Romania: Paese in preda a corruzione al voto per le comunali

(ANSA) – BUCAREST, 5 GIU – La Romania è al voto oggi in elezioni amministrative che colgono il paese in mezzo al guado di una crisi giudiziario-istituzionale che ha portato in carcere o sotto inchiesta per corruzione 51 dei sindaci delle 109 maggiori città del Paese, compresa la capitale Bucarest. Qui, oltre al sindaco, i presidenti di cinque dei sei municipi sono sottoposti a qualche azione penale e due di loro sono in lizza, mentre il sindaco della città di Brasov, George Scripcaru, arrestato nel 2015 con le accuse di aver preso tangenti per contratti di tipo energetico e di abuso d’ufficio, corre per un quarto mandato consecutivo. Fra i candidati anche una vicepresidente del partito socialdemocratico – il maggiore della Romania – Lia Olguta Vasilescu, indagata per una tangente, abuso d’ufficio e riciclaggio e che si proclama innocente e che corre per un secondo mandato come sindaco di Craiova, la sesta città del Paese. Le urne chiudono alle 21:00 locali (le 20 italiane).

Condividi: