Petrolio: il calo dei prezzi pesa sulle maggiori società petrolifere

Pubblicato il 31 maggio 2016 da redazione

petrolio

NEW YORK. – Il petrolio in rimonta, con le quotazioni che tornano a rivedere quota 50 dollari, non allenta la pressione sui big del settore. Il calo dei prezzi degli ultimi mesi ha fatto schizzare il debito delle 15 maggiori società petrolifere europee e americane a 383 miliardi di dollari, ovvero 92 miliardi di dollari in più rispetto a 12 mesi fa.

Un balzo che preoccupa: in caso di nuovi cali dei prezzi le aziende si troverebbero fortemente esposte alle fluttuazioni. Corse ai ripari con taglio dei costi e degli investimenti, le big del petrolio vedono ridursi le munizioni a disposizione per contrastare eventuali nuovi cali, che rischiano di tradursi nella perdita di posti di lavoro, taglio dei dividendi e fusioni e acquisizioni per difendersi da un contesto difficile.

L’aumento del debito è in parte legato, per 19 miliardi di dollari, all’acquisizione di BG Group da parte di Royal Dutch Shell. Ma tutte le big nei loro risultati hanno mostrato un aumento dell’indebitamento. Exxon ha un debito alla fine di marzo di 38,3 miliardi di dollari, in aumento rispetto ai 27,6 miliardi di dollari del 2015. Bp di 30,6 miliardi di dollari contro i 24,6 miliardi dell’anno scorso.

Le conseguenze del boom si riflettono nelle ondate di downgrade decisi dalle agenzie di rating, con S&P’s che ha strappato a Exxon la tripla A. L’andamento dei prezzi del petrolio è un ”problema non solo per i progetti e le società più piccole” afferma Jason Bloom, di PowerShares.

Nelle ultime settimane i prezzi del petrolio sono tornati a salire, rivedendo quota 50 dollari per poi ripiegare. Un trend al rialzo che comunque sembra destinato a proseguire, facendo tirare un sospiro di sollievo all’Opec.

Alla riunione del cartello dei paesi produttori in calendario giovedì non sarebbe in agenda nessun intervento sulla produzione, destinata a restare stabile. ”Il mercato si sta bilanciando” affermano i delegati all’Opec di Iran, Iraq, Kuwait e Nigeria.

Secondo gli analisti, la riunione confermerà la transizione dell’Opec da cartello a uno dei principali attori sul mercato. E rappresenta il primo appuntamento da quando l’Arabia Saudita ha annunciato la propria svolta economica, presentando un piano per ridurre la propria dipendenza dal petrolio e sono cadute le sanzioni all’Iran.

Ultima ora

11:48Maltempo: neve sopra i 1.500 mt, chiuso passo dello Stelvio

(ANSA) - SONDRIO, 25 NOV - Pioggia sul fondovalle, neve alle quote superiori ai 1.500 metri e crollo delle temperature ovunque. E l'Anas ha comunicato che è chiuso il passo dello Stelvio, nel tratto di statale 38 nel territorio comunale di Bormio, per una bufera di neve. Al momento nevica a Madesimo e Livigno e l'ondata di maltempo è destinata a proseguire nelle prossime ore. (ANSA).

11:21Black Friday: Gdf scopre 24 mila prodotti falsi a Genova

(ANSA) - GENOVA, 25 NOV - Venerdì 'nero' per i falsari della moda. La guardia di finanza di Genova ha sequestrato oltre 24 mila prodotti contraffatti, tra capi di abbigliamento e accessori, e ha scoperto due magazzini nel centro storico dove la merce veniva stoccata. I controlli delle fiamme gialle sono stati intensificati proprio in occasione del Black Friday, la giornata internazionale delle vendite scontate. Cinque le persone denunciate per ricettazione, introduzione, produzione e commercializzazione nello Stato di prodotti con segni falsi. Il gruppo era dentro uno dei magazzini e stava confezionando i prodotti, applicando le etichette delle maggiori griffes sui vestiti. I militari hanno sequestrato i macchinari per produrre i marchi falsi: presse, macchine cucitrici e cliché. (ANSA).

11:19Basket: Nba, Golden State domina a Chicago, bene Boston

(ANSA) - ROMA, 25 NOV - Grande vittoria e punteggio clamoroso per i Golden State Warriors che nella notte Nba hanno spazzato via i Chicago Bulls per 143-94, conquistando la 14ma vittoria della stagione. Steve Curry e Klay Thompson hanno dominato e divertito, segnando rispettivamente 33 e 29 punti. Da un punteggio schiacciante a uno di misura: vittoria al fotofinish per i Cleveland Cavaliers, 100-99, contro gli Hornets, con Lebron James in grande forma, per lui 5 tripla doppia da 27 punti, 16 rimbalzi e 13 assist. Vittoria netta, la 17ma stagionale, anche dei Boston Celtics per 118-103 sugli Orlando Magic. Nelle altre partite da segnalare la sconfitta casalinga dei New York Knicks a opera degli Atlanta Hawks per 116-104, e l'altra vittoria di misura, per 99-98, dei Detroit Pistons su Oklahoma. Tonfo casalingo anche per i Toronto Raptors, sconfitti107-104 dagli Indiana Pacers. (ANSA).

10:40“Stesa” in stile Gomorra nei Quartieri Spagnoli di Napoli

(ANSA) - NAPOLI, 25 NOV - Nuova "stesa" in perfetto stile Gomorra, la scorsa notte, nei Quartieri Spagnoli di Napoli dove alcune persone hanno sparato numerosi colpi di pistola in aria, poco dopo le 2. Un anonimo, con una telefonata al 113, ha segnalato nel quartiere la presenza di alcune persone armate che sfrecciavano nel dedalo di vicoli in sella a motoveicoli. Sul posto si sono recate le volanti dell'Ufficio Prevenzione Generale della Questura che, in vico Speranzella, hanno trovato, a terra 13 bossoli di due diversi calibri (dodici 9x21 e uno calibro 7,65). I rilievi sono stati eseguiti dalla Polizia Scientifica mentre le indagini sono state affidate alla Squadra Mobile. (ANSA).

10:32Usa: Trump, Time mi vorrebbe persona dell’anno, ho declinato

(ANSA) - WASHINGTON, 25 NOV - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump rivela su Twitter che Time Magazine gli ha proposto di nominarlo "probabilmente" persona dell'anno, previa intervista e servizio fotografico, proposta che il presidente afferma di aver declinato. "Mi ha chiamato Time Magazine per dirmi che sarei stato PROBABILMENTE nominato 'Uomo (persona) dell'anno', come lo scorso anno, ma che avrei dovuto accordare un'intervista e un servizio fotografico. Ho detto che probabilmente non va bene e ho declinato. Grazie comunque!".

00:45Georgia: hotel in fiamme a Batumi, almeno 12 morti

(ANSA) - ROMA, 24 NOV - E' di almeno 12 morti il bilancio di un incendio divampato in un hotel a Batumi, cittadina della Georgia che si affaccia sul Mar Nero. Lo scrivono i media russi citando il ministero dell'Interno georgiano. "In base alle nostre informazioni, 12 persone hanno perso la vita nell'incendio e sono state tutte identificate", ha precisato la stessa fonte, aggiungendo che oltre 100 persone sono state evacuate dalla struttura in fiamme. Un'inchiesta è stata aperta per chiarire le cause del rogo. (ANSA)

23:01Undicenne incinta dopo violenza, arrestato vicino casa

(ANSA) - TORINO, 24 NOV - Incinta, dopo una violenza sessuale, a soli 11 anni. Un uomo di 35 anni è stato arrestato dalla polizia, a Torino, perché accusato di aver abusato della figlia di una vicina di casa di cui si prendeva cura quando i genitori non c'erano. La piccola, lo scorso 17 novembre, è stata accompagnata all'ospedale dalla mamma perché "aveva la pancia gonfia". I medici le hanno spiegato che, in realtà, aspettava un bimbo. Al momento l'uomo, difeso dall'avvocato Wilmer Perga, si è avvalso della facoltà di non rispondere. (ANSA).

Archivio Ultima ora