2 giugno, orgoglio sindaci. Mattarella, rilanciare i principi e i valori della nostra democrazia

Pubblicato il 03 giugno 2016 da redazione

ROMA. – In via dei Fori Imperiali è stato il giorno dell’orgoglio dei sindaci. “Tutti, di ogni partito e arrivati da ogni regione”, assicura il presidente del consiglio nazionale dell’Anci, Enzo Bianco. Ma soprattutto quelli dei Comuni più piccoli, “emozionati”. Hanno marciato in 400, nelle loro fasce tricolori, “perché il 2 giugno è la festa di tutti, non solo dei militari”.

I sindaci in marcia – “spina dorsale di un’Italia orgogliosa”, sempre parole di Bianco – sono la novità dell’ edizione 2016 della parata per la Festa della Repubblica, in occasione del suo 70/o anniversario. Settanta anni durante i quali, ha sottolineato il presidente Mattarella, la Carta Costituzionale è stata “ispirazione e guida lungimirante della rinascita” del Paese e, “da allora, fondamento della democrazia italiana.

sfilata 2giugno

Quei valori di libertà, giustizia, uguaglianza fra gli uomini e rispetto dei diritti di ognuno e dei popoli sono, ancora oggi, il fondamento della coesione della nostra società ed i pilastri su cui poggia la costruzione dell’Europa”.

E questa ricorrenza, ha proseguito il capo dello Stato, deve essere “un’occasione per rilanciare i principi e i valori di fondo della nostra democrazia. E rilanciarli non vuol dire ribadirli. Vuol dire verificare la loro attuazione. Fare una sorta di tagliando, fare il punto per far avanzare l’attuazione di questi principi”.

“Bisogna recuperare il senso della coesione”, ha concluso. Di “unità nazionale” parlano anche i sindaci, che hanno aperto la parata tra gli applausi, ricevuti dal pubblico e ricambiati. “E’ la prima volta che veniamo coinvolti, soprattutto noi sindaci di piccole realtà”, racconta al termine Aldo Luongo, primo cittadino di Cuccaro Vetere, 581 abitanti in provincia di Salerno.

“E’ un fatto importante perché anche questo è un momento di unità del Paese, sempre più esposto a spinte che puntano invece ad allontanare e dividere”. In tanti hanno risposto all’appello dell’Anci, dice Bianco, sindaco di Catania. “Commossi e orgogliosi, presenti in maniera trasversale per dare una speranza al nostro Paese. I sindaci sono un grande patrimonio dell’Italia che guarda avanti”.

A moment of the military parade for the Italian Republic Day in Rome, Italy, 02 June 2016. ANSA/GIUSEPPE LAMI

A moment of the military parade for the Italian Republic Day in Rome, Italy, 02 June 2016.
ANSA/GIUSEPPE LAMI

Sindaci a parte, il copione è stato sostanzialmente quello delle passate edizioni. Primo atto solenne, con Mattarella e tutti i vertici istituzionali, l’omaggio al sacello del Milite ignoto, al Vittoriano. A seguire breve “pausa-caffé” per il premier e il presidente del Senato, in un bar lì vicino, e successiva camminata fino alla tribuna presidenziale.

Una breve passeggiata segnata, per Renzi, da applausi, selfie, strette di mano e inviti a “non mollare”. “Presidente vinci il referendum”, gli urla un cittadino. E Renzi: “Eh, dammi una mano”. La pioggia, incombente per tutta la mattinata, ha graziato lo sfilamento ma è cominciata a cadere fitta alla fine: Mattarella era appena salito sulla Flaminia scoperta, insieme al ministro Pinotti, e non ha voluto che venisse chiusa la capote fino all’ arrivo al Quirinale. Non solo un bagno di folla, per lui.

Tremilaseicento i militari e i civili sfilati a due passi dal Colosseo. Grandi applausi al passaggio del drappello degli atleti del Gruppo paralimpico della Difesa: davanti a tutti Gianfranco Paglia, il parà Medaglia d’oro al valor militare, ferito nella battaglia del pastificio a Mogadiscio e da allora, era il ’93, costretto su una sedia a rotelle.

Applausi per i marò Latorre e Girone, quanto è stata la volta del passaggio di una compagnia del reggimento San Marco: sono rimasti a casa (“evitiamo strumentalizzazioni”, aveva detto il Renzi) e lo speaker si è limitato a un laconico: “a loro va il saluto di tutti noi”. I due fucilieri di Marina hanno trascorso il 2 giugno con le loro famiglie in Puglia, senza partecipare nemmeno alle cerimonie organizzate a livello locale. La linea è quello del basso profilo. “Buona festa della Repubblica e grazie a chi ci ha sostenuto”, si è limitato a dire Girone.

Ad assistere alla parata anche gli alunni e i docenti di una cinquantina di scuole, mentre un drappello di bambini ha aspettato al varco il capo dello Stato, alla fine della manifestazione, per srotolargli davanti uno striscione in memoria del “Settantesimo anniversario del voto alle donne”.

Nel palco presidenziale, con il capo dello Stato – che ha ricordato come la “calorosa partecipazione” dei cittadini alla “sobria” parata sia l’ennesima conferma “dell’affetto del popolo italiano verso le Forze armate” – i vertici istituzionali e molto Governo, con diversi ministri e sottosegretari, mentre nessun big di M5S e Lega è stato avvistato almeno nelle prime file.

Del resto il leader del Carroccio Salvini, al presidente Mattarella che oggi ha parlato della “festa di un’Italia migliore”, ha replicato secco su Facebook: “Cosa c’è da festeggiare in una Italia invasa e disoccupata? L’Italia sarà migliore quando si libererà di Renzi e dei suoi compari”.

(di Vincenzo Sinapi/ANSA)

Ultima ora

04:29Samsung ammette: batterie causa incendi Galaxy Note 7

(ANSA) - PECHINO, 23 GEN - Samsung Electronics ha individuato nel design e nelle manifattura delle batterie il problema dell' incendio che nei mesi scorsi ha colpito i suoi Galaxy Note 7, costringendo il gruppo a ritirarli dai mercati e a sospenderne a ottobre la produzione per i timori sulla sicurezza. "La nostra indagine, così come le altre completate da tre organizzazioni industriali indipendenti, ha concluso che le batterie sono state all'origine degli incidenti del Note 7", ha rilevato Samsung in una nota, a chiusura dell'istruttoria.

02:16Football Americano: Atlanta Falcons qualificati a Super Bowl

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Sono gli Atlanta Falcons la prima squadra qualificata al Super Bowl, la finalissima del campionato Nfl del football americano, che si giocherà domenica 5 febbraio (in Italia sarà l'alba di lunedì 6) a Houston. I Falcons hanno conquistato l'accesso alla sfida per il titolo battendo i Green Bay Packers per 44-21 nel match giocato al Georgia Dome. A Houston affronteranno la vincente dell'altra semifinale dei playoff, New England Patriots-Pittsburgh Steelers, che si giocherà in nottata. Atlanta torna a giocare un Super Bowl a 18 anni dall'ultima apparizione.

01:05Calcio: tutto facile per il Barcellona, poker gol ad Eibar

(ANSA) - BARCELLONA, 22 GEN - Tutto facile per il Barcellona, che vince 4-0 sul campo dell'Eibar nel posticipo della 19/a giornata della Liga. I campioni di Spagna al 10' pt perdono Busquets per infortunio: il bollettino medico diffuso dal club catalano riporta "una distorsione al legamento collaterale laterale della caviglia destra", ma per la prognosi bisognerà attendere domani con gli accertamenti del caso. A sbloccare il risultato è proprio il sostituto di Busquets, Denis Suarez, al 31'. Nella ripresa, al 5', raddoppio di Lionel Messi, mentre lo 0-3 lo firma Luis Suarez al 23'. Quarta rete di Neymar al 91', ed è poker. Così in classifica il Barcellona si porta a quota 41, a -1 dal Siviglia secondo e a due lunghezze dal Real Madrid capolista (che però deve ancora recuperare una partita). L'Eibar rimane decimo con 26 punti.

00:57Calcio: Spalletti,Juve fortissima, conti si fanno alla fine

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Non abbiamo fatto un partita brillantissima, anche perché loro hanno fatto molto intensità in mezzo. Non siamo stati gli stessi delle scorse gare ma non ci siamo fatti prendere dal panico e non abbiamo fatto confusione. Abbiamo attaccato e creato ma non siamo stati cattivi negli ultimi metri, anche un po' per scelta, per evitare contropiedi. La partita comunque l'abbiamo fatta e la vittoria è meritata". Luciano Spalletti commenta così il successo della Roma sul Cagliari. "Nella ripresa abbiamo fatto bene, la difesa non ha concesso niente e siamo stati equilibrati - aggiunge Spalletti -. Abbiamo portato a casa una vittoria importante contro un Cagliari che sta bene. Lo scudetto è una corsa a tre? Il cammino è ancora lungo e bisogna essere bravi a rimanere sul pezzo. La Juve è fortissima ma noi dobbiamo far vedere che siamo attrezzati: i conti si fanno alla fine. La crescita di Fazio?Se ne parla poco ma gioca sempre lui, e qualcosa vorrà dire. In questo momento non possiamo fare a meno di Fazio".

00:55Trump a Netanyahu, ‘pace solo con negoziati diretti’

(ANSA) - NEW YORK, 22 GEN - "La pace fra Israele e i palestinesi può essere solo negoziata direttamente fra le due parti, e gli Stati Uniti lavoreranno con Israele per compiere progressi verso questo obiettivo". Lo ha detto il presidente Donald Trump al premier israeliano Benyamin Netanyahu, secondo quanto riferisce la Casa Bianca in un colloquio telefonico, nel quale Trump ha anche invitato Netanyahu alla Casa Bianca in febbraio. I due si sono detti d'accordo sul continuare a "consultarsi su vari temi, incluse le minacce poste dall'Iran". Trump ha ribadito "l'impegno senza precedenti alla sicurezza di Israele e messo in evidenza come la lotta all'Isis e agli altri gruppi terroristici del radicalismo islamico saranno una priorità della sua amministrazione".

00:43Hockey ghiaccio: 3-2 ad Asiago, Rittner è campione d’Italia

(ANSA) - ASIAGO, 22 GEN - Il Rittner Buam si conferma club campione d'Italia di hockey ghiaccio dopo aver battuto in rimonta la Migross Asiago per 3-2 nella finalissima per il titolo tricolore. Dopo una partenza molto buona dei padroni di casa, c'è stata la rimonta degli ospiti che hanno recuperato un doppio svantaggio tra primo e secondo tempo. Nel terzo periodo il Rittner ha conservato la rete di vantaggio di Alex Frei e così ha vinto il secondo scudetto consecutivo, il terzo in quattro anni. Il Rittner Sport, club che ha sede a Renon, comune di quasi 8.000 abitanti della provincia di Bolzano, e l'Asiago erano arrivate alla sfida per l'83/o scudetto della storia dell'hockey ghiaccio italiano battendo nelle semifinali scudetto rispettivamente il Cortina Hafro (5-2) e il Val Pusteria (3-1).

00:38Basket: serie A, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Risultati della prima giornata di ritorno del campionato di serie A di basket: Dolomiti Energia Trentino - Enel Brindisi 84-48 The Flexx Pistoia - Vanoli Cremona 64-59 Openjobmetis Varese - Banco di Sardegna Sassari 76-83 Umana Reyer Venezia - Red October Cantù 93-72 Germani Brescia - Consultinvest Pesaro 99-68 EA7 Armani Milano - Betaland Capo d'Orlando 90-74 Grissin Bon Reggio E. - Pasta Reggia Caserta 85-86 Fiat Torino - Sidigas Avellino 84-79 - Classifica: Milano 28; Venezia 24; Avellino 22; Reggio Emilia e Sassari 18; Caserta, Capo d'Orlando, Brescia, Torino e Pistoia 16; Trentino e Brindisi 14; Cantù 12; Pesaro 10; Cremona e Varese 8.

Archivio Ultima ora