Calcio: Germania, dopo Boateng leader xenofobo attacca Ozil

(ANSA) – BERLINO, 3 GIU – Dopo le offese al calciatore di colore Jerome Boateng, il vice segretario del partito nazional-populista Alternative fuer Deutschland (Afd), Alexander Gauland, prende di mira un altro campione del mondo della nazionale tedesca, Mesut Ozil. In un’intervista allo Spiegel che uscirà domani e di cui è stata diffusa un’anticipazione, Gauland si riferisce a un recente viaggio di Ozil alla Mecca definendolo “molto singolare”. “Posso accettarlo da un calciatore – ha aggiunto Gauland – ma non da un funzionario o da un politico: in questo caso mi chiederei se la democrazia tedesca sia il posto giusto per uno che va alla Mecca”. Secondo il leader xenofobo, che ci siano giocatori figli di immigrati in nazionale “non è prova che la Germania sia un paese di immigrazione. Il calcio non è più da tempo una questione di identità ma di soldi”, ha concluso.

Condividi: