Comunali, domenica si vota. Per Renzi non è test governo

Pubblicato il 04 giugno 2016 da redazione

renzi

ROMA. – Nessun verdetto è scontato e tanti sono gli indecisi ancora da convincere, a quarantotto ore dall’apertura delle urne. E anche se, avverte Matteo Renzi, quello di domenica “non è un voto sul governo”, i partiti si contendono le più grandi città d’Italia: Roma, Milano, Napoli, Torino, Bologna, Trieste, Cagliari. E fanno le ‘prove generali’ in vista del referendum costituzionale di ottobre, che deciderà le sorti dell’esecutivo. Perciò non si risparmiano i leader nell’ultimo giorno di campagna elettorale.

Il premier fa la spola tra Bologna, Rimini e Ravenna, ma passa anche da Napoli, per provare a conquistare al Pd un ballottaggio assai difficile. Beppe Grillo fa un passo “di lato” e sul palco di piazza del Popolo, dove il M5s concentra tutte le sue energie per vincere a Roma, si fa sentire solo al telefono. Concludono invece da ‘separati in casa’ Silvio Berlusconi e Matteo Salvini.

Renzi sa che gli avversari sono pronti a rinfacciargli un eventuale risultato non brillante del Pd alle amministrative. Perciò a poche ore dal primo turno torna a mettere in chiaro i termini della sfida: “Non è un voto sul governo, ma è molto importante per scegliere il futuro delle città”, afferma il premier. Il referendum, ribadisce, sarà “la partita vera”, con “in gioco” la vita del governo: “Ci divertiremo e vinceremo – assicura – ma se si perde si va a casa”.

Intanto però, sottolinea, il Pd è mobilitato per i suoi “candidati liberi e autorevoli”. E il partito mette in sordina anche le polemiche interne. Tanto che in platea a Napoli, per il comizio finale di Valeria Valente con Renzi e Vincenzo De Luca, si fa vedere anche Antonio Bassolino.

E lo stesso Renzi, che sceglie di chiudere a Ravenna, mette da parte le diversità d’idee con Virginio Merola, per tirargli la volata per la conferma a sindaco di Bologna. Al secondo mandato puntano anche il Dem Piero Fassino a Torino e l’arancione Luigi De Magistris a Napoli.

Ed è ancora polemica tra il sindaco partenopeo e il premier: Renzi lo accusa di pensare “solo a insultare gli altri” e De Magistris, pacato più del solito, replica che “a volte c’è bisogno di far sentire la voce”. Sinistra italiana chiede intanto di tenere alta la sorveglianza nei seggi a Napoli e solleva il ‘caso’ del festival di Trento, dove – rompendo il silenzio elettorale – parleranno Raggi e Fassino e domenica Maria Elena Boschi.

“Se vinciamo al primo turno Renzi si dimette”, suona la carica la grillina Virginia Raggi. Mentre i contendenti Roberto Giachetti e Giorgia Meloni trascorrono l’ultimo giorno di campagna in giro per la capitale, Stefano Fassina sceglie il quartiere Centocelle e Alfio Marchini chiude a Ostia, il M5s sceglie di chiudere a piazza del Popolo e portano sul palco Dario Fo, Claudio Santamaria, Fiorella Mannoia.

Se Raggi sarà sindaco, assicura Luigi Di Maio, avrà “l’ultima parola su ogni atto”: nessun controllo dall’alto, come sostiene il Pd. “Renzi è ossessionato da noi e ci attacca”, urla Alessandro Di Battista mentre i militanti in piazza gridano “onestà”.

Il centrodestra, che prova a impensierire il Dem Beppe Sala a Milano, guarda alle comunali come a un test per pesarsi in vista delle sfide future. Ma la chiusura della campagna segna ancora la distanza tra Berlusconi da un lato e Salvini e Meloni dall’altro.

Il leader di FI decide infatti di non partecipare, se non con una telefonata, all’evento finale della campagna di Stefano Parisi – candidato unitario del centrodestra – in un mega-store di abbigliamento a Milano, ma preferisce essere a Roma, dove i voti di centrodestra sono contesi da Marchini e Meloni. “Mi spiace che sia lontano da Milano, io tengo all’unità della coalizione”, lo punzecchia Matteo Salvini.

Ma il Cavaliere, che debutta anche con un messaggio di invito al voto su Whatsapp, preferisce scagliarsi contro la “bulimia di potere” e il tentativo di instaurare un “regime” da parte di Renzi. Perché, a dispetto di quanto dice il premier, per il leader di FI questo voto sarà un test anche per il governo.

(di Serenella Mattera/ANSA)

Ultima ora

16:38Totti: Tavecchio, grazie ancora per il 9 luglio 2006

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - "Nel giorno in cui finisce un ciclo importante della tua vita di uomo e di calciatore mi piace ricordarti con la medaglia d'oro al collo e la Coppa di campione del Mondo in mano, appena 5 mesi dopo l'infortunio più grave della tua carriera". Così il presidente della federcalcio Carlo Tavecchio saluta Francesco Totti che oggi gioca la sua ultima partita con la Roma. "Il nostro ricordo -prosegue Tavecchio- è di un azzurro splendente: grazie ancora per il 9 luglio del 2006 e in bocca al lupo, Francesco, per la tua nuova vita". (ANSA).

16:34E’ morta a 110 anni suor Candida,religiosa più anziana mondo

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 28 MAG - È morta ieri a Lucca suor Candida Bellotti, la religiosa di origini venete più anziana al mondo. "Ha lasciato questa terra con la serenità che l'ha sempre contraddistinta nei suoi 110 anni di vita", comunicano le consorelle. Il 20 febbraio scorso suor Candida Bellotti aveva festeggiato l'ultimo compleanno circondata dal vescovo di Lucca Italo Castellani, dalla superiora provinciale suor Giuliana Fracasso e dalle consorelle. Per lei anche una speciale benedizione di Papa Francesco, che le aveva rivolto "vive felicitazioni e fervidi auguri". Suor Candida (al secolo Alma Bellotti) apparteneva alla congregazione delle Ministre degli infermi di San Camillo de Lellis. Dagli anni '30 aveva prestato la sua opera come infermiera professionale in diverse città, dedicandosi anche alla formazione delle giovani consorelle. Nel 2000, a 93 anni, era stata trasferita nella casa madre di Lucca "per un meritato riposo". Dieci i Pontefici che si sono succeduti durante la vita di suor Candida.

16:29Agricoltore muore soffocato da incendio nell’Oristanese

(ANSA) - ORISTANO, 28 MAG - Un pensionato di Uras, Graziano Cotza, di 74 anni, è morto soffocato dal fumo dell'incendio che poco prima aveva provocato egli stesso per bruciare le stoppie di un suo terreno. E' accaduto nella tarda mattinata nelle campagne di Uras, nell'Oristanese, poco distante dalla strada statale 131 al chilometro 69. A tradire il pensionato potrebbe essere stato un improvviso cambio di direzione del vento oppure un malore. Travolto dal fumo e dalle fiamme non è riuscito a mettersi in salvo. Cotza era un ex dipendente del Comune di Uras. A nulla è valso il tentativo di soccorso degli agenti della Forestale e del 118. (ANSA).

16:21F1: Monaco, trionfo Rossa, Vettel vince e Raikkonen 2/o

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - Trionfo della Ferrari nel Gp di Monaco, sesta prova del mondiale di Formula 1. Sebastian Vettel ha vinto la gara davanti al compagno di squadra Kimi Raikkonen, che era partito dalla pole. L'ultimo successo delle Rosse a Montecarlo era stato firmato da Michael Schumacher nel 2001 e anche allora fu doppietta, con Rubens Barrichello secondo al traguardo. Il terzo posto è stato conquistato da Daniel Ricciardo con la Red Bull.

16:10Equitazione: bilancio in positivo per Piazza di Siena 2017

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - Oltre 37.000 presenze, di cui il 25% stranieri, con una media di 7.000 presenze al giorno solo nell'ovale. Numeri in positivo per l'85° Csio 'Piazza di Siena Intesa Sanpaolo - Master Fratelli D'Inzeo' che si conclude oggi: "La partnership con Coni Servizi, che ho voluto e cercato, è stata vincente. Sono molto soddisfatto di come è andato questo concorso. In un'edizione abbiamo risalito tanti tanti anni di insuccessi", il bilancio tracciato dal presidente della Fise, Marco Di Paola, alla conferenza stampa di fine concorso dell'85° Csio Piazza di Siena Intesa Sanpaolo - Master fratelli D'Inzeo'. "Negli anni passati noi non organizzavamo Piazza di Siena, noi la subivamo - ha aggiunto Di Paola - Ora con il Coni ci siamo rimpossessati della manifestazione. Ora puntiamo a far diventare Piazza di Siena il primo concorso in Europa e nel mondo".

16:10Manchester: ‘volevano uccidere Kobler’

(ANSA) - LONDRA, 28 MAG - Hasham Abedi, il fratello minore dell'attentatore di Manchester Salman Abedi, faceva parte di una cellula terroristica che progettava di uccidere in un attentato l'inviato dell'Onu in Libia, il tedesco Martin Kobler. E' quanto rivela il Sunday Telegraph, secondo cui il 20enne arrestato a Tripoli dopo la strage compiuta dal fratello in Inghilterra era una "figura significativa" all'interno del gruppo jihadista. I terroristi stavano ultimando un ordigno esplosivo col quale colpire il convoglio di Kobler all'inizio dell'anno a Tripoli ma le forze di sicurezza libiche hanno sventato il complotto.

16:05Usa valutano bando laptop su tutti voli internazionali

(ANSA) - NEW YORK, 28 MAG - Gli Stati Uniti stanno valutando un divieto per i laptop su tutti i voli internazionali. Lo afferma il segretario alla sicurezza nazionale, John Kelly, spiegando che una tale misura alzerebbe lo standard per la sicurezza nell'aviazione in generale. Kelly riferisce di ''minacce sofisticate'' con i laptop, e di ''un'ossessione'' da parte dei terroristi con gli aerei americani.

Archivio Ultima ora