Rio 2016: proteste ad Addis Abeba per l’esclusione di Bekele

Pubblicato il 09 giugno 2016 da ansa

(ANSA) – ROMA, 9 GIU – Alcune centinaia di persone, fra le quali campioni dell’atletica di ieri (come Haile Gebrselassie) e di oggi, hanno manifestato ad Addis Abeba davanti alla sede della Federatletica etiope per protestare contro l’esclusione di Kenenisa Bekele dalla squadra che gareggerà a Rio 2016. Il pluricampione olimpico e mondiale dei 5mila e 10mila m sperava di essere selezionato per la maratona, ma invece è fra gli esclusi, decisione che ha definito “ingiusta e assolutamente non parziale”. La Federazione ha spiegato che Bekele non ha adempiuto ai requisiti richiesti: bisognava ad esempio aver partecipato almeno ad un Campionato del mondo, ma Bekele l’anno scorso, per problemi fisici, non ha praticamente svolto attività agonistica. Fra gli esclusi eccellenti ci sono anche il due volte vincitore a Boston Lelisa Desisa e il vicecampione del mondo 2015 Adhane Tsegay. I convocati sono Mare Dibaba, Aberu Kebede e Aselefech Mergia per la squadra femminile, e Tesfaye Abera, Lemi Berhanu e Feyisa Lelisa per quella maschile.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

20:14Turchia: si dimette anche sindaco Ankara

(ANSA) - ISTANBUL, 23 OTT - Il sindaco di Ankara, Melih Gokcek, esponente di spicco dell'Akp del presidente turco Recep Tayyip Erdogan, si dimetterà sabato prossimo, come chiesto proprio da Erdogan. Lo ha annunciato stasera sul suo profilo Twitter lo stesso Gokcek, che guida la capitale turca dal 1994. La decisione è giunta al termine di un nuovo faccia a faccia con il presidente, dopo settimane di resistenze alle sue richieste di lasciare la poltrona. Si tratta del quinto primo cittadino dell'Akp spinto alle dimissioni da Erdogan per "rinnovare" il partito, dopo quelli di Istanbul, Duzce, Nigde e oggi pomeriggio Bursa. I sostituti vengono eletti dai consigli comunali, mentre le prossime amministrative sono fissate in tutto il Paese nel 2019, come le parlamentari e le presidenziali.

20:12Insulti antisemiti: Lotti, “Fatto gravissimo”

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - Il ministro per lo Sport Luca Lotti "condanna con forza il grave episodio" di antisemitismo che si è verificato allo stadio Olimpico. "Quello che è accaduto ieri sera è gravissimo, non ci sono giustificazioni: sono episodi da condannare, senza se e senza ma" ha affermato il ministro. "Sono certo che le autorità competenti faranno luce su quanto avvenuto e che i colpevoli saranno presto individuati e condannati" conclude il ministro Lotti.

20:11Calcio: Benevento esonera Baroni, arriva De Zerbi

(ANSA) - BENEVENTO, 23 OTT - Il Benevento, fanalino di coda in serie A con zero punti dopo nove giornate, ha esonerato il tecnico Marco Baroni. All'allenatore protagonista della cavalcata dei sanniti dalla B alla A la scorsa stagione, è risultata fatale l'ennesima sconfitta di questo avvio di campionato, il 3-0 rimediato ieri dalla Fiorentina tra le mura di casa. Al suo posto la società diretta dal patron Vigorito ha chiamato Roberto De Zerbi, l'anno scorso al Palermo per tre mesi prima di essere esonerato da Zamparini.

20:11Architetto Sarzana morto per colpo pistola in bocca

(ANSA) - GENOVA, 23 OTT - E' morto per un colpo di revolver calibro 38 sparato in bocca Giuseppe Stefano Di Negro, l'architetto spezzino di 50 anni trovato con il cranio fracassato sulle sponde di un torrente nel quartiere Braida di Sarzana (La Spezia) sabato sera. Il proiettile, pur provocando una profonda ferita nella zona occipitale del cranio, è stato ritenuto e trovato dal medico legale in sede autoptica. La polizia non esclude il suicidio. Sono in questura dove verranno sottoposti alla prova del guanto di paraffina i due ragazzi che sabato sera hanno trovato agonizzante l'architetto spezzino Giuseppe Stefano Di Negro. Secondo quanto appreso i due si sarebbero impossessati della pistola trovata accanto al corpo e l'avrebbero riconsegnata alla polizia dopo un lungo interrogatorio. I due potrebbero dover rispondere di aver alterato la scena del crimine.

20:08Tommy: mamma, Alessi deve rimanere dentro, devono pagare

(ANSA) - PARMA, 23 OTT - "Devono rimanere dentro, devono pagare per quello che hanno fatto". Paola Pellinghelli, mamma di Tommy, il piccolo ucciso alle porte di Parma nel 2006 da Mario Alessi e Salvatore Raimondi, è tornata oggi a lanciare un appello perché chi ha ucciso suo figlio non torni libero. Ad undici anni da quel terribile delitto si potrebbero infatti aprire le porte del carcere per Mario Alessi grazie ad alcuni permessi premio. Paola Pellinghelli non ci sta. "Hanno già la possibilità di ritornare in libertà; è questa la giustizia dopo solo undici anni - dice la mamma di Tommy - Alla fine solo per noi vittime c'è la condanna all'ergastolo, mai per i delinquenti. Solo per noi c'è il fine pena mai". (ANSA).

20:07Si schianta con deltaplano su camper parcheggiato, morto

(ANSA) - BORSO DEL GRAPPA (TREVISO), 23 OTT - Un uomo di 66 di nazionalità tedesca è morto, oggi, a Borso del Grappa, schiantandosi con il proprio parapendio su un camper all'interno di un campeggio. L'uomo, per cause al vaglio dei carabinieri, avrebbe perso il controllo del mezzo ed anziché raggiungere l'area d'atterraggio è finito nell'area attrezzata di una struttura di accoglienza. Nonostante l'immediato intervento dei sanitari del Suem 118 l'uomo, per la gravità delle ferite riportate, è deceduto.

20:05Tiro a volo: finali Coppa mondo, ecco la gara a coppie miste

(ANSA) - NUOVA DELHI, 23 OTT - Le finalid ella Coppa del Mondo di tiro a volo entrano nel vivo con la prima gara, quella del Mixed Team di Trap, il nuovo evento olimpico a partire da Tokyo 2020. In totale saranno nove le coppie miste che domani si cimenteranno con i piattelli indiani per aggiudicarsi la Coppa di Cristallo. Tra loro anche quelle dell'Italia formate da Jessica Rossi e Giovanni Pellielo e da Alessia Iezzi e Valerio Grazini. Il vercellese 4 volte Campione del Mondo e 4 volte medagliato olimpico e la Campionessa Olimpica di Londra 2012 E mondiale in carica hanno guadagnato la partecipazione alla gara conclusiva della stagione vincendo gli Europei a Baku, mentre i due carabinieri ci sono riusciti grazie all'argento ottenuto nella terza prova di Coppa, in maggio a Larnaca. "Sarà una gara molto impegnativa, sia per il livello tecnico degli avversari sia per le nuove regole della federazione internazionale e adottate a partire da questa gara", spiega il ct azzurro Albano Pera.

Archivio Ultima ora