Segregò modella per due anni, condannato a venti

(ANSA) – MILANO, 10 GIU – E’ stato condannato a 20 anni di reclusione dal Tribunale di Monza Claudio Rossetto, il 42enne di Cinisello Balsamo accusato di sequestro di persona, percosse e violenze sessuali nei confronti di una modella svedese, segregata in casa per quasi due anni. Ex concorrente di Miss Universo Svezia era stata attirata in Italia dal falso agente di modelle che su Facebook si faceva chiamate Claude. Si era innamorata ed era andata ad abitare con lui. Ma nei due anni successivi l’ uomo l’avrebbe allontanata da tutti, segregandola in casa e sottoponendola a pestaggi, violenze e minacce. L’incubo era finito quando nell’ abitazione erano arrivati i carabinieri di Sesto San Giovanni, chiamati da un vicino che aveva sentito delle urla. L’uomo era già stato condannato a sette anni una decina di anni fa per un episodio analogo. Allora la sua ‘vittima’ era stata una 18enne bielorussa, rapita e torturata nel box dello stesso edificio, dove anni dopo è finita anche la ragazza svedese.

Condividi: