Governo e Opposizioni, muro contro muro in Venezuela

bacha

CARACAS – Botta e risposta. Il confronto politico è incandescente. E le accuse reciproche sempre piú gravi.

Elvis Amoroso, consulente giuridico del Governo, ha denunciato presso l’Alta Corte la presunta usurpazione di funzioni ad opera del Parlamento. Stando all’esponente del Psuv, il Parlamento, nel chiedere l’applicazione della “Carta Democratica” alla Osa, avrebbe presuntamente esercitato attribuzioni esclusive del capo dello Stato.

Nicolás Maduro “dice che vuole il dialogo e poi si permette queste azioni incostituzionali, come voler fare processare deputati della direzione dell’Assemblea Nazionale”, ha detto il vicepresidente del Parlamento venezuelano, Simón Calzadilla.

“Noi siamo disposti al dialogo, lo abbiamo detto a José Luis Rodríguez Zapatero”, ha detto Calzadilla, aggiungendo che “questo non è un dialogo, è una farsa”.

“Il governo pretende far processare tre membri della direzione del Parlamento, che rappresentano questo potere e dispongono di immunità parlamentare, senza alcuna approvazione dell’assemblea, e il Tsj ha accettato questa denuncia, e poi ci dicono che vogliono il dialogo?”, si è chiesto Calzadilla.

Dal canto suo, il presidente del Parlamento, Henry Ramos Allup, in conferenza stampa, ha accusato le istituzioni prescelte dal Governo per la distribuzione “casa per casa” dei generi alimentari, di appropriarsi indebitamente degli alimenti per poi rivenderli abusivamente nel mercato nero.

– I Consigli Comunali, i “colectivos” e i Clap – ha assicurato Ramos Allup – rubano i generi alimentari dei venezuelani per poi “bachaquear” (termine impiegato per riferirsi alla rivendita dei generi alimentari e medicine sul mercato nero, ndr).

Condividi: