Papa: a preti, popolo non perdona attaccamento denaro

(ANSA) – ROMA, 2 GIU – “Il nostro popolo perdona molti difetti ai preti, salvo quello di essere attaccati al denaro”. E’ il monito che il Papa ha rivolto ai sacerdoti nella basilica di San Paolo Fuori le Mura. “E non è tanto per la ricchezza in sé, ma perché il denaro – ha spiegato il Papa – ci fa perdere la ricchezza della misericordia. Il nostro popolo riconosce ‘a fiuto’ quali peccati sono gravi per il pastore, quali uccidono il suo ministero perché lo fanno diventare un funzionario, o peggio un mercenario”. Il Papa ha anche chiesto di guardare “con occhi di misericordia, chi giace a terra”, “possiamo chiedere la grazia di gustare con Lui sulla croce il sapore amaro del fiele di tutti i crocifissi, per sentire così l’odore forte della miseria, in ospedali da campo, in treni e barconi pieni di gente; quell’odore che l’olio della misericordia non copre, ma che ungendolo fa sì che si risvegli una speranza”.

Condividi: