Rio: Gatlin, paura Zika? Sto andando in Brasile anche adesso

(ANSA) – ROMA, 3 GIU – “Se ho paura del virus Zika? Guardate che in nottata parto per Rio…”. Così Justin Gatlin, rivale annunciato di Usain Bolt alle gare di sprint dell’Olimpiade carioca, risponde a chi gli chiede, a margine del Golden Gala romano, un commento sull’argomento che tiene banco a proposito di Rio 2016. Proprio in queste ore c’è stato l’annuncio del ciclista suo connazionale Tejay Van Garderen, che avendo la moglie incinta ha deciso di rinunciare, ma Gatlin non vuole farsi condizionare. “Immagino che sarò una specie di ‘cavia’ – dice Gatlin – visto che sto partendo per Rio”. L’americano prenderà parte a un’esibizione di sprint su strada prevista per domenica nella ‘Città Meravigliosa’. “Non avremo la chance di un’altra Final Four o di un Super Bowl – dice ancora Gatlin, oro ad Atene 2004 – e il nostro vero campionato è questo, l’Olimpiade. E se lo Zika non mi avrà ucciso prima, ad agosto sarò ancora lì pronto a tentare di realizzare i miei sogni”.

Condividi: