Cacao Venezolano se impone como el mejor del mundo

Pubblicato il 31 maggio 2016 da redazione

Dr. Jean Marc Anga y Carmen Sanchez

Dr. Jean Marc Anga y Carmen Sanchez

CARACAS- En el reciente evento internacional de la World Cocoa Conference 2016 realizado en República Do- minicana-Punta Cana, Venezuela y sus Cacaos Finos de Aroma fueron el centro de discusiones diversas, donde se comprobó nuevamente que nuestro país posee una gran variedad de Cacaos Criollos Finos de Aroma y Extra Finos de Aroma, a pesar de los intereses de un sector por estandarizar el mercado.

La participación activa en esta importante conferencia de diferentes representantes del sector cacaotero venezolano (Fundaciones, Empresa Privada, Productores y Artesanos) dieron mucho de qué hablar e hicieron un gran trabajo de unión y fortaleza del gremio representando nuestros Cacaos Criollos.

“Debemos tecnificar el campo para aumentar nuestra producción nacional del mejor cacao del mundo, conociendo la verdadera problemática de nuestros productores y eso se logra a través del acompañamiento, de esta manera le brindaremos herramientas efectivas para que realicen su labor con eficiencia. Desarro- llando planes científicos, económicos, educativos y sociales en este importante gremio cacaotero demostrando de nuevo que somos una Potencia Cacaotera Mundial”, refirió Carmen Sánchez representante de la empresa Distribuidora Alimentos Mundiales 2013, C.A.

La reunión del Ministro de Agricultura Productiva y Tierras, Wilmar Castro Solteldo con el director ejecutivo de la ICCO el Dr. Jean Marc Anga, fue de suma importancia al formalizar el reingreso de Venezuela en la Organización Internacional del Cacao.

El Ministro explicó que la reincorporación permite a Venezuela tener acceso a los distintos programas de fortalecimiento que la organización ha venido desarrollando en los países productores de este, la ICCO cuenta actualmente con 49 países miembros, entre ellos 19 naciones productoras que juntas producen más de 95% del cacao mundial.

“Este reingreso a la ICCO nos dará la oportunidad de acceder a los programas y planes de desarrollo sustentable que son impartidos por dicha institución para Venezuela. Nos enorgullece poseer una Genética Ancestral Única que se corresponde a los cacaos más finos, los cuales tiene su origen en el Sur del Lago y como venezolanos debemos alinearnos en bloque y crear estructuras de defensa para proteger y seguir proyectando nuestros finos de aroma a través de las Denominaciones de Orígenes y elevándolo a Patrimonio Cultural de la Nación”, explico Humberto Estaba Presidente de la Fundación Gente del Cacao.

Ultima ora

05:58Trump: Melania padrona di casa a cena con senatori

WASHINGTON - Rara apparizione della first lady Melania Trump in una occasione ufficiale alla Casa Bianca ospitando da padrona di casa una cena con i senatori, sia repubblicani sia democratici. ''E' stato un grande piacere aprire le porte della Casa Bianca agli stImati membri del Senato degli Stati Uniti, insieme con consorti e ospiti'', ha detto intervenendo in apertura dell'evento.

05:54Trump: Clinton rompe silenzio,”su sanita’ vittoria di tutti”

WASHINGTON - ''Una vittoria per tutti gli americani''. Cosi' la ex candidata presidenziale Hillary Clinton ha descritto la mancata approvazione della legge sulla Sanita' dopo che i repubblicani non hanno trovato il consenso e quindi i voti necessari al Congresso provocando cosi' il fallimento della proposta appoggiata dalla Casa Bianca, e si tratta del commento 'piu' politico' che la ex segretario di Stato si e' concessa fino ad ora dopo la sconfitta di novembre con l'elezione di Donald Trump presidente.

05:49Trump a senatori a Casa Bianca, ‘spero in lavoro bipartisan’

WASHINGTON - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump riceve i senatori per una cena alla Casa Bianca e sembra lanciare un appello per un ''lavoro bipartisan'', su diversi temi, a partire dalla legge sulla Sanita'. ''So che troveremo presto un accordo sulla Sanita''', ha detto. ''Faremo un ottimo lavoro e speriamo comincera' ad essere anche bipartisan visto che vogliamo tutti la stessa cosa''.

05:28Trump, “perche’ fake news non su legami Podesta con Russia?”

WASHINGTON - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump torna su Twitter e, in quella che appare come una reazione agli sviluppi circa il 'Russiagate', scrive: ''Perche' le Fake News non parlano dei legami di Podesta con la Russia come riferito da @FoxNews o del denaro dalla Russia a Clinton - vendita di uranio?''.

05:22Iraq: comandante Usa, ‘probabile ruolo’ in vittime Mosul

WASHINGTON - In quella che emerge come la prima possibile ammissione di responsabilita' da parte delle forze Usa circa le numerose vittime civili a Mosul, obiettivo di raid della coalizione anti Isis, il generale Stephen J. Townsend, comandante delle forze americane in Iraq ha affermato che un raid americano potrebbe aver provocato il crollo di un edificio a Mosul in cui oltre 100 civili sono rimasti uccisi.

05:17Brexit: May ha firmato lettera notifica articolo 50

LONDRA - La premier britannica Theresa May ha firmato la lettera per la notifica dell'articolo 50 del Trattato di Lisbona che, nel momento della consegna al presidente del Consiglio Europeo, Donald Tusk, segnerà l'avvio formale dell'iter della Brexit, il divorzio di Londra dall'Ue sancito dal referendum del 23 giugno scorso. Lo riporta la Bbc. La lettera - poche cartelle - sarà consegnata oggi alle 13,30 a Tusk dall'ambasciatore del Regno Unito a Bruxelles.

05:08Venezuela: duro scontro al consiglio permanente dell’Osa

WASHINGTON - Duro scontro oggi sull'impasse politica e la crisi economica del Venezuela al Consiglio permanente dell'Organizzazione degli stati americani (Osa), dove il governo di Nicolas Maduro ha respinto qualsiasi iniziativa di mediazione da parte dell'organizzazione, dopo essere stato messo in minoranza durante il dibattito. Dall'apertura della sessione, infatti, il rappresentante venezuelano - con l'assistenza dei colleghi di Nicaragua e Bolivia, gli unici ad assumere la difesa di Caracas nella discussione - ha cercato prima di annullare o sospendere la riunione, e successivamente di dichiararla illegale e senza valore, denunciandone l'''inaccettabile aspetto interventista''.

Archivio Ultima ora