Brexit: appello pro-Ue Major-Blair, ‘unità Gb a rischio’

(ANSA) – LONDRA, 9 GIU – Due ex premier britannici, un tempo avversari, lanciano un nuovo appello contro la Brexit. Il conservatore John Major e il suo successore, il laburista Tony Blair, sono insieme in Irlanda del Nord per affermare che un divorzio da Bruxelles “metterebbe a rischio l’unità” del Paese. Temono che l’eventuale introduzione di controlli alla frontiera con l’Irlanda, al fine di ridurre gli ingressi nel Regno Unito come chiede la campagna Leave, possa aumentare la tensione e mettere a rischio il processo di pace in Ulster. Non solo, ritengono, come già affermato dal premier David Cameron, che in caso di Brexit la Scozia, tradizionalmente europeista, possa indire un secondo referendum sulla sua indipendenza dopo quello del 2014 vinto dagli unionisti. Critici invece gli euroscettici, che bollano come irresponsabile l’appello lanciato dagli ex premier.

Condividi: