‘Veleni Quirra’: il processo riprende

(ANSA) – CAGLIARI, 1 GIU – Il processo sui cosiddetti “veleni di Quirra” contro i vertici che hanno guidato il poligono interforze di Perdasdefogu, in Ogliastra, dal marzo 2001 al 2012, può riprendere ma la Regione Sardegna non sarà ammessa al risarcimento per danno ambientale. Lo ha deciso la Corte Costituzionale. Secondo la Consulta, la titolarità della richiesta di risarcimento in materia di diritto ambientale spetta in via esclusiva al ministero dell’Ambiente e quindi allo Stato. La Corte era stata interpellata dal Tribunale di Lanusei a fronte della richiesta della Regione per dichiarare l’illegittimità costituzionale dell’articolo 311 del Testo unico ambientale che appunto dispone che il risarcimento venga chiesto solo dal ministero competente. “Finalmente si riparte”, commentano gli avvocati difensori e di parte civile. a Regione, da parte sua, sottolinea “Rimaniamo comunque dentro il processo – sottolinea da parte sua la Regione – in quanto ci siamo già costituiti parte civile per danno di immagine e danni patrimoniali”.

Condividi: