potesse accudirlo. Gli agenti hanno accertato che effettivamente l'uomo era destinatario della misura cautelare degli arresti domiciliari a Chieti ed è stato quindi tratto in arresto per evasione. Il provvedimento è stato convalidato dall'Autorità Giudiziaria e l'uomo è stato tradotto in carcere. (ANSA).

Archivio Ultima ora