Migranti: ecco la Blu card Ue per attrarre i talenti

Pubblicato il 07 giugno 2016 da redazione

cartablu

BRUXELLES. – Nonostante il boom di migranti arrivati in Europa negli ultimi anni, pochi hanno competenze professionali altamente qualificate, per questo l’Ocse, in un rapporto in cui fotografa la situazione, sollecita l’Unione “a continuare a migliorare il proprio quadro per la migrazione economica per far fronte alle imminenti sfide”.

Ma il messaggio a Bruxelles in realtà è arrivato da tempo, e la revisione della direttiva sulla Carta blu, il permesso di lavoro per attrarre i talenti da Paesi terzi – fortemente voluta da Jean Claude Juncker – e presentata dalla Commissione Ue alla plenaria del Parlamento europeo, corre in questa direzione.

La principale novità dell’iniziativa è l’abolizione degli schemi nazionali, con la creazione di una Blue card Ue dalle procedure più snelle e sostenibili, capace di strizzare l’occhio ai cervelli in fuga anche più della Green card Usa, o delle politiche messe in campo da Canada e Australia.

L’impatto economico stimato sono cifre a nove zeri, tra gli 1,4 ed i 6,2 miliardi di euro l’anno. E la sua applicazione potrà essere estesa ai beneficiari di protezione internazionale, come i rifugiati siriani, che al loro rientro nel Paese di origine, a guerra finita, potranno capitalizzare l’esperienza, contribuendo alla “costruzione di ponti” con l’Europa.

Oggi “oltre un milione di migranti arrivano nell’Ue ogni anno, più che in qualsiasi altro singolo Paese Ocse”, ma nonostante l’Unione “si trovi di fronte impellenti mancanze di competenze in molte aree e Stati membri, la migrazione professionale è una frazione del totale, e la quota di migranti con livelli elevati di qualifiche è inferiore a molte altre destinazioni Ocse”.

Secondo Bruxelles nei prossimi 20 anni la popolazione in età lavorativa diminuirà di oltre 20 milioni, e in Ue si attendono, già per il 2020, 756mila posti di lavoro vacanti nel settore dell’Information technology, e un milione in quello della sanità.

“Se vogliamo competere con la Carta verde Usa e coprire i posti vacanti dobbiamo creare una Carta blu europea, passando dal patchwork degli schemi rigidi nazionali ad un sistema efficace e sostenibile”, ha evidenziato il commissario europeo all’Immigrazione Dimitris Avramopoulos illustrando l’iniziativa.

Tra il 2012 ed il 2014 solo la Germania ha fatto ampio ricorso alla direttiva (alla quale non aderiscono Gran Bretagna, Danimarca e Irlanda), con 26.272 permessi di lavoro concessi; seguita a distanza dalla Francia, con 1.094; Spagna, con 813; e Lussemburgo, 681. Nei tre anni l’Italia ne ha emessi solo 258. Ma c’è anche chi come Malta e l’Olanda ne hanno concessi 6 e 4.

Ma mentre i 28 cercano di tenere a bada i flussi di profughi e migranti, far digerire la pillola non sarà una passeggiata. E c’è chi si dichiara contrario, come il capogruppo del Ppe all’Europarlamento Manfred Weber che mette in guardia: “La Carta blu europea non deve significare l’apertura di nuove strade all’immigrazione. Dobbiamo pensare alla gioventù europea prima di quella africana”.

(di Patrizia Antonini/ANSAmed)

Ultima ora

18:48Accoltella giudici: card. Bassetti, vicinanza ai feriti

(ANSA) - PERUGIA, 25 SET - Raggiunto dalla notizia dell'accoltellamento dei due giudici del tribunale di Perugia, il cardinale Gualtiero Bassetti, a Roma per presiedere il Consiglio permanente della Cei, esprime la sua "vicinanza umana e spirituale a questi due servitori dello Stato, colpiti nell'adempimento del loro dovere, e alle loro famiglie, augurando agli stessi una pronta guarigione". Nel contempo, il porporato "condanna fermamente il grave gesto, perché non c'è alcun motivo al mondo che giustifichi un uomo a compiere un atto estremo come quello di attentare alla vita del suo prossimo. Sono profondamente scosso da quanto è accaduto oggi nella mia città e mi affiora alla mente il triste episodio - conclude l'arcivescovo - di quanto è successo alcuni anni fa a due dipendenti della Regione Umbria uccise nel loro ufficio da un uomo che poi si è tolto la vita". (ANSA).

18:41Anziana morta in casa di riposo, si indaga per omicidio

(ANSA) - COMO, 25 SET - Una donna di 91 anni è stata trovata morta ieri in tarda serata in una casa di riposo a Como. La Procura di Como ha aperto un fascicolo per omicidio a carico di ignoti, ma mantiene il più stretto riserbo sulle indagini. L'unica certezza è che le condizioni in cui si trovata la donna, ha fatto subito escludere sia la morte naturale sia il suicidio. La novantenne era nel suo letto e ad accorgersi che era morta è stata una dipendente della casa di riposo, che ha lanciato l'allarme.

18:35Calcio: Tavecchio, inevitabile ridurre il numero di squadre

(ANSA) - ROMA, 25 SET - "All'inizio del 2018 apriremo un tavolo per trovare una soluzione ragionevole per la riduzione del numero di squadre nelle tre serie del calcio professionistico nell'arco di 3-4 anni: è inevitabile ridurre le dimensioni dei campionati". Dai microfoni Rai del Gr Parlamento, il presidente della Figc Carlo Tavecchio rilancia un suo vecchio cavallo di battaglia, quello della riduzione del numero di squadre nei campionati, a partire dalla Serie A, che vorrebbe riportare a 18 squadre. "Si potrebbe passare dalle attuali 102 formazioni totali - dice ancora Tavecchio riferendosi ai campionati professionistici in generale - ad una settantina: è una riforma da fare".

18:30Femminicidio: Grasso, subito ok a ddl per orfani

(ANSA) - ROMA, 25 SET - "Spero che si approvi al più presto il progetto di legge a sostegno degli orfani di femminicidio". E' questo l'auspicio che esprime il presidente del Senato Pietro Grasso intervenendo a "La vita in diretta". Il disegno di legge è attualmente all'esame della commissione Giustizia di Palazzo Madama.

18:29Calcio: Sarri, Feyenoord forte e pericoloso

(ANSA) - NAPOLI, 25 SET - Tra la Champions League e il campionato i giocatori del Napoli "potrebbero inconsciamente puntare sul campionato, e questo potrebbe essere anche legittimo visto che il Napoli non vince lo scudetto da trent'anni". Lo ha detto il tecnico del Napoli Maurizio Sarri alla vigilia della seconda giornata di Champions League contro il Feyenoord. "E' illogico farlo a questo punto della stagione - ha aggiunto - è un rischio che c'è e cerchiamo di combatterlo. Domani cerchiamo di arrivare a una prestazione e a un risultato, vediamo se riusciamo ad avere lo stesso livello di determinazione in coppa come in campionato, c'è da combattere con l'inconscio ma bisogna provarci". Sul Feyenoord, Sarri ha spiegato che "è una squadra forte, che lo scorso anno è arrivata davanti all'Ajax e ha un'intelaiatura con calciatori esperti e giovani di ottimo livello. Quando attaccano sono pericolosi, spero che il San Paolo ci aiuti, per noi dopo il ko in Ucraina questa è una partita non voglio dire decisiva, ma importante".

18:25Di Pietro, voto per Mdp-art.1, porto mia bandiera a Bersani

(ANSA) - CAMPOBASSO, 25 SET - "Certamente voterò per Mdp e mi porterò la bandiera". Lo dice Antonio Di Pietro in un'intervista a Telemolise. "Ho cominciato a fare politica nell'Ulivo e quindi resto con l'Ulivo e con Bersani: entrambi lavoriamo per ricostruire il nuovo Ulivo", aggiunge.

18:23Sport: inaugurato Centro Paralimpici

(ANSA) - ROMA, 25 SET - Dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al ministro dello Sport, Luca Lotti, quello della Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, la sindaca di Roma, Virginia Raggi e il governatore della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Sono le personalità politiche presenti alla cerimonia di inaugurazione del centro di preparazione olimpica del Comitato Italiano Paralimpico al Tre Fontane. A fare gli onori di casa il numero uno del Comitato italiano paralimpico, Luca Pancalli, mentre in rappresentanza dello sport italiano è presente il numero uno del Coni Giovanni Malagò. L'apertura della Cittadella dello Sport è avvenuta grazie all'accordo recentemente sottoscritto tra Roma Capitale e Eur S.p.A.

Archivio Ultima ora