Assassinato funzionario del nostro Consolato di Caracas

CARACAS (VENEZUELA), 06/06/2016.- Miembros de la Policía Municipal de Chacao y de la División contra Homicidios del Cuerpo de Investigaciones Científicas Penales y Criminalísticas (CICPC) resguardan hoy, lunes 6 de junio de 2016, la residencia donde se encontró el cuerpo sin vida de Mauro Monciatti, funcionario del consulado de Italia en Caracas (Venezuela). EFE/MIGUEL GUTIÉRREZ
Il Consolato d'Italia a Caracas
Il Consolato d’Italia a Caracas

CARACAS – Lutto nella Collettività. La dilagante delinquenza, una volta ancora, ha mostrato tutta la sua brutalità. La vittima dell’insicurezza crescente che caratterizza il Venezuela, in questa occasione, è stata Mauro Monciatti, responsabile dell’Ufficio Contabile del nostro Consolato Generale d’Italia a Caracas. Il corpo senza vita è stato rinvenuto dalla polizia nel suo appartamento in Altamira, quartiere di classe media agiata.

L’allarme, stando alle prime ricostruzioni dei fatti, sarebbe stato dato dai vicini che avrebbero visto una pozza di sangue all’ingresso dell’appartamento del connazionale. Avvisata la Polizia, gli agenti avrebbero aperto con la forza la porta dell’appartamento del connazionale e incontrato Monciatti riverso a terra in un lago di sangue. Sul movente dell’omicidio, ora, indagano gli inquirenti.

Per il momento, la polizia non avrebbe una sola pista ma starebbe indagando a tutto campo, senza scartare neanche l’ipotesi del suicidio. Comunque pare che la versione più attendibile sia quella dell’omicidio.

Gli inquirenti, dato che l’ingresso dell’appartamento del connazionale non sarebbe stato forzato, sembrerebbero orientati a pensare che Monciatti possa essere stato intercettato dai delinquenti in strada.

E’ questo un “modus operandi” sempre più frequente che troppo spesso termina con la morte della vittima. Monciatti con la minaccia delle armi potrebbe essere stato costretto a tornare a casa, accompagnato dai malviventi.

E’ anche probabile che il connazionale, visto che moglie e le due figliole sono partite sabato per l’Italia, non abbia offerto alcuna resistenza. E sperato che i delinquenti si accontentassero di svaligiare la casa.

Purtroppo non è stato così. Se l’omicidio è avvenuto nel trascorso della notte o al mattino presto lo determineranno i responsabili della medicina forense.

L’Ambasciatore d’Italia, Silvio Mignano, ha sospeso la commemorazione dei 70 anni della Festa della Repubblica, in considerazione del lutto che ha colpito la famiglia del Consolato e l’intera Collettività.

La salma del connazionale tornerà in Italia non appena saranno disbrigate le pratiche burocratiche che, in questo caso, trattandosi d’un caso di morte violenta, saranno ancora più complesse.

La famiglia di Mauro Monciatti è stata avvisata personalmente dal nostro Ambasciatore Silvio Mignani.

Condividi: