2 Giugno: Mattarella e Renzi protagonisti al Colle

Pubblicato il 01 giugno 2016 da redazione

Il direttore Ansa Luigi Contu (s) e  il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirinale durante inaugurazione mostra dell'Ansa ''2 giugno 1946''. Roma 31 Maggio 2016, ANSA/GIUSEPPE LAMI

Il direttore Ansa Luigi Contu (s) e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirinale durante inaugurazione mostra dell’Ansa ”2 giugno 1946”. Roma 31 Maggio 2016, ANSA/GIUSEPPE LAMI

ROMA. – Il mondo politico, dell’economia, dello spettacolo e dello sport hanno festeggiato i 70 anni della Repubblica e del voto alle Donne nei Giardini del Quirinale. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, accompagnato dalla figlia Laura, ha ricevuto numerosi esponenti del governo presenti a cominciare dal premier Matteo Renzi, l’anno scorso assente per una visita a sorpresa ai militari italiani in Afghanistan.

Renzi, con la moglie Agnese e i tre figli, si è intrattenuto con Giovanni Malagò e gli atleti italiani Rossella Fiammingo, campionessa mondiale di spada, Luca Dotto, campione europeo di nuoto e il vincitore del giro d’Italia Vincenzo Nibali, tre speranze azzurre ai Giochi Di Rio.

Il premier ha anche scambiato due battute con l’allenatore del Leicester, vincitore della premiere league Claudio Ranieri, che ha regalato una maglia della squadra al presidente Mattarella. Il vincitore del giro d’Italia invece ha portato in dono al capo dello Stato la maglia rosa.

Agnese Renzi, abito nero sopra al ginocchio e scarpe pitonate, ha invece avuto una breve conversazione con l’ambasciatore britannico Chris Prentice, arrivato insieme con il collega americano John Phillips, e con Carla Fracci.

Lunghissima la fila per salutare il presidente Mattarella, ma tanti anche gli ospiti che hanno voluto salutare il premier. Uno scambio affettuoso anche tra Renzi, l’etoile Eleonora Abbagnato e Pippo Baudo. A rappresentare l’esecutivo c’erano anche il ministro Maria Elena Boschi, accompagnata dal fratello, in un tubino lavorato color cipria e nero e il tacco 12; il ministro degli Interni Angelino Alfano; il ministro della Difesa Roberta Pinotti, vestito ghiaccio e tacchi rosso fuoco; il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan; il ministro della Cultura Dario Franceschini; il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti; il ministro per la Pubblica Amministrazione Marianna Madia in un tailleur blu con una camicia bianca e scarpe in tinta; il ministro della Pubblica Istruzione Stefania Giannini, che ha salutato sorridendo in gonna e casacca color panna con scarpe dorate; il segretario generale della Farnesina Elisabetta Belloni, il sottosegretario agli Esteri Benedetta Della Vedova.

Tra gli invitati, c’erano anche i presidenti delle due Camere, Laura Boldrini e Pietro Grasso, Mario Monti, Pierferdinando Casini, Maurizio Gasparri. Assenti, invece, i candidati a sindaco di Roma. Tra i tavoli imbanditi a festa con tovaglie bianche di lino e fioriere tricolori passeggiavano anche Carlo Freccero, l’ad di Finmeccanica Mauro Moretti, l’ad di Poste Italiano Francesco Caio, il segretario della Cgil Susanna Camusso, Giampiero Massolo, Alessandro Pansa.

Nei tanti buffet allestiti nei giardini si servivano i specialità regionali di tutta Italia, mentre i classici “finger food”, sempre a tema regionale, venivano offerti agli ospiti dagli studenti delle principali scuole alberghiere.

Innumerevoli i giornalisti di tv e carta stampata, tra i quali Bruno Vespa e Giovanni Floris, così come gli esponenti del mondo dello spettacolo da Stefania Sandrelli, elegante neo settantenne in una tuta nera e scialle argento, a Lina Sastri, Geppy Cucciari, una delle poche invitate in lungo come Kasia Smutniak.

Poi Franca Valeri, Piera degli Esposti, Carla Fracci, nella sua immancabile mise ‘total white’. Il direttore e maestro d’orchestra americano James Conlon aveva diretto davanti al presidente Mattarella nella sala dei Corazzieri l’orchestra nazionale della Rai che ha eseguito musiche di Verdi e Beethoven.

(Di Benedetta Guerrera e Teodoro Fulgione/ANSA)

Ultima ora

23:52Calcio: Bari-Cittadella 4-2

(ANSA) - BARI, 20 OTT - Una vittoria che vale il (temporaneo) secondo posto in classifica: il Bari, nel secondo anticipo della decima giornata, davanti agli oltre quindicimila spettatori del San Nicola, ha battuto il Cittadella per 4-2, confermando il buon momento di forma con il terzo risultato utile di fila. La squadra di Fabio Grosso, dopo un avvio da incubo e un gol di svantaggio rimediato al 2' con una incornata di Salvi, è cresciuto arrivando a dilagare nel finale. Il pari dei pugliesi è arrivato al 20' con un colpo di testa di Basha; nella ripresa al 3' il vantaggio di Improta (settima realizzazione stagionale) al termine di una azione elaborata con ben cinque rapidi passaggi prima della conclusione che ha battuto il portiere Alfonso. Poi i veneti hanno avuto una occasionissima con Chiaretti al 9', ma Micai ha compiuto una prodezza. Il terzo centro è firmato da Galano (quinto gol) in contropiede, mentre il poker è siglato sempre Basha (doppietta). Al 37' Pasa ha accorciato le distanze per la squadra di Venturato.

23:51Somalia: premier,contro Shabaab sarà ‘stato di guerra’

(ANSA) - MOGADISCIO, 20 OTT - La Somalia decreta lo "stato di guerra" contro gli shabaab dopo l'attacco di sabato che ha fatto 358 morti. Lo ha reso il premier precisando che sarà lo stesso presidente ad annunciare una nuova offensiva contro gli estremisti islamici. Una fonte militare, coperta dall'anonimato, ha precisato che l'offensiva dovrebbe essere supportata dagli Stati Uniti.

23:10F1: Hamilton vola anche in seconde libere Usa, Vettel 3/o

(ANSA) - ROMA, 20 OTT - Lewis Hamilton si conferma il più veloce anche nella seconda tornata di prove libere del Gp degli Usa. Sulla pista di Austin, in Texas, il pilota della Mercedes ha fatto registrare il miglior tempo in 1'34"668, la Red Bull di Max Verstappen e la Ferrari di Sebastian Vettel, lontano oltre mezzo secondo dal leader mondiale. Quarta l'altra Mercedes di Valtteri Bottas: sesta la rossa di Kimi Raikkone, alle spalle della Red Bull di Daniel Ricciardo.

21:43Calcio: serie B, Cremonese-Brescia 2-0

(ANSA) - CREMONA, 20 OTT - La Cremonese vince il derby con il Brescia 2-0 e si porta momentaneamente a un punto dalla vetta. Successo meritato da parte dei grigiorossi che con un gol per tempo regolano i biancazzurri. Primo tempo denso di emozioni con il Brescia più vivace in avvio con Somma che colpisce il palo con un destro da fuori area. La Cremonese risponde poco dopo con un cross da destra di Almici deviato da Meccariello degli ospiti che colpisce in pieno la traversa. La Cremonese è più intraprendente e al 29' si presenta a tu per tu con il portiere del Brescia ma da due passi Mokulu calcia fuori. Il gol è nell'aria e arriva al 37' con una meravigliosa azione personale di Piccolo culminata con un diagonale perfetto. La Cremonese raddoppia nel secondo tempo con Claiton di testa su un corner di Piccolo da sinistra al 24'.

21:40Legale ex moglie Della Noce, sul lastrico per colpe sue

(ANSA) - MILANO, 20 OTT - Non è stata la separazione dalla moglie a gettare sul lastrico Matteo Della Noce, l'ex comico della trasmissione Zelig che da alcuni giorni non ha altra casa che la sua macchina: a precisarlo è l'avvocato Andrea Natale, legale della ex moglie, che accusa Della Noce di aver rilasciato "molte dichiarazioni che non corrispondono a verità". L'avvocato ricorda che la separazione è avvenuta nel 2007 e dal 2013 Della Noce ha smesso di dare "qualsiasi tipo di contribuzione" per il mantenimento dei figli e che "per oltre 12 anni ha avuto un'altra relazione affettiva, dalla quale è nata una terza figlia". "L'attore - spiega l'avvocato - irresponsabilmente ha sperperato quanto accumulato nei momenti più felici della propria carriera per ragioni che nulla hanno a che vedere con la separazione" e "anche nel momento in cui era all'apice della propria carriera, è sempre stato 'restio' ad adempiere ai propri obblighi di mantenimento dei figli".

21:18Calcio: Pallotta, club responsabili per pochi idioti

(ANSA) - ROMA, 20 OTT - "La cosa frustrante è che a volte negli stadi è sufficiente che un paio di elementi facciano qualcosa di stupido affinché questo poi, purtroppo, si rifletta negativamente sul 99,9% delle persone che non la pensa in quel modo e non farebbe mai qualcosa del genere. Sono episodi gravi e deplorevoli sempre e comunque, a prescindere da quello che possa essersi verificato l'altro giorno, il mio è un discorso di carattere generale. Dispiace che i club siano ritenuti responsabili per le azioni di pochi idioti in giro per il mondo". Così James Pallotta, presidente della Roma, alla radio americana 'SiriusXM' dopo la decisione dell'Uefa di aprire un fascicolo d'inchiesta per alcuni presunti cori a sfondo razzista dei tifosi giallorossi a Londra durante la partita di Champions League col Chelsea. Da Trigoria fanno sapere che dagli audio analizzati non si riscontrano tali cori e che, soprattutto, né l'arbitro dell'incontro né il delegato Uefa hanno segnalato nulla in merito.

21:07Referendum: Zaia, veneti non hanno più anello al naso

(ANSA) - VENEZIA, 20 OTT - "La gestione di questo paese è stata una gestione centralista e assistenzialista che ha devastato i conti pubblici. E quindi fanno paura i veneti che vanno al voto. Sa perché? Perché quei mezzadri veneti che per Roma hanno l'anello al naso, non ci stanno più con l'anello al naso. È l'ora del riscatto dei veneti". Lo ha detto il presidente del Veneto, Luca Zaia, intervistato da '24Mattino' su radio 24. "È l'ora di dimostrare - ha aggiunto - che noi siamo rispettosi della Costituzione. Ma bisogna dare più Stato per chi vuole più Stato, come la Sicilia, che non riesce a incassare 52 miliardi di tasse ed è evidente che ha bisogno di più Stato perché l'autonomia la gestisce male, e meno Stato dove ci vuole meno Stato".

Archivio Ultima ora