Un anno fa morte compagno,romano regala nuova sala ospedale

(ANSA) – ROMA, 5 GIU – Una nuova ed accogliente sala d’attesa con poltrone e divanetti messi in modo da disegnare una ‘Esse’, l’iniziale di Stefano, l’uomo che ha amato per 21 anni. E’ così che Cesare vuole ricordare il suo compagno di vita ad un anno dalla morte. Lo ha fatto con una donazione agli Istituti Fisioterapici ospedalieri (Ifo) di Roma: una ristrutturazione della sala d’attesa del nosocomio romano, poltrone ed ambiente più confortevole a disposizione dei pazienti alle prese con faticose cure e di amici e parenti che li accompagnano. La storia di Stefano Ceccarelli e Cesare Piro – romani – è quella di tante altre coppie.L’incontro nel 1994, l’amore, la convivenza.E poi, la malattia: un linfoma di cui si ammala Stefano. Un anno di cure all’Ifo e nel 2015, il 25 giugno, la sua morte, a 44 anni. “Il progetto, ‘Living Stefano’, è dedicato alla memoria del mio amato compagno, Stefano, che nell’atrio dell’Ifo ha trascorso molte ore” si legge nella targa affissa sulla sala d’attesa (inaugurata qualche giorno fa) a firma di Cesare.

Condividi: