Siria: Ricky Martin con Unicef dai bimbi profughi in Libano

(ANSAmed) – BEIRUT, 3 GIU – “Il mondo deve fare di più per proteggere questi bambini dallo sfruttamento e assicurare loro un ambiente sicuro dove poter studiare”. Lo ha detto oggi Ricky Martin, il cantante ambasciatore di buona volontà dell’Unicef, visitando campi profughi siriani nella Valle della Bekaa e nella regione di Akkar, in Libano. Sono circa 1,1 milioni i siriani che hanno cercato rifugio in Libano dall’inizio del conflitto civile, nel 2011, e oltre la metà sono bambini o ragazzi minorenni, a rischio di abusi e sfruttamento e spesso costretti a lavorare per mantenere le famiglie. “Siamo ormai nel sesto anno – ha detto Ricky Martin – di una crisi che ha avuto un impatto sulle vite di milioni si bambini. Circa 2,8 milioni di loro in questa regione non possono andare a scuola. Ho incontrato bambini costretti a lavorare per 12 ore al giorno”.

Condividi: