La senatrice Warren vice di Clinton? Sono pronta

Pubblicato il 10 giugno 2016 da redazione

Elizabeth Warren e Hillary Clinton durante un'udienza al Senato

Elizabeth Warren e Hillary Clinton durante un’udienza al Senato

WASHINGTON. – Ora sono tutti uniti con Hillary contro Trump “il razzista e aspirante tiranno”, probabilmente tra poco anche il suo rivale Bernie Sanders.

La candidata democratica alla Casa Bianca ha incassato tre endorsement pesanti che suggellano forse la sua migliore settimana nelle primarie: prima quello di Barack Obama, poi quello del vicepresidente Joe Biden ed infine quello della senatrice Elisabeth Warren, icona liberal del partito, che oggi ha incontrato per oltre un’ora nella sua casa di Washington alimentando l’ipotesi di un ticket tutto femminile, altro possibile primato storico dopo il traguardo della prima nomination ad una donna.

Un “grande onore” riceverli, ha detto oggi tornando ad aggredire il candidato repubblicano in un centro per la pianificazione familiare a Washington: “Vuole tagliarvi i fondi e portare indietro le lancette dell’orologio, quando l’aborto era illegale, le donne avevano molte meno opzioni e la vita per troppe donne e ragazze era limitata”, ha denunciato, ricordando tutti gli epiteti “disgustosi” usati dal tycoon contro le donne.

Il suo è l’ultimo di una serie di attacchi convergenti dai pezzi da novanta del partito contro il tycoon, che fatica invece a guadagnarsi l’unità dei repubblicani. Obama ha criticato più volte Trump, pur senza mai nominarlo, e ospite del ‘Tonight Show’ di Jimmy Fallon, lo ha sbeffeggiato quando gli è stato chiesto se di recente ha seguito la vittoria del magnate alle primarie: “No, ma ho visto il mio nuovo show preferito, ‘Orange is Not the New Black'”, un riferimento al colore dei capelli del tycoon.

Poi è stato il turno di Biden: “La condotta di Donald Trump sta letteralmente minando la fiducia nella giustizia e rischia di danneggiare l’indipendenza dei giudici. I suoi comportamenti sono riprovevoli e razzisti, puzzano di autoritarismo e di tirannia”, ha incalzato, commentando l’attacco del tycoon al giudice “messicano” che si sta occupando del caso della Trump University.

“Un razzista prepotente e permaloso. Un aspirante tiranno”, ha infine affondato la Warren, che pur essendo stata l’unica senatrice democratica a non sbilanciarsi nelle primarie ha ingaggiato da tempo un duro scontro, anche via twitter, con Trump.

E proprio lei potrebbe essere il numero 2 del ticket di Hillary. “Io sono pronta”, ha fatto sapere. Tra loro non c’è un legame profondo ma l’intesa sta crescendo, con reciproci attestati di stima. L’eventuale scelta delle senatrice avrebbe pro e contro.

Potrebbe giocare a sfavore il fatto di un tandem tutto al femminile con due donne vicine ai 70 anni. Trump ci spera, anche se forse sotto sotto la teme: “Di nuovo Pocahontas (così l’ha soprannominata per le sue origini legate agli Indiani d’America, ndr)! La stupida Elisabeth Warren, uno dei senatori meno produttivi, ha una bocca odiosa. Spero che sia scelta Vp”, ha twittato.

Ma ci sarebbero anche indubbi vantaggi per Hillary: non solo poter contare su un ‘cane da attacco’ formidabile, ma anche su una figura capace di attrarre l’elettorato giovane e liberal di Sanders. Anche quest’ultimo potrebbe vederla come una garanzia per una piattaforma più di sinistra, convincendosi a serrare i ranghi, dopo aver incassato in qualche modo l’onore delle armi da Obama e dai vertici del partito democratico.

In ogni caso ci penserà anche il presidente, che gode di una popolarità sopra al 50%, a dare una mano a Hillary dove è più debole, ad esempio tra i giovani, tra gli indipendenti, facendo campagna con lei negli swing states, ossia negli stati in bilico. Prima uscita insieme la prossima settimana in Wisconsin.

Trump ha già cominciato ad usare la carta del “terzo mandato di Obama” e l’ha nuovamente accusata per i suoi discorsi pagati a peso d’oro da Wall Street e per l’Emailgate, tornato a perseguitarla per una serie di email tra diplomatici americani a Islamabad e i loro superiori a Washington sugli attacchi con droni.

E, davanti ad una platea di cristiani evangelici del movimento Fede e libertà, ha cercato di riposizionarsi sottolineando il suo impegno per le cause conservatrici, per la fede, la famiglia e la vita, con una virata sull’aborto.

Ma per ora continua a essere protagonista di guai giudiziari (in 30 anni 3.500 cause, di cui 60 recenti, per lavori non pagati) e stenta ad unire i repubblicani: il leader della maggioranza Mitch McConnell ha ammesso che non ha esperienza su tante cose e lo ha invitato a trovare un numero due “altamente sperimentato”.

(di Claudio Salvalaggio/ANSA)

Ultima ora

01:34Calcio: Mkhitaryan dice sì all’Arsenal, Sanchez allo United

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - Il centrocampista armeno del Manchester United Henrikh Mkhitaryan ha accettato la proposta di trasferirsi all'Arsenal, aprendo la strada allo scambio con il cileno Alexis Sanchez, molto atteso da Jose Mourino. Il 28enne centrocampista, 28 anni, si sottoporrà alle visite mediche tra domani e lunedì dopo aver trovato nella giornata di oggi l'accordo con il club londinese, di cui al momento non si conoscono i termini. Secondo i media inglesi, il trasferimento avverrà 'alla pari', avendo trovato i club un accordo su una valutazione di 35 milioni di sterline per entrambi i giocatori.

01:14Calcio: pari Atletico e Valencia ko, sabato pro-Barcellona

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Il Barcellona domina la Liga anche senza giocare, visto che le rivali fanno a gara per gettare punti e perdere ulteriore terreno sulla capolista. L'Atletico Madrid, impegnato col Girona, si è fatto bloccare sull'1-1 e praticamente può dire addio alle pur flebili speranze di contendere il titolo ai blaugrana. I punti di distacco tra prima e seconda sono ora otto, con il Barca che ha una partita in meno (domani col Betis). Il Valencia, terzo in graduatoria, ha addirittura perso a Las Palmas, sprecando l'occasione di affiancare la squadra di Simeone. Vince invece il Villarreal, 2-1 a Levante, e sale al quarto posto in attesa della partita domenicale del Real Madrid.

01:13Liberia: presidente Weah in campo per partita di beneficenza

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - L'ex fuoriclasse George Weah torna al calcio per un giorno, in occasione degli eventi che precedono il suo insediamento come presidente della Liberia: l'ex milanista è sceso in campo per una partita di beneficenza con una squadra creata per l'occasione - la Weah All Stars Team, con molti ex colleghi calciatori - , sfidata in campo dai militari delle forze armate liberiane. Il match - finito 2 a 1 per la squadra del neo presidente - si è svolto al Barclay Training Center di Monrovia. Weah, 51 anni, giurerà da presidente il 22 gennaio.

00:35Calcio: serie B, Cesena-Bari 1-1

(ANSA) - CESENA, 20 GEN - Finisce in parità la sfida dell'"Orogel Stadium Manuzzi" tra Cesena e Bari, ultima sfida del sabato nella 22/a giornata di serie B. All'acuto di Laribi nel primo tempo risponde il Bari con un'autorete di Suagher. Pareggio alla fine giusto giunto al termine di una gara vivace in cui non sono mancate le occasioni da una parte e dall'altra, la più clamorosa la traversa colpita dal barese Cissè a 5' dal termine. Il Bari è sesto con 35 punti, il Cesena raggiunge l'Entella a quota 24.

22:33Calcio: Lipsia ko, raggiunto da Bayer e M.Gladbach

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Il Lipsia perde 2-1 a Friburgo e viene agganciato al secondo posto dal Bayer Leverkusen, vittorioso 4-1 sul campo dell'Hoffenheim, e dal Borussia Moenchengladbach, impostosi 2-0 sull'Augusta. Dopo 19 turni di Bundesliga, la capolista Bayern Monaco ha 13 punti di vantaggio con una partita in meno e domani riceve il Werder Brema. Molto affollata la zona Champions-Europa League. Alle spalle del terzetto a 31 punti, ci sono a quota 30 il Borussia Dortmund, oggi un pareggio 1-1 a Berlino in casa dell'Hertha, lo Schalke 04, che battendo domani l'Hannover scavalcherebbe tutti portandosi al secondo posto da solo, e l'Eintracht, vittorioso per 3-1 a Wolfsburg. In coda, il Magonza batte lo Stoccarda 3-2 e lo raggiunge al quart'ultimo posto. Nella sfida Amburgo-Colonia ha la meglio il fanalino di coda, che vince 2-0 in trasferta.

22:27Calcio: tripletta di Aguero, il City riprende a correre

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Niente cambia in vetta alla Premier League dopo il sabato di incontri della 24/a giornata. Vince 3-0 il Manchester City nell'impegno tardo pomeridiano col Newcastle e mantiene 12 punti di vantaggio sul Manchester United, che si impone 1-0 in casa del Burnley, e 15 sul Chelsea, vittorioso 4-0 a Brighton. Il Liverpool giocherà lunedì a Swansea per riagganciare, in caso di vittoria, la squadra di Conte al terzo posto. Il Tottenham gioca domani e nel frattempo l'Arsenal, con un liberatorio 4-1 al Crystal Palace dopo due pareggi e una sconfitta, gli si è avvicinato. All'Ethiad Stadium il primo gol dei Citizens è stato assegnato ad Aguero, che su cross di De Bruyne ha sfiorato di testa il pallone. Nella ripresa, El Kun ha segnato altre due reti, la prima su rigore. Ed il City riparte dopo il ko con il Liverpool. Lo United ha capitalizzato al massimo una rete di Martial al 9' della ripresa, mentre l'Arsenal ha dilagato sul Palace segnando con Monreal, Iwobi, Koscielny e Lacazette.

22:16Incidenti montagna: alpinista scivola e muore

(ANSA) - PANIA DELLA CROCE (LUCCA), 20 GEN - Un alpinista è morto a seguito delle ferite riportate per una caduta nel Vallone dell'Inferno sul versante occidente della Pania della Croce (Lucca). L'uomo, secondo quanto si appreso, sarebbe finito nella Buca della neve. A dare l'allarme al 118, intorno alle 17, gli altri componenti del gruppo che si trovavano con l'uomo. L'elicottero Pegaso 3 a causa delle condizioni atmosferiche e dell'approssimarsi del buio non ha potuto raggiungere l'alpinista ma è riuscito a trasportare gli uomini della stazione di Lucca, insieme con il medico, a circa 1 ora e 20 minuti di distanza, lungo il sentiero del pastore che sale al Rifugio Rossi. Sul posto si è diretta anche la squadra di Querceta(Lucca). L'uomo era in condizioni disperate. In corso le operazioni di recupero della salma. Il Sast (Soccorso alpino e speleologico Toscano) ricorda che in quota le condizioni della neve non sono buone: vento e pioggia hanno fatto affiorare strati di neve molto ghiacciata.

Archivio Ultima ora