Lucky Man, Autobiografia di un tastierista rock di Keith Emerson

Pubblicato il 09 giugno 2016 da redazione

Copertina del libro

Copertina del libro

“Pictures of an Exhibitionist”, il ritratto di un esibizionista: cosí, parafrasando I Quadri di un’esposizione di Modes Musorgskij, uno dei brani piú celebri del suo repertorio, si definische Keith Emerson nel titolo originale (purtroppo intraducibile) di questa autobiografia dai toni gustosamente autoironici: una delle poche memorie del rock scritte “in prima persona” con solido stile e piglio autorale.

E infatti: come npn pensare alle coltellate sull’organo Hamond, alle salve di cannone sparate dal palco dell’Isola di Wight, alle tastiere suonate al contrario, cavalcate e rovesciate in terra con furia distruttiva?

Eppure ques’immagine eccesiva e quasi circense di Emerson é solo una facciata che nasconde un musicista colto e sensibile, interessato ai generi píu diversi, grande sperimentatore e improvissatore. Pochi come lui hanno saputo fondere in modo cosí trascinante il rock col jazz, il blues, il ragtime, la musica classica e le avanguardie del Novecento, ricevendo lusinghieri apprezzamenti da grandi compositori come Copland e Ginastera.

Il racconto procede dal faticoso apprendistato e dalle prime lezioni di pianoforte (alla scoperta del jazz con Art Tatum, Thelonios Monk e Oscar Peterson) alla gavetta nei locali di blues, fino alla straordinaria fortuna di una carriera scandita dalla nascita dei Nice, dalle ardite fusioni tra le musiche di Bach, Brubeck e Dylan, dall’incontro con Robert Mogg, dal sucesso planetario con il trio Emerson, Lake & Palmer.

Ma é anche la cronaca irreverente, scanzonata e goliardica di una giovinezza trascorsa in furgoni scassati durante massacranti tournée, in soffitte gelide e locali fumosi.

In queste scene di vita da bohéme le strade di Emerson si incrociano con tanti altri musicisti che avrebbero trasformato radicalmente il panorama della musica pop inglese, dai King Crimson di Robert Fripp e Pete Sinfiel agli Yes dell’amico-rivale Rick Wakeman.

Il libro si puó comprare su Amazon Italia a un costo di 20 Euro.

(Alessandro D’Alessandro Galassi/Cultura del Tempo Libero)

Ultima ora

17:47Migranti: Boldrini, non servono controlli al Brennero

(ANSA) - TRENTO, 20 GEN - "Non si comprende il perché di questa decisione, peraltro in una zona Schengen. Credo che presenze di questo genere non servano mai, tanto più quando non c'è nessun motivo. Servono invece a creare preoccupazione e allarme, quindi credo che la questione non possa essere gestita in questi termini, ma con senso di responsabilità da tutti gli Stati membri". Lo ha detto Laura Boldrini, presidente della Camera, a Trento per un incontro politico per la campagna elettorale di Liberi e Uguali. "Se ognuno decidesse di fare la propria parte non ci sarebbe nessun problema, nessuna crisi e nessun bisogno di minacciare di inviare polizia o quant'altro. Quindi sono dispiaciuta per questa decisione di cui non si capisce il perché", ha aggiunto Boldrini parlando con i giornalisti e commentando il ministro degli Interni austriaco, Herbert Kickl, che aveva annunciato una task force di frontiera con poliziotti al Brennero.

17:29Calcio: Spalletti, Lisandro Lopez è uno da Inter

(ANSA) - MILANO, 20 GEN - "Lisandro Lopez è uno da Inter, ha la 'garra'. In campo ha richiamato subito i compagni per accorciare la squadra. Ha aggressività nel riconquistare la palla e far vedere il muscolo". Sono le prime impressioni del tecnico dell'Inter Luciano Spalletti, alla vigilia della partita contro la Roma, sul nuovo difensore nerazzurro. L'allenatore parla anche di Rafinha, centrocampista in arrivo dal Barcellona: ''Sono sempre soddisfatto dell'operato dei professionisti e dirigenti dell'Inter. Collaboro con loro 24 ore su 24, siamo in sintonia. Sta a noi aiutare Rafinha a ritrovare la condizione perché possa darci una mano. Si rischia di dare un messaggio distorto agli altri giocatori, sono loro a dover fare il salto in avanti alle nostre ambizioni".

17:28Slavina a Roccaraso, coinvolti due sciatori in fuoripista

(ANSA) - ROCCARASO (L'AQUILA), 20 GEN - Due sciatori sono stati travolti, durante un fuoripista a Roccaraso (L'Aquila), da una slavina che si è staccata da un costone in località Valleverde del Monte Aremogna. Uno dei due è stato estratto quasi subito dai soccorritori, addetti degli impianti di risalita, sciatori della Polizia di Stato e del soccorso alpino della Guardia di Finanza, in servizio sulle piste, mentre l'altro sarebbe rimasto sepolto sotto la neve una decina di minuti prima di essere raggiunto. Le sue condizioni sono apparse inizialmente critiche. Nel frattempo un elicottero del 118 partito da L'Aquila con i cinque componenti l'equipaggio, è arrivato sul posto con il medico del Soccorso Alpino (Cnsas). Lo sciatore è stato rianimato, stabilizzato e trasportato all'ospedale de L'Aquila.

17:25Uccisa in hotel: assassino si costituisce

(ANSA) - BERGAMO, 20 GEN - Un uomo di 62 anni, bergamasco di Bottanuco, si è costituito dai carabinieri per il delitto della donna uccisa questa mattina in un hotel di Dalmine (Bergamo). La vittima era una nigeriana di 37 anni. Il movente sarebbe di natura passionale.

17:24Ricordo di Craxi dalla Tunisia

(ANSAmed) - TUNISI, 20 GEN - "Non è un caso se quest'anno la Fondazione Craxi ha deciso, in occasione dell'anniversario della scomparsa di Bettino Craxi, di rendere quest'omaggio commosso alle vittime del Bardo, un vile attentato che Tunisi ha subito al pari di tante capitali europee, da Parigi a Nizza a Bruxelles". Lo ha detto oggi a Tunisi Stefania Craxi, presidente della Fondazione Craxi, in occasione degli eventi celebrativi per il 18/o anniversario della morte del leader socialista. "Non è un caso - ha continuato - perché Craxi ha speso tanta parte della sua azione politica e della sua vita per la pace nel Mediterraneo. Un mare che Craxi voleva luogo di pace, di scambi commerciali, culturali, un incontro tra culture diverse e proprio la Tunisia è il simbolo di questo incontro. Ci piace ricordare che nella bella isola di Djerba esiste la prima sinagoga del mondo arabo. E la cattedrale di Tunisi dove si svolsero i funerali di Craxi è nel viale principale della città.

17:19Isis: rapper tedesco jihadista ucciso

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Deso Dogg, nome d'arte dell'ex rapper berlinese Denis Cuspert divenuto una delle figure di primo piano dell'Isis, è stato ucciso in un raid aereo a Deir Ezzor, nell'est della Siria. Lo riportano i media internazionali. Cuspert è stato dato morto diverse volte ma secondo il Site stavolta sono gli stessi siti jihadisti a riportare la notizia pubblicando la foto del cadavere insanguinato. Nato a Berlino nel 1975 da madre tedesca e padre ghanese, l'ex rapper era diventato uno dei più influenti reclutatori di 'foreign fighters' in Europa. Nel 2007 si era convertito all'islam, e cinque anni più tardi si era unito all'Isis in Siria. Era noto con il nome di battaglia Abu Talha al-Almani ed era considerato uno dei comunicatori più efficaci, capace di influenzare con il suo carisma molti giovani. Per le sue qualità propagandistiche si era ritagliato il non invidiabile soprannome di 'Gobbels dell'Isis'. Aveva messo la sua precedente esperienza di rapper al servizio dei messaggi violenti e truculenti dell'Isis.

17:10Calcio: Spalletti, Totti? Vi firmo risposta in bianco…

(ANSA) - MILANO, 20 GEN - "Totti? Vi firmo una risposta in bianco. Potete scrivere quello che vi pare. Non dico altri aggettivi, allenandolo ci si rende conto della qualità assoluta del giocatore. Poi, per quanto riguarda i rapporti, le complicazioni tra le persone possono nascere dalle cose che si lasciano in sospeso e che non vengono chiarite. Ma a lui ho detto tutto. Mi sono comportato come dovevo, giorno dopo giorno". Lo dice l'allenatore dell'Inter, Luciano Spalletti, alla vigilia della partita contro la Roma. "E' chiaro - prosegue - che se lo dovessi incontrare domani lo andrò a salutare in maniera importante, come tutti gli altri giocatori. Lo abbraccerò come abbraccerò tutti".

Archivio Ultima ora