Egitto: pesanti condanne per Fratelli musulmani

(ANSA) – IL CAIRO, 04 GIU – Esponenti dei Fratelli Musulmani, l’organizzazione messa al bando nel 2013 perché considerata terrorista, hanno subito oggi pesanti condanne da parte di diversi tribunali egiziani, mentre per altri 104 militanti il processo è stato rinviato al 18 giugno. All’ergastolo è stato condannato Hassan Ali Abou – e un suo complice, Tarek Ahmed Kanaan El Senousi, ha avuto tre anni di reclusione – per aver attaccato stazioni di polizia ed il carcere di Wadi El Natroun, sulla strada per Alessandria, liberandone i detenuti durante i primi giorni della rivoluzione del 25 gennaio 2011. Per le stesse accuse il presidente deposto Mohamed Morsi fu condannato a morte mesi fa, in un processo che ha per imputati anche elementi di Hamas e degli Hezbollah. In un altro processo il tribunale penale del Cairo ha condannato a 10 anni di reclusione altri sei Fratelli Musulmani – uno in contumacia – per possesso di cariche esplosive che avrebbero usato nell’abitato di Helwan, frazione a circa quindici chilometri dal Cairo.

Condividi: