Cresce la protesta popolare per la mancanza di generi alimentari in Venezuela

Escasez-y-Colas-en-Venezuela-para-comprar-comida

CARACAS – Mentre il ministro dell’Industria e del Commercio, Miguel Pérez Abad, assicura che per fine mese migliorerà l’offerta dei prodotti “Made in Venezuela” e il “bachaqueo” – la rivendita di generi alimentari nel mercato nero a prezzi inaccessibili anche alla classe media agiata -, cresce il numero dei saccheggi e delle proteste popolari in tutto il Paese.

Ieri, nella centrica “Avenida Las Fuerzas Armadas”, durante tutta la mattinata e parte del pomeriggio, la Guardia Nazionale, in tenuta antisommossa, ha represso con violenza la protesta dei cittadini esasperati per la mancanza di prodotti di prima necessità.

Manifestazioni di cittadini frustrati, dopo ore di inutili attese alle porte di “abastos” e supermarket, si ripetono quotidianamente in tutto il Paese.

Durante la manifestazione, alcuni “colectivos” – bande di motociclisti – armati hanno minacciato i giornalisti e costretto fotografi e cameramen a consegnargli gli strumenti di lavoro.