Cucchi: inchiesta bis periti, altri 90 giorni per relazione

(ANSA) – ROMA, 5 GIU – I periti incaricati dal gip di Roma di accertare la natura, l’entità e l’effettiva portata delle lesioni patite da Stefano Cucchi, il geometra romano morto il 22 ottobre 2009 una settimana dopo il suo arresto per droga, chiedono una proroga di 90 giorni per completare il loro incarico: il giudice autorizza il differimento per il deposito della relazione, concedendo però soltanto un mese in più. E’ questo l’ultimo ‘capitolo’ di un atto istruttorio che, tra denunce della parte civile contro il capo del collegio peritale e questa richiesta di proroga, sta procedendo con difficoltà. E tutto ciò, proprio a pochi giorni da quell’udienza, in sede d’incidente probatorio, fissata inizialmente dal gip Elvira Tamburelli proprio per consentire al collegio peritale guidato dal prof. Francesco Introna d’illustrare i risultati del loro accertamento. L’inchiesta è quella che vede indagati cinque carabinieri, tre per lesioni personali aggravate e abuso d’autorità, e due per falsa testimonianza. Prossima udienza il 9 giugno.

Condividi: