Femminicidio: 58 donne uccise da inizio anno

(ANSA) – ROMA, 9 GIU – E’ un vero ‘bollettino di guerra’: dall’inizio dell’anno, almeno 58 donne sono state uccise in Italia dal partner o, più spesso, da un ex. Oltre 155 da gennaio 2015. Due solo nell’ultima settimana: una ragazza a Pordenone, ammazzata con quattro colpi di pistola dal suo ex fidanzato che poi si è tolto la vita con la stessa arma, e oggi la maestra di 46 anni uccisa anch’essa dal suo ex convivente. In entrambi i casi, a scatenare la furia omicida è la fine del rapporto, l’incapacità dell’uomo di accettare che la donna lo lasci e che l’amore finisca. Ma il caso che ha suscitato sicuramente più clamore è quello di Sara Di Pietrantonio, la studentessa romana di 22 anni strangolata e poi bruciata dal suo ex fidanzato, Vincenzo Paduano, che non accettava che la ragazza si fosse rifatta una vita con un altro. Telefono Rosa chiede risposte al Governo e al ministro Boschi e lancia l’hashtag #quanteancora.

Condividi: