Síragon estuvo presente en el Foro Desafíos y Tendencias en las TIC 2016

Pubblicato il 06 giugno 2016 da redazione

Siragon Canaemte

Síragon, marca líder en productos de tecnología y electrodomésticos, formó parte del Foro “Desafíos y Tendencias en las TIC 2016”, el cual es llevado a cabo por la Cámara Nacional de Empresas de Telecomunicaciones (CANAEMTE) cada año, con el fin de reunir a las empresas más importantes en la industria de tecnologías de la información y la comunicación (TIC) en Venezuela.

El evento, el cual tuvo lugar en las instalaciones del Auditorio “Antonio José de Sucre” del Banco de Desarrollo de América Latina (CAF) en la ciudad de Caracas, contó con la participación de empresas e instituciones vinculadas al sector de Telecomunicaciones en Venezuela para intercambiar avances y logros del sector, así como también identificar oportunidades y perspectivas.

De esta manera, la participación de Síragon no fue solo como patrocinante sino también como integrante del grupo de ponentes Fabricantes e Integradores, donde el Ingeniero Lenin Torres, en nombre de la empresa, fue quien dictó su conferencia titulada “Del componente a la innovación, así construimos un futuro más brillante” momento en el que dio a conocer detalles relacionados con el nacimiento de la marca en el año 2003 y de cómo ha ido evolucionando cada año tras retos y logros.

“En Síragon hemos fabricado la primera tarjeta madre creada en Venezuela y por Venezolanos, lo que nos hace ser pioneros en el montaje superficial de componentes electrónicos a través de la creación de la primera línea SMT en el país.

Tenemos la tecnología requerida para fabricar Memorias, Tarjetas Madre para equipos de computación y muchos productos con calidad de exportación, emblema que nos lleva a decir que somos una fábrica modelo en Latinoamérica y que estamos al nivel de cualquier empresa de clase mundial” afirmó Torres durante su intervención.

También, explicó algunos conceptos básicos utilizados en las fábricas para la creación de sus productos de vanguardia y expresó la importancia de verificar y validar la incorporación de nuevas tecnologías, soluciones y desarrollos globales al mercado local, siempre adaptándose a los cambios y retos que puede enfrentar el sector desde el punto de vista económico, regulatorio y social.

Por otro lado, invitó a representantes de empresas a establecer conversaciones con Síragon, con miras a diseñar y fabricar productos que sigan mejorando la vida de los venezolanos. Además, ratifica la iniciativa de la directiva de Síragon a estar siempre dispuestos a recibir a cualquier institución o empresa que quiera realizar una visita y recorrido por sus plantas, con la finalidad de mostrarles los avances tecnológicos que ha tenido la empresa en sus 13 años.

Para obtener mayor información sobre Síragon, puede acceder al portal web oficial de la marca, www.siragon.com o seguir sus perfiles en las redes sociales: Facebook/Síragon Venezuela, @siragon en Twitter, @siragonvenezuela en Instagram y en Youtube Síragon Venezuela.

Acerca de Síragon

Síragon marca líder en equipos de entretenimiento, computación y hogar, está orientada a producir Laptops, All in one, Tablets, PC de escritorio, Televisores, Smartphone, Aires acondicionados, Cámaras y Video cámara; entre otros equipos tecnológicos y de línea blanca.

Su propósito es ofrecer a los clientes beneficios y soluciones tecnológicas de la mejor calidad, para satisfacer las necesidades de todo tipo de mercado. Mirando hacia delante, a un futuro más brillante, Síragon es la mejor opción para las empresas, los estudiantes, los profesionales y usuarios en general amantes de la tecnología de punta”.

Más información en www.siragon.com

Ultima ora

03:46Usa, sondaggio: Trump crolla al 40%

(ANSA) - WASHINGTON, 25 MAG - La bufera del Russiagate fa crollare Trump nell'ultimo sondaggio di Fox news (21-23 maggio): il 40% del campione approva il lavoro del presidente Usa, mentre il 53% lo boccia. Un mese fa il rapporto era 45% a 48%. Il 44% inoltre ritiene che gli hackeraggi russi abbiano aiutato il tycoon ad arrivare alla Casa Bianca. Il 68% approva la nomina di un procuratore speciale per indagare sulle interferenze di Mosca nelle elezioni (29% e' contro) e il 43% pensa che scoprirà un coordinamento della campagna di Trump con la Russia. Il 60% inoltre e' convinto che Trump abbia licenziato il capo dell'Fbi James Comey perche' l'indagine sul Russiagate stava danneggiando la presidenza (il 29% non lo pensa). Come se non bastasse, il 57% ritiene che la condivisione di informazioni segrete con i russi nello studio ovale sia frutto di cattivo giudizio.

03:42Manchester, settimo arresto in Inghilterra

(ANSA) - LONDRA, 25 MAG - La polizia britannica ha arrestato una settima persona in connessione all'attentato di Manchester. Un uomo è stato fermato ieri dopo che le forze dell'ordine hanno effettuato ricerche nella città inglese di Nuneaton, circa 160 chilometri a sud di Manchester. Si tratta del primo arresto in Inghilterra a svolgersi al di fuori di Manchester dal giorno dell'attentato. Sono quindi ora in tutto sei uomini e una donna le persone arrestate nel Regno Unito nell'ambito delle indagini sull'attacco suicida che lunedì ha ucciso 22 persone al concerto della pop star Ariana Grande all'Arena.

02:07Due ragazzi trovati morti in una cava dismessa

(ANSA) - LA SPEZIA, 25 MAG - Due ragazzi albanesi poco più che maggiorenni sono stati trovati morti questa notte in una cava dismessa in località Acquasanta nel comune della Spezia. Secondo i primi accertamenti del medico legale, la morte risalirebbe ad almeno tre giorni fa. Sui copri non sono state trovate ferite da arma da taglio o da fuoco. I due sarebbero precipitati in modo accidentale dalla soprastante strada litoranea che porta alle Cinque terre, dopo un volo di 40 metri. Uno dei due giovani aveva 19 anni, si chiamava Fabiol Kycyku. Su di lui c'era una denuncia di scomparsa. I familiari, che vivono alla Spezia, non avevano sue notizie da domenica scorsa. Sul caso sta indagando la Polizia.

00:31Calcio: Mourinho, completata l’opera di Ferguson

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "È una soddisfazione tipo Inter-Bayern, quando senti dal primo minuto di averla in tasca. Abbiamo iniziato benissimo, ho avuto subito la sensazione di pieno controllo della partita, che stavamo giocando come volevamo; sono stato sempre tranquillo, la squadra ha giocato bene, con tanta intelligenza tattica. Credo che tutti abbiano avuto da subito la sensazione che la coppa era nostra". José Mourinho esulta, intervistato da Sky Sport dopo la vittoria dell'Europa League nella finale di Stoccolma contro l'Ajax. "Mi fa certamente piacere vincere tre competizioni nella stessa stagione - continua il tecnico - Non è un grande triplete, ma è importante per un club come il nostro che in questo momento non è ancora in grado di pensare a quel livello. Con Ferguson scherzavamo dicendo che io ho fatto un piccolo lavoro per lui: Sir Alex ha vinto quasi tutte le coppe, io ho vinto questa che mancava".

00:29Calcio: Pogba, ora nessuno può più criticarci

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Volevamo vincere questa coppa, siamo arrivati fino a qui e siamo molto orgogliosi: ora nessuno può più parlare. Forse non è stata una stagione positiva al 100%, ma abbiamo raggiunto questo risultato e non abbiamo rimpianti". È un Paul Pogba che non trattiene la voglia di zittire le critiche, a lui e al Manchester United, quello che solleva il trofeo dell'Europa League al termine della finale di Stoccolma contro l'Ajax. "Abbiamo iniziato bene e segnato presto - continua l'ex bianconero - Poi abbiamo retto bene, anche soffrendo un po', e segnato il secondo gol. La Juventus? Sono contento se vincerà la Champions e mi farà piacere sfidarla per la Supercoppa". Più contenuta la gioia di Zlatan Ibrahimovic, fuori per infortunio. "Certamente mi dispiace non aver giocato - ammette a Sky Sport - D'altronde, ora abbiamo vinto ed è quel che conta. Ogni trofeo è collettivo e quest'anno ne abbiamo vinti tre. Il mio futuro? Lavoro e vado avanti, torno fra qualche settimana. Dove? Vediamo, bella domanda...".

00:14Brasile:Temer mobilita militari contro proteste Brasilia

(ANSA) - RIO DE JANEIRO, 24 MAG - Il presidente del Brasile, Michel Temer, ha mobilitato le forze armate per difendere la sede della presidenza della Repubblica e dei ministeri a Brasilia contro le violenti proteste anti-governative scoppiate oggi nella capitale federale. La decisione del capo di Stato - formalizzata da un apposito decreto e comunicata dal ministro della Difesa, Raul Jungmann - è stata criticata tanto dalla maggioranza quanto dall' opposizione. "Spero che la notizia non sia vera", ha commentato il giudice della Corte suprema, Marco Aurelio.

00:12Indonesia: due kamikaze si fanno esplodere, tre agenti morti

(ANSA) - GIACARTA, 24 MAG - Almeno tre agenti di polizia sono rimasti uccisi e una decina di altre persone, fra cui cinque agenti, sono rimaste ferite in Indonesia, dove due kamikaze si sono fatti esplodere la scorsa notte a pochi minuti l'uno dall'altro in una stazione di autobus nell'affollato quartiere orientale di Kampung Melayu, a Giacarta, capitale federale della più popolata nazione a maggioranza islamica del mondo. Il portavoce della polizia ha confermato quanto si era saputo in precedenza sulla dinamica del duplice attentato, compiuto, ha detto, da due terroristi suicidi, entrambi uomini, che si aggiungono al computo delle vittime. La zona è piena di agenti, con artificieri e unità cinofile. Filmati ripresi da passanti con il cellulare e postati su Youtube mostrano un poliziotto ferito portato in ambulanza in barella. Un altro filmato mostra brandelli di carne sparsi a terra sul marciapiede. In Indonesia, da anni si combatte contro formazioni jihadiste, prima legate ad Al Qaida, ora con militanti collegati all'Isis.

Archivio Ultima ora